tu sei qui: Home Un libro per ogni segno Visualizza articoli per tag: pesci
Visualizza articoli per tag: pesci
Domenica, 12 Giugno 2011 21:01

Pesci, Giugno 2011

Le persone si dividono in due categorie, tra le tante possibili: ci sono quelle che quando sono depresse, si chiudono in se stesse per non dare fastidio al mondo, e poi ci sono quelle che invece parlano anche con gli sconosciuti in metropolitana di cosa li stia angustiando. Tu, caro mio del Pesci, oscilli costantemente tra questi due estremi: da un lato vuoi restare in disparte mentre il mondo, come volevasi dimostrare, può fare benissimo a meno di te, dall’altra però pretendi che gli altri siano sulla tua lunghezza d’onda e che sappiano cogliere i tuoi momenti no. Ma sai cosa potrebbe pensare la gente di te?

 

Libertà, Jonathan Franzen

Dall’esperienza con Molly Tremain aveva imparato che era meglio non tentare di salvare una donna che stava annegando, a meno che non fosse pronto ad annegare anche lui.

Pubblicato in Pesci
Mercoledì, 04 Maggio 2011 18:03

Pesci, Maggio 2011

Sempre così serioso e profondo, il fabbisogno di un libro leggero supera nel tuo caso quello del numero necessario di calorie al giorno per tenerti in vita. E tra tutti i manuali sui 100 modi in cui fare qualcosa, questo qui sembra il più adatto, perché ti traghetterà verso un sonno col sorriso sulle labbra e, si spera, verso sogni più leggeri e colorati. Corredato da grafici esplicativi, che le donne pesci troveranno ridondanti ma che gli uomini dello stesso segno quasi certamente tradurranno in appunti.

101 cose da fare a letto, Alberto Calligaris

ATTENZIONE. QUESTO LIBRO PUÒ ESSERE USATO DAL LETTORE COME CONTRACCETTIVO NATURALE

ISTRUZIONI ISTRUZIONI PER L'USO


1) Posizionare il libro tra le ginocchia, stringendo forte.


2) Sentirsi liberi di accettare qualsiasi scambio erotico avendo l’avvertenza di non lasciare mai cadere il libro. La pressione esercitata contro il libro impedirà naturalmente qualsiasi gravidanza indesiderata.


3) Se il libro dovesse in qualsiasi modo e per qualsiasi circostanza scivolare e cadere l’autore declina ogni responsabilità a riguardo.

 

Pubblicato in Pesci
Lunedì, 04 Aprile 2011 17:25

Pesci, Aprile 2011

Pesci, se le tue estenuanti strategie ti portassero a qualcosa, persino le stelle cambierebbero rotta e ti verrebbero fedelmente dietro anziché mettersi lì a dispensarti consigli. Siccome però di fatto non ne azzecchi una, tergiversi nei tuoi meandri muovendo passi falsi (falsi perché non si capisce mai se quello che stai dicendo è un sì o un no, se è un “provaci” o “non ti azzardare”), allora perentorietà è quel che ci vuole con te. LEGGI questo libro, e poi ne riparliamo:

Un delitto fatto in casa, Gianni Farinetti

È che se ami qualcuno – se scopri che ti piace, ti fa ridere, ti viene voglia di comprargli un maglione, di portarlo al mare, di dormire abbracciati – è naturale che prima o poi ti venga pure voglia di mettere su casa insieme, di decidere in due il colore delle piastrelle, di chi invitare a cena, di trascorrere insieme una settimana a Berlino, a Chicago, a Voghera! Altrimenti che senso ha? Ha senso prolungare all'infinito i fidanzamenti? Sempre in bilico tra casa tua e casa mia, i tuoi spazi e i miei? A rimbambirci con dei discorsi che girano a vuoto (che scivolano poi inevitabili in stucchevoli, appiccicose elucubrazioni psicanalitiche, che barba!). Mettiamo su famiglia una buona volta. Invecchiare insieme a qualcuno è o non è un naturale, sacrosanto desiderio, addirittura un diritto? Di certo, a lasciare che le cose vadano da sé, si rischia il nulla totale. Agguantati dal dèmone dell'immobilità.

Pubblicato in Pesci
Martedì, 01 Marzo 2011 07:29

Pesci, Marzo 2011

Nonostante grandi sforzi ed evidenti miglioramenti, tendi vocazionalmente all’autocommiserazione, al punto che potresti rischiare di trasformare le tue languide visioni del mondo in distaccate prospettive di vita. Cerca di recuperare un po’ di entusiasmo leggero, butta fuori dal balcone le tue pedanterie psicologiche e cerca di riscoprire cosa vale la pena veramente di pensare. Un grande scrittore lo ha fatto ed è venuto fuori un insolito libro a favore del vegetarismo. Fai la stessa operazione anche tu, con qualunque altra cosa ti stia a cuore.

