tu sei qui: Home Piccoli lettori crescono Babbo Natale: Il mio diario segreto.
Domenica, 21 Novembre 2010 17:19

Babbo Natale: Il mio diario segreto.

Scritto da isabella paglia

“ … Questo è il mio diario: ogni pagina l’ho scritta e disegnata io, giorno per giorno, con l’aiuto di Willi, la mia renna preferita e dei miei folletti. Dentro c’è tutto me stesso: le mie gioie, i miei dolori, i miei segreti. C’è perfino una mia foto in costume da bagno, che non ho mai fatto vedere a nessuno. Eh sì, c’è proprio tutto.
Chissà cosa darebbero i bambini … per metterci le mani sopra!

Ovvero tutto quello che i bambini vogliono sapere: i trucchi per entrare in tutte le case, i travestimenti per studiare i bambini senza farsi riconoscere, tutto quello che occorre sapere sulle scarpe, i nascondigli per i giocattoli, i venti da seguire per andare più veloci in slitta, le fotografie preferite ed i ritratti, le lettere più importanti ed i documenti preziosi,  l’agenda ed i progetti del personaggio più misterioso, rassicurante, benevolo ed onnipotente della storia dell’umanità: Babbo Natale!


Il diario super segreto, segretissimo di Babbo Natale:”… I miei piccoli trucchi, le lettere preziose dei bambini che gelosamente ho conservato … Scritto da me medesimo, Babbo Natale con l’aiuto di Didier Lèvy e disegnato dai miei folletti …
Lo sapevate che Babbo Natale, ogni anno, dopo aver consegnato i regali, esausto decide di stare a letto per tutto il mese di gennaio? E se si alza per fare pipì, chi trova al ritorno, sotto le sue coperte? Le renne! Lo sapevate che i folletti vanno a scuola a marzo e che in estate Babbo Natale si taglia la barba per abbronzarsi? Queste  e molte altre notizie confidenziali su Babbo Natale sono racchiuse in un delizioso Diario di 96 pagine, ripieno curiosità e avvincenti avventure accompagnate da immagini ricche, colorate e molto espressive che rendono scorrevole e piacevole la lettura.
Ma perché Babbo Natale piace a tutti i bambini del mondo?
Credo sia perché Babbo Natale  è capace di rendere ogni bambino unico, tra molti e perché, se anche fuori c'è la più grande bufera di neve mai vista sulla faccia della terra, il 25 dicembre, sia quel che sia Babbo Natale, arriverà puntuale. Una bella rassicurazione, per i piccoli. (E anche per i grandi).
Ma è bene che un bambino creda a Babbo Natale? Arduo Dilemma …
Credere in qualcosa per un bambino non è solo un esercizio di fantasia, ma un vero e proprio processo di crescita.
I bambini vanno accompagnati, guidati e resi liberi di esprimere la propria fantasia che è la loro più grande forza e Babbo Natale popola la fantasia di ogni bambino.
Sperare in un regalo, immaginare questa persona benefica che la notte di Natale premia i bambini buoni è educativo e di primaria importanza per dare al bambino una sua dimensione.
Grazie a Babbo Natale che è un essere che prescinde dai suoi genitori, il bambino non si sente “piccolo”  ma  rilevante, importante tanto quanto un adulto. Infatti il ruolo premiante che Babbo Natale ha nei suoi confronti, porta il bambino ad avere una prima coscienza di sé e delle sue azioni. Se si comporterà bene avrà un dono altrimenti non ci saranno regali.
E’ una fase della crescita: Il fare il bene, il comportarsi bene che rappresenta l’inizio di una coscienza civile.
E’ una bugia a fin di bene che un genitore può permettersi fino ai 5/6 anni quando sarà bene assecondare e stimolare le domande dei bambini per arrivare piano, piano, a togliere il velo alla verità con l’assicurazione che anche se a portarli non sarà più Babbo Natale, i regali, continueranno ad arrivare... sempre se ci si comporterà bene!
Per non sottrarre l’aspetto magico e contemporaneamente non rischiare che l’illusione crolli come una grave bugia dal:” sentito a scuola da un mio compagno che a detto che …”, mi sembra allora  fondamentale un accompagnamento alla verità rivelata. E di tanti libri scritti su Babbo Natale, io scelto questo perché umanizza molto Babbo Natale, facendolo assomigliare pagina dopo pagina quasi, ad un papà molto indaffarato , ad un amico un po’ pasticcione, ad un simpatico nonnetto che in agosto va in vacanza vicino all’oceano tra palme e cocci,  non sottraendo però, l’aspetto tradizionale del caro personaggio dalla lunga barba bianca figura paffuta e robusta che infonde un senso di sicurezza e fa pensare ad una persona saggia che ama i bambini ma anche il cibo, la compagnia e l'allegria. Per cui se un bambino di 3 anni troverà in questo libro, una storia incantevole, uno di cinque o sei riconoscerà la storia incantevole ma alcuni particolari solleticheranno la sua curiosità e il suo senso critico portandolo lentamente a collocare Babbo Natale nel ripiano più alto della vita, in quello della semplice dimensione fantastica.
Evviva Babbo Natale, quindi,  figura rasserenante, indulgente e dalle facoltà illimitate di cui potersi fidare sempre, anche in caso di condizioni meteorologiche avverse!


Scheda tecnica


Autore: Lévy Didier

Editore: Edizioni EL

ISBN: 88847709621

Codice EAN: 9788847709621

Pagine: 96

Formato: albo illustrato, rilegato, cartonato

Prezzo: indicativo €.12,00.    

Età di lettura: (3+).

Letto 4381 volte
Altro in questa categoria: « Il Gobba dei randagi Caro Babbo Natale »
Devi effettuare il login per inviare commenti


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Vita di libreria

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.