tu sei qui: Home Un libro per ogni segno cancro
cancro

Visualizza articoli per tag: cancro

Domenica, 12 Giugno 2011 20:53

Cancro, Giugno 2011

A stare troppo isolato dal resto del mondo, rischi l’autarchia, lo sai, vero? Qui le pause di riflessione si incoraggiano sempre, ma tu del segno del Cancro stai francamente esagerando. Gli psicologi ad esempio, alla fine di una relazione sentimentale, consigliano sovente di stare un po’ da soli per permettere alla psiche, e soprattutto al cuore, di riassestarsi ma mai così tanto a lungo da assaporare troppo i piaceri della libertà, senza essere più grado di rinunciarvi, almeno in parte. Il brano perciò consigliato per te dice:

 

Libertà, Jonathan Franzen

C’era una libertà più generale che la stava uccidendo, e lei se ne rendeva conto ma non riusciva a rinunciarvi.

Pubblicato in Cancro
Mercoledì, 04 Maggio 2011 17:54

Cancro, Maggio 2011

In attesa di leggere la tua biografia, caro Cancro, per te l’oroscopo di maggio propone due compiti al posto di uno. Tenere un diario, senza l’angoscia di starci dietro tutti i giorni: basta viverlo come un piacevole strumento che hai a disposizione, non come un assillo dovuto, al pari dell’obbligo della domenica a pranzo dai suoceri. Il secondo compito è leggere questa meravigliosa biografia romanzata, struggente quanto vuoi ma anche così liberatoria.

Il vino della solitudine, Irène Némirovsky

Giocare, correre, questo sì!.. C'era forse voluttà paragonabile all'ebbrezza di una corsa con i capelli che sferzano il viso, le guance brucianti come due fiamme, il cuore che sembra battere fin nella bocca? Il respiro ansante, il folle movimento del giardino che sembra ruotarci intorno, le alte grida che lanciamo quasi senza esserne coscienti, quale piacere potrebbe mai sostituire questo?

Pubblicato in Cancro
Lunedì, 04 Aprile 2011 17:17

Cancro, Aprile 2011

Ceri periodi si sogna di più, certi di meno (sì, lo sappiamo che si sogna sempre, ma hai capito quel che qui si intendeva). Tuttavia tra tutti i segni sei forse quello che ricorda meno, perché di censure riempi spesso la tua esistenza. Ma se quel che rimuovi, come sai, ti parla lo stesso, è il momento di imparare a non aver paura dei tuoi buchi neri: se impari a vestirli in modo kitch (prendi esempio da Lady Gaga) e se li prendi anche un po’ in giro, vedrai che comincerai a ricordare i tuoi sogni. Ispirazioni in tal senso possono venirti dal libro citato, che puoi interscambiare con “Il libro dei sogni” di Federico Fellini.

La bottega oscura, George Perec

Con una risata che si può definire solo “sardonica”, lei ha cominciato a sedurre, in mia presenza, uno sconosciuto. Non ho detto niente. Visto che continuava, alla fine sono uscito dalla stanza.

Pubblicato in Cancro
Martedì, 01 Marzo 2011 07:22

Cancro, Marzo 2011

Per te che ami programmare tutto; per te che tutto deve andare esattamente come hai previsto; per te che gli imprevisti li vivi così male che sprechi metà del tuo tempo ad arrabbiarti piuttosto che a predisporre subito una soluzione; per te un libro/un consiglio: il making of è interessante esattamente quanto il made, e a inserire nuove prospettive su uno schema prestabilito spesso si ottiene un risultato più bello, per te e per gli altri.

