Letture postfestività

Le feste sono finite, gli alberi di Natale sono stati riposti, le luci sono spente, le diete detox hanno preso il posto delle abbuffate e un nuovo anno è iniziato. Fra i tanti buoni propositi dell’anno appena iniziato ho messo la lettura alla quale ho dedicato molto tempo già durante le festività. Sono una frequentatrice orgogliosa di biblioteche dove prendo mensilmente uno o due libri di cui spesso prorogo i prestiti.

Un po’ prima di Natale mi sono recata in biblioteca e ho fatto il pieno di libri. Amo molto il giallo e quindi mi sono scelta, lo dico sinceramente dei classici gialli, non poteva quindi mancare la regina del giallo: Agatha Christie. Per entrare nell’atmosfera natalizia, ho iniziato a leggere “Il Natale di Poirot”, dove una ricca famiglia con a capo un padre anziano e tiranno ne assisterà all’omicidio brutale. La Christie qui supera ogni aspettativa riguardo alle modalità dell’omicidio. L’anziano padre Simeon Lee viene trovato riverso a terra in una stanza completamente devastata con un tavolo rovesciato, la zuppiera e la frutta sparse per la stanza e la porta chiusa a chiave dall’interno. Un caso complicato per Poirot almeno all’apparenza, ma al solito il detective belga dai simpatici baffi, scoprirà la verità nel passato di Simeon Lee e le sue molte ombre fra bugie, gelosie e questioni di eredità. Tutto sta nel passato dell’uomo.

Nello stesso tempo ho iniziato a leggere un altro giallo sempre della Christie, “Poirot sul Nilo”. Cambia l’ambientazione ma i personaggi come nell’altro giallo sono affascinanti, particolari e assorbono l’attenzione del lettore. Ammetto di aver visto anche il famoso film “Poirot sul Nilo”, titolo originale “Death
on the Nile”, con uno strepitoso Poirot interpretato da Peter Ustinov, il cast di allora era ricco di attori a tutto tondo. Per chi non lo avesse visto, una delle attrici era Angela Lansbury recentemente scomparsa che interpretava Salome Otterbourne. La Lansbury fa sfoggio di tutta la sua bravura di attrice caratterista, ben
lontana dalla nota e tanto amata Jessica Fletcher che è diventata il suo alter ego. Con queste letture ho spaziato dal grigio Natale britannico al calore del sole egiziano, trovandomi a navigare su quel battello dove si assiste a un omicidio di una ricca signora. Mi sono abbandonata alle atmosfere e ai personaggi come se fossi in mezzo a loro, complici i pomeriggi lunghi e interminabili accompagnati dal buio invernale.

Vi dico che ho in programma altre letture che mi allieteranno, sempre sul genere giallo: Miss Marple, “Indagare è il mio peccato”, John Le Carrè, “La spia perfetta”, Agatha Christie, “Un cavallo per la strega”, Agatha Christie “Il caso del dolce Natale”, “Agatha Christie,” Miss Marple giochi di prestigio”. Sono un’appassionata della signora Christie e mi piacerebbe fare un club del giallo a suo nome. A ognuno il suo, scegliete un genere, un libro, leggete e confondetevi con i personaggi, trasferitevi nei suoi luoghi e andatene alla scoperta. Ah!, mi ero dimenticata: ho letto i libri in italiano, ma se guardo film su Poirot e Miss Marple li guardo in lingua originale e vi assicuro che è ancora più intrigante.
Buona lettura

.

Per BookAvenue, Francesca Lombardi

.

.

.

.

leggi della stessa autrice


close
BookAvenue Newsletter

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

La nostra newsletter arriva ogni mese. Iscriviti! Niente pubblicità e promettiamo di non abusarne.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento