tu sei qui: Home Cross selling Visualizza articoli per tag: mondadori
Visualizza articoli per tag: mondadori
Lunedì, 24 Giugno 2013 17:41

La sfortunata carriera del partigiano Levi

Il “segreto brutto” e il misterioso suicidio di una donna ebrea. Non si placano le polemiche occorse intorno al libro di Sergio Luzzatto “Partigia” dove si ricostruiscono i passaggi salienti della breve e sfortunata carriera di partigiano di Primo Levi. E, in particolare, del “segreto brutto” custodito dal grande scrittore a proposito della fucilazione da parte dei partigiani della banda del Col Joux di due compagni giudicati responsabili di qualcosa che filtrerà sporadicamente tra le pagine successive di Levi e che Luzzatto immagina, pur dentro la tragedia della guerra civile e dell’occupazione tedesca, forse esagerata, se non conseguente a “futili motivi”. Cioè il contenuto di un senso di colpa non dicibile.

Pubblicato in Letture

Le porno mamme alla riscossa.

Arrivi alla fine un pò provata, ma con la curiosità di sapere come continua questa storia d'amore in cui in non detti riservati all'immaginazione hanno lasciato il posto ai rapporti espliciti e descrizioni minuziose, con posizioni e orgasmi. In riflessi di te, secondo capitolo della Crossfire Trilogy di Sylvia Day, Eva e Gideon continuano a prendersi e a lasciarsi, dopo essersi conosciuti e subito amati in A nudo pe te. >>

Pubblicato in Letture
Sabato, 10 Novembre 2012 09:18

Sette minuti dopo la mezzanotte

"... E quando avrò concluso le mie tre storie,
tu me ne racconterai una quarta.
Non sono bravo a raccontare storie.
Me ne racconterai una quarta, ripetè il mostro, e sarà la verità. La verità?
Non una verità qualsiasi. La tua verità ... "

La grande letteratura valica i confini spazio-temporali nei quali vengono a volte esiliati i libri per ragazzi. Sette minuti dopo la mezzanotte è un capolavoro di grande letteratura oltrechè essere un libro per ragazzi.

Buona lettura piccoli e grandi lettori!

Pubblicato in Piccoli lettori crescono
Giovedì, 02 Agosto 2012 08:24

50 sfumature di spazzola e 100 colpi di grigio

Devo ammettere che la prima volta in cui ho sentito parlare di “50 sfumature di grigio”, ho pensato di poter rimandare. Mi ripetevo scaramanticamente che non sarebbe stato questo il caso editoriale dell’estate, che forse alla fine me la sarei scampata.

E invece eccomi qua, con il mio snobismo punito a suon di schiaffoni sul sedere da questo capolavoro di marketing moderno, prima portato nella stanza delle torture e poi sottomesso con un frustino dall’evidenza dei fatti. Con un ritardo di un paio di mesi (tranquilli, non sono incinta) mi sono messa a leggerlo, sapendo che sarebbe andata a finire così, seviziata dal primo della trilogia delle cinquanta sfumature di Mr Grey (il cognome del protagonista. E io che avevo pensato, povera illusa, almeno ad una metafora da pantone). Sono caduta stordita sotto i 100 colpi di questa spazzola inglese, insieme a Natalia Aspesi su Repubblica e Julie Bosman del New York Times.

Sabato, 30 Giugno 2012 10:13

L'assalto della porno-mamma

E’ partita dalla tradizione del romanzo rosa. Poi ha aggiunto una spruzzata di amori vampireschi con una tecnica appresa dalla lettura di Twilight, la fortunatissima saga dell’americana Stephenie Meyer diventata un successo planetario. Infine ha aggiunto sesso sadomaso, in dosi abbondantissime. Così ènata una trilogia capace di troneggiare per settimane al vertice delle classifiche americane e inglesi, appena sbarcata in Italia. La prima parte si intitola Cinquanta sfumature di grigio, uscita giorni fa, la seconda in libreria da un paio di giorni, sempre per Mondadori, cambia il colore in nero, la terza - che arriverà il 17 luglio, lo vira in rosso.

Pubblicato in Letture

David Grossman ha recentemente terminato il suo " tour" europeo iniziato nel 2010 e conclusosi proprio il mese scorso a Bruxelles, per l'ultima tappa. Tour per promuovere il suo ultimo romanzo, ma non solo. L'esperienza di ascoltare dal vivo e incontrare David Grossman rimane sempre qualcosa di affascinante e di unico al di là dell'occasione e delle spesso imbarazzanti domande poste dai giornalisti (soprattuto riguardo la sua vicenda personale), perché la profondità, l'umanità e la sensibilità della persona trascendono il ruolo dello scrittore, per arrivare semplici e dirette all'ascoltatore. Non si tratta del carisma o della personalità, ma del valore e del contenuto delle sue parole che non sono quindi solo prerogative dei suoi libri.

