tu sei qui: Home Visualizza articoli per tag: ariete
Bookavenue - il social web che parla di libri
Domenica, 12 Giugno 2011 20:50

Ariete, Giugno 2011

Quel che ti ossessiona ora è l’idea che già qualcun altro abbia provato quella stessa cosa in cui ti piacerebbe cimentarti, che già altri abbiano avuto la tua stessa intuizione, che non ci sia nulla di nuovo che tu possa aggiungere al mondo. Sbagliato: è vero che viviamo nel 2011 e che sull’invenzione della ruota e della radio qualcuno ti ha battuto sul tempo, ma quante cose innovative vengono fuori ogni giorno. Aderman, uno degli inventori dei sexy toys più famosi al mondo, ha per esempio appena messo a punto una tuta cybersex che - connessa al computer tramite bluethoot - stimola tutto il corpo. E tu, Ariete, che cosa ci proponi?

 

Libertà, Jonathan Franzen

A tutte le ore del giorno, da qualche parte nell’area urbana di New York, qualche giovane pieno d’energia stava lavorando a una canzone che, almeno per qualche ascolto – forse addirittura venti o trenta -, sarebbe sembrata fresca come il mattino della Creazione.

Pubblicato in Ariete
Mercoledì, 04 Maggio 2011 17:49

Ariete, Maggio 2011

Siete sempre convinti che dietro le cose difficili ci siano procedure difficili. E’ vero in molti casi, ma non in tutti. E di esempi ne avete sotto gli occhi tutti i giorni, quando comportamenti e abitudini che pensavate essere radicati come piante secolari, all’improvviso, quasi da sé, vanno via. E per sperimentare una via semplice ad una cosa complicatissima come il ricordare, per te, Ariete, niente di più pertinente dei consigli da parte dell’uomo con più memoria al mondo. E se lo dice lui che è facile, anche un testardo come te dovrebbe concedergli il beneficio del dubbio.

Più memoria, Gianni Golfera

Che cosa hai fatto fino ad oggi, quando volevi ricordare qualcosa di importante o utile? Probabilmente hai cercato di assimilare le informazioni che ti servivano attraverso la ripetizione, il metodo che io considero il meno efficace in assoluto per fissare nella propria mente i ricordi e per apprendere in modo permanente nuovi dati. Il nostro cervello è una risorsa straordinaria, meravigliosa, con illimitate potenzialità, ma nessuno ci ha mai insegnato come usarla correttamente.

Pubblicato in Ariete
Lunedì, 04 Aprile 2011 17:14

Ariete, Aprile 2011

Dritti allo scopo, determinati fino in fondo, impregnati di una spregiudicatezza che rasenta la ferocia. Si può sapere che vi succede a voi dell’Ariete? Va bene tutto: lo stimolo alla competizione, l’arte di saperci fare, la guerra in nome della meritocrazia. Passi anche una certa sana, cattiva, furbizia ma così dimenticate una regola fondamentale: ciò che non succede ora, succederà e ciò che fate finta di ignorare, prima o poi busserà alla vostra porta.

La gente che sta bene, Federico Baccomo

Ora va di moda il revisionismo. Prendiamo Colombo, tutti a dire che è uno che alla fine ha sbagliato. E io dico allora: e se avesse fatto solo finta di sbagliare? L’America era sconosciuta a quel tempo. Avesse detto: «Vado in un posto sconosciuto», voglio vedere chi lo finanziava. A quei tempi ci volevano un sacco di soldi per viaggi del genere. Allora lui dice: «Vado in India.» «Ah, beh, l’India» dicono quelli, «eccoti le caravelle.» È un’ipotesi. Poi, chiaro, lì ci sono tutti i problemi della storia ufficiale, interessi da tutelare, archivi segreti. E poi anche se avesse sbagliato, signori, ha trovato l’America. Voglio vedere quando sbagliate voi.

 

Pubblicato in Ariete
Martedì, 01 Marzo 2011 07:18

Ariete, Marzo 2011

Bisogna ogni tanto togliere i freni inibitori, dire - se non proprio tutto - almeno più del necessario e pensare l’impensabile, perché il pensiero censurato fa più male di quello incontrollato. Insomma, divertiti con i compromessi sociali, accettando solo fin dove vuoi i condizionamenti. Basta ricordarti che la società esercita il suo potere proprio attraverso i canali del conformismo. E chi per te meglio di Pynchon, una sorta di Salinger vivente, che ha sempre rifiutato gli schemi, di vita e editoriali?

Vizio di forma, Thomas Pynchon

Ai vecchi tempi, Shasta poteva passare settimane senza far niente di più complicato di una smorfietta. Ora gli stava sciorinando davanti una complicata combinazione di segnali facciali che Doc proprio non riusciva a interpretare. Forse roba imparata a scuola di recitazione. – Non è quello a cui stai pensando, Doc.

- Non preoccuparti, il pensiero viene dopo.

 

Pubblicato in Ariete
Venerdì, 04 Febbraio 2011 15:44

Ariete, Febbraio 2011

Il mare è nella simbologia comune lo specchio dell’anima: materia vivente ora amica, ora nemica, sostanza purificatrice e allo stesso tempo essenza di agitazione, emblema di ribellione. Non a caso il dio del mare, Poseidone, ha una personalità permalosa e irascibile, e i mostri marini Scilla e Cariddi evocano i pericoli e il fascino dell’ignoto. Proprio quel che sei in questo momento, Ariete: un liquido che ribolle e che, una volta che si saranno calmate le acque, dovrai cercare di interpretare. Niente di più adatto per te che:

Lo specchio del mare, Joseph Conrad

Il mare non è mai stato amico dell'uomo. Tutt'al più è stato complice della sua irrequietezza.

