tu sei qui: Home Un libro per ogni segno bilancia
bilancia

Visualizza articoli per tag: bilancia

Domenica, 12 Giugno 2011 20:56

Bilancia, Giugno 2011

Diceva Oscar Wilde: “Ogni donna tende ad assomigliare a sua madre, è questo il suo dramma. Ogni uomo, crescendo, tende a non assomigliare a sua madre, ed è questo il suo dramma”. Di qualunque genere sessuale tu sia, caro/a Bilancia, sei sicuramente frutto dei tuoi genitori, che la cosa ti piaccia o no. L’imprinting che ti hanno lasciato addosso (e che continuano a lasciarti) può essere compreso ma mai davvero combattuto, nel qual caso diventa tutto tempo perso, oltre che sprecato. A meno che tua madre non ti abbia abbandonato mentre eri in culla e tuo padre sia un assassino, perdonali e amali, anche e soprattutto attraverso te stesso. In bocca al lupo.

 

Libertà, Jonathan Franzen

L’unico padre sconfitto è un padre morto.

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Mercoledì, 04 Maggio 2011 17:56

Bilancia, Maggio 2011

Cara Bilancia, il cambio di stagione si avvicina ma - a fronte dello stress che provoca - ricordati sempre che sistemare casa come gli armadi è un toccasana per l’equilibrio mentale. Il caos genera caos solo a patto di vedere il bicchiere mezzo vuoto, altrimenti diventa movimento energetico che ti prende e ti sbatte in tutte le direzioni, come le giostre che da bambino ti facevano ridere, mica agitare! Per te quindi niente di meglio di questo capolavoro, che racchiude tanti capolavori, autosufficienti e vitali, a cui potrai dare l’ordine che vuoi.

Paris Review, Il libro della gente con problemi, A.A.V.V.

Joanna Scott, Un caso borderline

 

K: “Come mai lei è in questo stato?”

B: “Mi prenda come paziente e lo scopra.”

K: “Per mio interesse? No grazie, gli altri non mi incuriosiscono.”

B: “Non mi vorrà rifiutare?”

K: “Prima vediamo se siamo il genere di persone che possono lavorare insieme.”

B: “Allora voglio avvertirla – non ho inconscio. Adesso mi rifiuterà.”

K: “Non lo farò. Non ancora, almeno. Prima voglio offrirle qualcosa da bere. E poi vedremo quello che vedremo.”

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Lunedì, 04 Aprile 2011 17:20

Bilancia, Aprile 2011

Secondo un recente sondaggio inglese, in Europa ciascuno di noi dice una media di 5 bugie al giorno. Ma se le bugie le diciamo, vuol dire anche che ci crediamo. Così come crediamo qualche volta alle bugie collettive, note col nome di ‘bufale’. Di libri del genere ne sono già stati pubblicati ma di questo ne apprezzerai la completezza. Alcune bufale sono dei piccoli capolavori di genialità (chi scrive riuscì a convincere un corteggiatore di essere una discendente di Giuseppe Mazzini) ma anche quelle collettive sono un passatempo orale di cui non ci stancheremmo mai. E allora, tu che di bugie stai riempendo l’aria, consolati e divertiti con:

101 stronzate a cui abbiamo creduto almeno una volta nella vita, Severino Colombo

L’incontro ravvicinato con un alieno è vivamente raccomandato – quasi obbligatorio – in una galleria di bufale. Magari non come quello, piuttosto animato, capitato l’11 maggio del 2007 a un contadino messicano, Marao Lopez, che l’alieno se l’è trovato davanti in carne ed ossa (ammesso che pure loro siano fatti così). Stando al suo racconto: l’ET era prigioniero di una trappola per topi in un fossato vicino alla sua fattoria, a Metepec, non lontano da Toluca. Marao ha dovuto faticare non poco, e pure farsi aiutare da altri contadini, per avere ragione della creatura che cercava di liberarsi ed emetteva stridule grida.

