Comunisti senza comunismo

copertinaDicevano, in quell’indimenticabile 1989, che cambiare tutto, a partire dal nome, era l’unico modo per salvare la sinistra. Alla Bolognina andò in scena “la Svolta”: lo psicodramma della morte del PCI, con la sua trama gialla, i suoi primattori, e comparse e il deus ex ma-china. Sembrava il delitto perfetto, si sarebbe rivelato un suicidio strategico. Vent’anni dopo la stessa compagnia di attori mette in scena un nuovo spettacolo: è la nascita del PD, l’alba di una nuova sconfitta per l’eterna tribù degli ex e dei post comunisti.

Lascia un commento