Se niente importa
 perché mangiamo gli animali?,Jonathan Safran Foer

Entra mentalmente in un ascensore affollato, un ascensore così affollato che non riesci a girarti senza sbattere (esasperandolo) contro il tuo vicino. Un ascensore così affollato che spesso rimani sollevato a mezz’aria. Il che è una specie di benedizione, perché il pavimento inclinato è fatto di fil di ferro che ti sega i piedi. Dopo un po’ quelli che stanno nell’ascensore perderanno la capacità di lavorare nell’interesse del gruppo. Alcuni diventeranno violenti, altri impazziranno. Qualcuno, privato di cibo e speranza, si volgerà al cannibalismo.

Non c’è tregua, non c’è sollievo. Non arriverà nessun addetto a riparare l’ascensore. Le porte si apriranno una sola volta, al termine della tua vita.

 

Pubblicato in Pesci
Venerdì, 04 Febbraio 2011 15:57

Pesci, Febbraio 2011

Nonostante l’habitat, è tua caratteristica stare per aria, fluttuare tra te e gli altri prediligendo l’aspetto psicologico, spesso commettendo l’errore di valutare prevalentemente sulla base di  di affinità  o discordanze affettive. Quel che ti serve in questo momento è un po’ di sana storia, del nostro passato che è anche il tuo. Una storia che non è fatta di date e di avvenimenti, non solo, ma di racconti di aneddoti che ti aiuteranno a capire che ogni processo di unità, come quello che stai cercando di realizzare per te, è frutto di fatica e di compromessi. Credi alle stelle, ti piacerà immensamente.

La patria bene o male, Carlo Fruttero e Massimo Gramellini

Non sembra il caso di suggerire ai nostri lettori di non aspettarsi i grandiosi affreschi di Tucidide o Tacito, di Machiavelli o Gibbon. Tutti sanno che non siamo storici e non avremmo comunque il mestiere e il genio per guardare a tali altezze. Ma da quei maestri una lezione l’abbiamo pur appresa: la Storia obiettiva, la Storia imparziale, la Storia definitivamente veritiera non esiste, può essere soltanto un’aspirazione, una meta intravista e irraggiungibile.
Ogni pagina di questo libro è arbitraria e contestabile. Abbiamo scelto 150 giornate a nostro avviso significative, distribuendole equamente fra i quindici decenni dell’Italia Unita. Ma cosa vuol dire significative? Alcune erano obbligatorie, la breccia di Porta Pia, Caporetto, la marcia su Roma, il rapimento Moro, Mani Pulite, eccetera. Ma molte altre, non senza lunghe discussioni tra di noi, sono state incluse o escluse, con intendimenti ragionevoli e tuttavia opinabili. C’è cronaca rosa e c’è cronaca nera, sinistri figuri stanno accanto a purissimi eroi, non manca Pavarotti, ma è assente la Callas. C’è il Vajont, ma non il Polesine. L’assassinio di Casalegno e non quello di Tobagi. Primo Carnera, Enrico Cuccia e Alberto Sordi non sono chiamati sul palco, solo citati di sfuggita.
(…) L’impressione finale è che questa Patria sia una difficile Patria, più volte sull’orlo del baratro, più volte nel baratro precipitata, con continue riprese anche stupefacenti, anche ammirevoli. C’è di che inorgoglirsi, ma purtroppo anche di che vergognarsi. Un Paese irritante, fastidioso, quasi sempre dilaniato da emotività contrapposte e che potrebbe fare molto di più, come dicevano gli insegnanti alle nostre mamme. E ovviamente molto di più avremmo potuto fare anche noi, narrando questa Patria nel bene e nel male.

Pubblicato in Pesci
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:26

Pesci, Gennaio 2011

Buon anno, Pesci! Quanto le stelle ti consigliavano già nei mesi scorsi sta per realizzarsi. Nelle tue due vite parallele, quella ufficiale e quella nascosta sta per arrivarne una terza, frutto di un progressivo e costante compromesso tra le due. La vita esteriore sta perdendo terreno a favore di quella che vivi tra le mura di casa, ma in questo passaggio non perderai contatto con la realtà, che è il rischio che maggiormente ti affligge. Saprai invece pattinare molto bene tra le due sponde, fino a farle diventare una cosa sola.

La signora col cagnolino, Antòn Pàvlovič Čècov

 Egli aveva due vite: una in piena luce, che vedeva e conosceva chiunque volesse, vita piena di verità e menzogne convenzionali; e un'altra che si svolgeva in segreto. E per una strana coincidenza di circostanze, forse casuale, tutto ciò che era per lui importante, interessante, indispensabile, tutto ciò che egli aveva in sé di sincero e di schietto, e formava come il cuore della sua vita, ecco, rimaneva ignorato agli altri.