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Martedì, 01 Marzo 2011 07:24

Bilancia, Marzo 2011

Tra i vari segni, Bilancia, sei il più spirituale. La sintonia che cerchi con gli altri ha un alone di ultraterreno. Conoscenza e intuito in te si muovono sempre dentro una bolla cosmica che orienta la tua vita oltre l’hic et nunc. Necessario per te andare dietro, a vedere cosa c’è, o metterti di fianco, per cogliere segnali che perderesti nella posa frontale. Non c’è quindi alcun dubbio per le stelle sul libro da consigliarti per questo mese: si tratta della storia di Mosè, il “primo alpinista” a cogliere la parola di Dio e a divulgarla.

E disse, Erri De Luca

Era felice al vento, lo accoglieva in ascolto. Era di quelli che afferrano una frase dove gli altri intendono solo un chiassoAndava per desiderio di staccarsi dal campo, dalle voci, saliva per allontanamento.

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Venerdì, 04 Febbraio 2011 15:52

Bilancia, Febbraio 2011

Leggere i bestsellers non è reato, soprattutto se lo si fa con discrezione e senza coazione a ripetere. Guardare la classifica dei libri più venduti del momento fa venire un po’ di sconforto, è vero,  ma per te, Bilancia, che per fortuna non sei ossessionato dalla cucina della Parodi né dai fornelli della Clerici e che al cuore di spada preferisci il cuore di panna, la scelta tra i libri più letti del momento non può che cadere su:

I dolori del giovane Walter, Luciana Littizzetto

Il body scanner degli aeroporti e' un problema per la privacy. Per le donne passi, più o meno le jolande si somigliano. Ma per i maschi no. Per chi c'ha un walterino sarà un disastro, dovrà stare col suo bel tappo di spumante alla vista di tutti. Solo quelli che hanno un cormorano al posto del walter faranno un figurone. Li vedremo entrare a passi lunghi e bacino in avanti chiedendo alle addette: "Che ne dici, amore, di quest'arma di distruzione di massa”.

 

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:20

Bilancia, Gennaio 2011

Buon anno, Bilancia! Quante novità tecnologiche ci sono state nel 2010 e tu dietro a tutte! Sei, tra i segni, quello che più ama tenersi aggiornato e hai costruito la tua giornata tipo proprio all’insegna della filosofia ‘on line’. Non ci sono dubbi che tra i fautori del wireless libero, la maggior parte appartenga proprio a questo segno zodiacale. Ma per questo nuovo anno il consiglio delle stelle è di staccare la spina, di andare con il mouse su quella X e spostare cuore, cervello e occhi dal web della vita. Insomma, prova a stare più dentro e meno fuori, e soprattutto a camminare di più: quel che si vede su un tablet spesso non è altro che uno specchio di quel che ti sta accadendo sotto il naso.

Arthur Bloch, La legge di Murphy del 2000

Il progresso forse andava bene una volta ma è durato troppo.

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Lunedì, 06 Dicembre 2010 23:46

Bilancia, Dicembre 2010

A fine anno, cara Bilancia, tu più degli altri segni, fai una sorta di bilancio dell’anno trascorso. Bilancio che non riguarda solo la tua vita, ma la vita dell’universo intero: i tuoi nuovi propositi riguardano sempre anche i più alti doveri verso il mondo offeso, per parafrasare Elio Vittorini in “Conversazioni in Sicilia”.  La tua ricerca di miglioramento difatti non copre solo lo sforzo individuale ma è teso verso quel piccolo tassello che ciascuno può mettere in fila agli altri perché le cose vadano meglio. Questo ti fa onore. Confrontati quindi con:

Un oscuro scrutare, Philip K. Dick

Ci vuole una forma superiore di saggezza, pensò, per sapere quando occorre usare l’ingiustizia. Come può mai la giustizia soccombere in nome di ciò che è giusto? Come è possibile una simile contraddizione? E’ possibile, si rispose, perché una maledizione attraversa il mondo, e tutto questo lo prova; proprio questo ne è la prova. Da qualche parte, nel più profondo dei livelli, il meccanismo, quello che riguarda la struttura stessa delle cose, s’è rotto, e da ciò che ne è rimasto affiora la necessità di commettere ogni sorta di oscuri errori, quegli stessi errori che una scelta più saggia un tempo ci avrebbe fatto soltanto prefigurare. Un tale guasto deve essersi verificato migliaia di anni fa; da allora in poi s’è infiltrato nella natura stessa delle cose. E, pensò, in ognuno di noi. Non possiamo d’improvviso aprire la bocca e parlare, o decidere qualsiasi cosa, senza rivivere quel guasto.