Pubblicato in Letture
Sabato, 14 Gennaio 2012 16:33

Nemmeno un bacio prima di andare a letto

nemmeno un bacio prima di andare a letto

… Ballo per queste persone che allungano le mani
e infilano dei soldi nelle mie scarpe e nell’elastico del perizoma,
ma i miei occhi sono fissi su Ruben.
È per lui che sono qui.
È il suo pensiero che tiene insieme le mie cellule
e mi impedisce di infrangermi in centinaia di pezzi sul pavimento ...”  [continua]

 

Pubblicato in Piccoli lettori crescono
Domenica, 30 Ottobre 2011 07:25

Tiziano Terzani. Da bestseller a fatto sociale

Il nostro amico Àlen Loreti ha presentato con Angela Terzani a Faenza il 18 ottobre, l'uscita del secondo meridiano di Terzani. E' stato un bellissimo evento che ha richiamato l'attenzione della stampa. Di seguito pubblichiamo l'intervista che Àlen ha rilasciato ad Andrea Palli per il Fatto Quotidiano.

Anche Tiziano Terzani ha i suoi “Meridiani”. La collana Mondadori che raccoglie le opere dei più grandi scrittori gli ha dedicato due volumi. L’imolese Àlen Loreti ha curato l’edizione con notevole rigore scientifico. Un ingente archivio di documenti, foto e corrispondenze è stato messo a sua disposizione dalla moglie di Terzani. “Sono stati due anni di lavoro intensi. Angela Terzani mi ha fornito moltissimo materiale da esaminare”, spiega Loreti, “ma la parte più impegnativa è stata sintetizzare la mole di appunti, lettere, diari, taccuini e concentrarli in 130 pagine che sono la prima vera cronologia organica della vita di Terzani. Saperla soddisfatta è per me il riconoscimento più grande”.

Pubblicato in Elzeviri
Sabato, 10 Settembre 2011 11:30

Stargirl

stargirl… Il fatto è che, in un gruppo, tutti agiscono fondamentalmente allo  stesso modo è così che il gruppo si tiene insieme.
-     Tutti? -  chiese lei.
-    Beh, quasi tutti -  risposi -  Per questo ci sono prigioni e manicomi, perché le cose continuino così.
-    Pensi che dovrei stare in prigione? - mi chiese.
-    Penso che dovresti sforzarti di essere più simile a tutti noi - risposi.
-    Perché?
-    Perché sì.
-    Dimmelo - insistette.
-    Perché non piaci a nessuno – dissi …

Pubblicato in Piccoli lettori crescono

da Il Corriere della Sera.
La vita di Terzani riflessa nei suoi libri: dall'Olivetti a reporter in Cina e Vietnam

Tiziano Terzani
TUTTE LE OPERE
a cura di Àlen Loreti
Mondadori
pp. CCXIX-1.554, 60
C'era anche Tiziano Terzani ai funerali di Pino Pinelli, nel dicembre 1969, a Milano. Camminava a passi lenti dietro le bandiere nere degli anarchici, portava sulle spalle Folco Mao nato da pochi mesi. La faccetta vispa e infreddolita del bambino spuntava sopra le teste del corteo, cupo, dolente e rabbioso. Franco Fortini, Giovanni Raboni, Vittorio Sereni marciavano accanto ai ragazzi incappucciati nell'eskimo e ai vecchi compagni di Pinelli con il cravattone nero della tradizione.

Terzani era arrivato da poco a Milano, lavorava a «Il Giorno», un grande quotidiano, allora, diretto da Italo Pietra dove era approdato dopo le segnalazioni di Paolo Volponi e di Vittorio Emiliani. Praticante giornalista, «faceva la notte» nella redazione esteri, imparava il mestiere, «passava» le notizie, qualche volta scriveva una «biro», 15 centimetri di piombo. L'uomo vestito di bianco amato da moltitudini nei primi dieci anni di questo secolo cominciava così, da Milano, il lungo viaggio nelle spire del mondo, tra Singapore, il Vietnam, la Cina, il Giappone, l'India, l'Himalaya.
Esce ora da Mondadori un Meridiano, Tutte le opere, a cura di Àlen Loreti, con un saggio introduttivo di Franco Cardini (pp. CCXIX-1.554, 60). Contiene i suoi libri pubblicati fino al 1992: Pelle di leopardo (1972-1973); Giai Phong!, la liberazione di Saigon (1976); La porta proibita (1984); Buonanotte, Signor Lenin (1992). Un secondo Meridiano uscirà in autunno e raccoglierà i libri scritti fino alla morte, all'Orsigna, sull'Appennino pistoiese, il 28 luglio 2004.

prosegui la lettura sul Corriere

Pubblicato in Elzeviri
«InizioPrec.1234567Succ.Fine»
Pagina 4 di 7


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.