Vergine, luglio 2010

Ma la pianti con tutto questo disfattismo? Se tu fossi il direttore di un coro, sarebbe di sicuro un coro della lamentazione. Una volta tanto cerca di ridere degli errori altrui, non fosse altro perché è più divertente che passare il tempo a smontarli. Fai un po’ di sana pratica con “Non ne ho la più squallida idea”, frutto di una raccolta fatta dallo stesso Bartezzaghi con l’impagabile contributo dei lettori.

Non ne ho la più squallida idea, Stefano Bartezzaghi

Tu non ti rendi conto della gravidanza della situazione.

Vuoi un applauso? Devo chiamare la cloche?

Non ho capito il nome: può farmi lo sperling?

Dio mi scansi e liberi!

Non mi allontano, resterò qui nei cipressi.

Lascia un commento