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:53

Bilancia, Agosto 2010

Avventura! Avventura! E ancora una volta, avventura! Il bello di programmare tutto, ogni tanto deve cedere il posto al piacere di vedersi misurare con le prove che la vita ti mette davanti. Ogni sfida diventa un piacere se ti lasci qualche incognita da risolvere, non credi? E allora, cosa c’è di meglio di un libro sui pirati? Che tu ami il genere o meno, ne resterai letteralmente incantato, parola delle stelle.

La vera storia del pirata Long John Silver, Biorn Larsson

Non mi diedi la pena di spiegare a England che era indispensabile sacrificare un capro espiatorio, se volevamo rimanere un po’ più a lungo su questa terra. Quelli come lui, che, a sentir loro, sanno distinguere tra la vita e la morte, non capiscono che a volte bisogna scegliere l’una o l’altra

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Domenica, 18 Luglio 2010 15:54

Bilancia, luglio 2010

Dì la verità che ti senti un po’ bambino ultimamente. Che sia arrivato qualcuno di molto piccolo nella tua vita o che tu abbia ritrovato vecchie biglie che avevi nascosto e poi per sempre dimenticato, stai ritoccando sulla pelle certe sensazioni, certi modi di vedere il mondo, addirittura suoni e sapori che sembravano lontani anni luce. Naturalmente, l’oroscopo di luglio ti consiglia di cavalcare il momento e di goderti appieno:

Colui che gli dei vogliono distruggere, Gianluca Morozzi

Volò lentamente e con calma sui tetti, ben attento a ogni movimento sospetto. Planò verso un rapinatore armato di coltello, e mentre il rapinatore e la vittima alzavano gli occhi stupefatti, Leviatan attirò il coltello telecineticamente. Lo fece con calma, in silenzio, senza espressioni particolari. Un semplice lavoro di routine. Consegnò il rapinatore urlante e scalciante alla polizia, senza neppure toccarlo, tenendolo a mezz’aria con il suo potere. Allo stesso modo impedì l’aggressione a una prostituta in zona Fiera, il furto di un’auto alla Bolognina, degli atti di vandalismo su una canina telefonica al quartiere Lame.

Pubblicato in Bilancia
Domenica, 23 Maggio 2010 07:00

Bilancia

Diciamolo subito apertamente: è un periodo in cui stai rosicando. L’erba dei vicini, ultimamente, è di un verde brillante mentre tu non hai neppure cominciato a buttare via le foglie secche dell’inverno. Ma come sai, guardare gli altri sottrae tempo utile a fare cose interessanti per te stesso; tutte le volte che incontri qualcuno che ti sembra più bravo o più simpatico di te, non perdere l’occasione per accogliere suggerimenti di vita, irrigidendoti in un’invidia sterile che non ti porta da nessuna parte. Quel che ti serve è “Il piccolo Lutrig”, di Luciana Lanzarotti, innanzitutto perché al protagonista, un ladro, non avrai nulla da invidiare e in secondo luogo perché forse questo romanzo ti insegnerà a vivere in sintonia con gli altri, senza doverli per forza classificare in amici/nemici.

Il piccolo Lutrig, Luciana Lanzarotti

Portofino dorme ancora. Abitanti e paesi ricchi dormono molto e se qualcuno rompe una vetrina se ne accorgono tardi. Il tassista ci ha sorriso, chi va in certi posti è rispettabilissimo e anche invidiato. L’invidia è pericolosa come la passione. Si sente quando comincia, ma non si sa quando finisce, né se finirà.

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Vita di libreria

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.