Pubblicato in Pesci
Lunedì, 06 Dicembre 2010 23:52

Pesci, Dicembre 2010

Hai dedicato molte energie al di fuori di te e ora pretendi che tutti capiscano la tua chiusura dentro le tue vecchie abitudini e le nuove passioni. Ma non funziona così: il mondo intorno a te vive vite parallele alla tua, con altrettanti schemi remoti e nuovi slanci. Spiegati piuttosto a chi non ti capisce: come sempre, chi ti ama ti seguirà senza colpo ferire. E allora non puoi fare a meno di riprendere tra le mani il classico dei classici,  e di seguire l’esempio di chi volle una vita diversa dagli altri e usò la scrittura per farlo sapere in giro:

Zibaldone, Giacomo Leopardi

So che sarò stimato pazzo, come so ancora che tutti gli uomini grandi hanno avuto questo nome. E perché la carriera di quasi ogni uomo di gran genio è cominciata nella disperazione, perciò non mi sgomenta che la mia cominci così. 
Voglio piuttosto essere infelice che piccolo, e soffrire piuttosto che annoiarmi, tanto più che la noia, madre per me di mortifere malinconie, mi nuoce assai più che ogni altro disagio del corpo.

Pubblicato in Pesci
Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:59

Pesci, Agosto 2010

Ogni tanto pensi che senza l’ausilio di alcol, droghe o tormenti interiori particolarmente lancinanti tu non sia creativo abbastanza. Come se il tuo estro risiedesse in qualcosa di esterno rispetto a te. Indagati a fondo perché naturalmente ciò è vero solo a metà e cerca di averne un approccio scientifico, leggendo e documentandoti con:

Il dio degli acidi. Conversazioni con Albert Hofman, Antonio Gnoli e Franco Volpi.

Domanda: In che modo le sostanze stupefacenti possono stimolare e amplificare la creatività artistica naturale?

Risposta: Non è facile generalizzare perché si rischia di fare della letteratura: posso dire quello che ho provato io. Nel mio primo viaggio avevo preso una dose cinque volte superiore al normale, e fu veramente un esperimento esistenziale. La mia coscienza era completamente trasformata. Ero sconvolto e disorientato al punto che non sapevo più dove mi trovavo. Avevo l’impressione di essere diventato pazzo e di essere prossimo alla morte. In questo avanzare fino al limite dello sperimentabile la mia sensazione è che si abbia una stimolazione della creatività. Non v’è dubbio che su questo piano la fantasia e l’immaginazione ricevono stimoli inattesi e prevedibili.

Pubblicato in Pesci
Domenica, 18 Luglio 2010 16:01

Pesci, Luglio 2010

Quel che devi fare in questo mese di luglio, caro Pesci, è non muoverti. Già troppo hai mosso o smosso intorno a te, con l’esito di produrre un mare di confusione che potrebbe ritorcersi contro di te (e, scusa se lo diciamo così, ti starebbe pure bene). Datti alla poesia, alla contemplazione, all’aulica osservazione di volti e tramonti, aspettando che le acque si calmino. Solo così potrai ritornare a tuffarti, stavolta stando attento a non fare troppi schizzi. Ogni Pesci avrà i suoi gusti, qui quel che il cielo consiglia è il classico dei classici, bene anche se alla sua seconda o terza lettura.

I fiori del male, Charles Baudelaire

La Natura è un tempio dove colonne vive

Lasciano a volte uscire confuse parole;

l’uomo vi passa attraverso foreste di simboli

che l’osservano con sguardi familiari.

Come echi lunghi che da lontano si fondono

In una tenebrosa e profonda unità

Vasta quanto la notte e quanto la luce,

i profumi, i colori e i suoni si rispondono.

Ci sono profumi freschi come carni infantili,

dolci come oboi, verdi come praterie

- e altri corrotti, ricchi e trionfanti,

che hanno l’espansione delle cose infinite,

come l’ambra, il muschio, il benzoino e l’incenso

che cantano gli abbandoni dello spirito e dei sensi.

Pubblicato in Pesci
Domenica, 23 Maggio 2010 07:12

Pesci

Il New York Times ha, tra le altre, un’intera redazione che si occupa solo di una cosa: verificare l’esattezza degli articoli che verranno pubblicati. Chi ci lavora, passa il suo tempo a setacciare i refusi più remoti e a controllare ogni dichiarazione, riferimento e data contenute in un’intervista o di un editoriale, per evitare le brutte figure come le cause legali. Prima che chi ti sta intorno ti faccia notare cosa non va nel tuo atteggiamento, Pesci, fallo tu, mettiti le virgole, e scopri come si fa con

Virgole, per caso, Lynne Truss, che scrive il libro

In memoria degli strepitosi tipografi bolschevichi di San Pietroburgo, che nel 1905 pretesero per i segni di punteggiatura la stessa tariffa delle lettere, e in tal modo accelerarono direttamente la prima Rivoluzione russa.

Pubblicato in Pesci


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.