Pubblicato in Ariete
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:09

Ariete, Gennaio 2011

Buon anno, Ariete! Nel 2010 hai dato, dato, dato. Non solo: hai dato nell’ombra, quasi non volessi dar fastidio a nessuno, come se avessi paura di esporti. Ebbene, in questo 2011 comincerai a raccogliere. Con altrettanta discrezione, vedrai concretizzarsi poco alla volta i progetti su cui avevi investito. Ma questo non succederà per mano divina: dovrai essere tu a guardare dall’alto del nuovo anno su quello passato e vedere quali campi sono pronti per prenderne i frutti. Il consiglio delle stelle è di non perdere tempo con quelli ancora immaturi.

Vicolo del Mortaio, Naguib Mahfouz

Il buon Kamil si accigliò, impallidì e gli occhi si riempirono di pianto ma lo Shaykh alzò le spalle indifferente e continuando a fissare il soffitto proseguì:
Chi muore d'amore, di pena se ne muore
senza di questo non c'è alcun bene nell'amore.
Infine si stropicciò le mani soffiandovi sopra e concluse:
"Signore e giudice di ogni cosa, concedici la misericordia dei santi. Signore, che io possa essere paziente, non ha forse ogni cosa la sua fine? Sì, ogni cosa ha la sua fine, che in inglese si dice end e si scrive e.n.d.".

Pubblicato in Ariete
Lunedì, 06 Dicembre 2010 23:38

Ariete, Dicembre 2010

Chi stai cercando, Ariete? In questo mese di dicembre gli astri prevedono per te una caccia al tesoro, una ricerca bella e faticosa di qualcuno perso nella routine che allontana e che facebook non risolve. Il nuovo anno ti porterà fortuna perché di chiunque tu ti sia messo sulle tracce, lo troverai. Niente di più adatto per te de:

L'amico ritrovato, Fred Ulhmann

Entrò nella mia vita nel febbraio del 1932 per non uscirne più. Da allora è passato più di un quarto di secolo, più di novemila giorni tediosi e senza scopo,che l'assenza della speranza ha reso tutti ugualmente vuoti - giorni e anni,molti dei quali morti come le foglie secche su un albero inaridito

Pubblicato in Ariete
Domenica, 08 Agosto 2010 09:27

Ariete, Agosto 2010

La gelosia ti tormenta. Vedi tradimenti ovunque e stai diventando peggio di un complottista. Vorresti che tutto fosse tuo, sotto il tuo controllo, dentro il tuo possesso, ma non funziona esattamente così. Colui o colei che stai tentando di asfissiare col tuo atteggiamento rischia di essere ciò che più perderai. E la gelosia, a questi livelli, oltre che improduttiva, può anche essere molto pericolosa. Ripassane i rischi con:

La sonata a Kreutzer, Lev Nikolaevic Tolstoj

Mia moglie volle allattare di sua spontanea volontà tutti i suoi cinque figli. Ma dopo il primo si ammalò. I medici, che con gran cinismo la spogliavano e la maneggiavano in tutti i modi, cosa per cui io dovevo poi anche ringraziarli e pagarli cari, proprio quei dottori mi annunciarono con delicatezza che non poteva più allattare e così per quella prima volta le fu tolto l’unico mezzo che avrebbe potuto impedirle di fare la civetta.

Pubblicato in Ariete
Domenica, 18 Luglio 2010 15:46

Ariete, luglio 2010

Ariete

Stai somatizzando troppo. Tutti i piccoli accidenti che afferiscono alla sfera della salute non hanno a che fare con sbalzi di temperatura o con l’acqua fredda gassata che hai bevuto. E’ ora di un viaggio, si tratti di un giro del Messico per due mesi o di un weekend alle terme di Agnano. Procurati su internet solo il modo per arrivarci, ma per il resto non ti documentare sul web, piuttosto comprati una guida della località scelta: la stanchezza che ti porti dietro sarà colmata da una curiosità rigenerante.

Pubblicato in Ariete
Sabato, 22 Maggio 2010 17:52

Ariete

Complice la primavera, a te dell’Ariete vien solo voglia di sognare. Se fosse possibile tradurre il tuo cuore in musica, ne verrebbe fuori un valzer. È arrivato il momento di abbandonare i tuoi rigidi schemi e di sognare posti incantati e pisolini ristoratori, abiti leggeri e passeggiate a piedi scalzi. Per te, non c’è niente di meglio di: “Ti amo, come lo hanno detto gli uomini famosi”, a cura di Doyle Ursula, un libro che raccoglie le lettere d’amore scritte dai grandi uomini di tutti i tempi e che ricorda che la febbre dell’amore è una sola, perché le pene e le palpitazioni afferrano ugualmente comuni mortali e geni. Donne: sospirate senza porvi limiti. Maschi: prendete spunto per una lettera d’amore che non avete mai scritto, è ora.

Ti amo, come lo hanno detto gli uomini famosi, Doyle Ursula
Dalla lettera di Ludwig Van Beethoven alla sua amata, che nessun biografo ha mai scoperto chi sia:

Angelo mio, mi dicono ora che la posta funziona tutti i giorni - quindi chiudo affinché tu possa ricevere la lettera al più presto - sii calma, solo contemplando con serenità la nostra esistenza potremo raggiungere il nostro scopo di vivere insieme - sii calma - amami - oggi - ieri - Quanta nostalgia, quanto rimpianto di te - di te – di te - mia vita - mio tutto - addio - ti prego continua ad amarmi - non smentire mai il cuore fedelissimo del tuo amato
L.

Eternamente tuo
Eternamente mia
Eternamente nostri”

(l’astrologa si dichiara consapevole circa il fatto che la stessa citazione sia contentuta in Sex and the City – il film)

 


Pubblicato in Ariete


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.