Ariete, Aprile 2011

Dritti allo scopo, determinati fino in fondo, impregnati di una spregiudicatezza che rasenta la ferocia. Si può sapere che vi succede a voi dell’Ariete? Va bene tutto: lo stimolo alla competizione, l’arte di saperci fare, la guerra in nome della meritocrazia. Passi anche una certa sana, cattiva, furbizia ma così dimenticate una regola fondamentale: ciò che non succede ora, succederà e ciò che fate finta di ignorare, prima o poi busserà alla vostra porta.

La gente che sta bene, Federico Baccomo

Ora va di moda il revisionismo. Prendiamo Colombo, tutti a dire che è uno che alla fine ha sbagliato. E io dico allora: e se avesse fatto solo finta di sbagliare? L’America era sconosciuta a quel tempo. Avesse detto: «Vado in un posto sconosciuto», voglio vedere chi lo finanziava. A quei tempi ci volevano un sacco di soldi per viaggi del genere. Allora lui dice: «Vado in India.» «Ah, beh, l’India» dicono quelli, «eccoti le caravelle.» È un’ipotesi. Poi, chiaro, lì ci sono tutti i problemi della storia ufficiale, interessi da tutelare, archivi segreti. E poi anche se avesse sbagliato, signori, ha trovato l’America. Voglio vedere quando sbagliate voi.

 

Lascia un commento