La violetta del Prater, Christopher Isherwood

Lo osservai per tutto il tempo della ripresa. Non era necessario guardare il set: l' intera scena era riflessa sul suo volto. Non distraeva l'occhio dagli attori nemmeno per un istante. Sembrava controllare ogni gesto, ogni intonazione, attraverso uno sforzo assoluto di potere ipnotico. Le sue labbra si muovevano, la sua espressione si rilassava e si contraeva, il suo corpo si protendeva o si raggomitolava sulla sedia, le sue mani si sollevavano e ricadevano per sottolineare le fasi dell' azione. Ora stava spostando Toni dalla finestra, ora sorvegliando un eccesso di precipitazione, ora incoraggiando suo padre, ora sollecitando una espressione più intensa, ora spaventato che la pausa andasse perduta, ora deliziato con il ritmo, ora di nuovo ansioso, ora veramente allarmato, ora rassicurato, ora commosso, ora compiaciuto, ora molto compiaciuto, ora cauto, ora disturbato, ora divertito. La concentrazione del regista è meravigliosa nella singolarità del suo proposito. E l'atto della creazione.

Pubblicato in Cancro
Venerdì, 04 Febbraio 2011 15:49

Cancro, Febbraio 2011

Non occorre far tutto. Non è detto che per conoscere il mondo bisogna provare qualunque cosa e muoversi scompostamente in ogni direzione. La tua apertura verso l’universo mondo nasconde in questo momento confusione e una sorta di incapacità a filtrare le esperienze secondo la ragione. Se non assecondi la spinta delle tue personalissime inclinazioni gli imput che arrivano dall’esterno finiscono in unico calderone indistinto. Il consiglio delle stelle è di lasciar sedimentare quanto hai assorbito, verrebbe da dire ingoiato, fino ad ora e prenderti una pausa. Magari leggendo o rileggendo un classico dei classici, che tra le altre cose dice:

L'uomo senza qualità, Robert Musil

Far molte esperienze è uno dei segni più precoci e più sottili ai quali si riconosce l'uomo mediocre.

Pubblicato in Cancro
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:16

Cancro, Gennaio 2011

Buon anno, Cancro! Il 2011 sarà per te un anno di riscrittura. Ti ricordi quando da piccoli si riscriveva in bella copia? Ecco quel che dovrai fare. Elimina le cancellature e gli errori di ortografia e nel far questo, aggiungi nuovi paragrafi, riscrivi nuove regole, a cominciare da quelle fuori dal comune, e vedrai che il capolavoro che da tempo aspettavi è sulla scrivania, devi solo dargli una forma finale. Una volta completato, sarà completamente tuo.

Comma 22, Joseph Heller

C’era soltanto un comma e quello era il Comma 22, il quale precisava che la preoccupazione per la propria salvezza di fronte a pericoli che fossero reali e immediati era la reazione normale di una mente razionale. Orr era pazzo e avrebbe potuto essere esonerato dal volo. Tutto quello che doveva fare era di farne domanda; e non appena ne avesse fatto domanda, non sarebbe più stato pazzo e avrebbe dovuto continuare a volare. Orr sarebbe stato pazzo se avesse compiuto altre missioni di volo e sano di mente se non lo avesse fatto, ma se fosse stato sano di mente avrebbe dovuto compiere altre missioni di volo. Se volava era pazzo e non doveva più volare; ma se non voleva più volare era sano di mente e doveva volare. Yossarian fu molto impressionato per l’assoluta semplicità di questa clausola del Comma 22 e si lasciò sfuggire un fischio pieno di rispetto.

Pubblicato in Cancro
Lunedì, 06 Dicembre 2010 23:42

Cancro, Dicembre 2010

Caro Cancro, sei il più curato tra i segni. Ti piace piacere, almeno sul piano fisico, anche perché sai bene che col caratterino che ti ritrovi la conquista puramente spirituale potrebbe non riuscirti bene. Addirittura fai programmi preventivi, pensando già a come comportarti sotto le feste natalizie che un po’ ti dilettano e un po’ ti innervosiscono. Mangiare poco, fare sport, non bere troppo alcool. Ma quando riuscirai a rivoltare tutte queste attenzioni verso l’interno? Quando imparerai che si piace quando ci si sente belli innanzitutto per sé? La lettura per questo mese è perciò improntata a un sano pragmatismo, senza rinunciare a quel tocco puramente estetico che ha parimenti la scrittura bella.

 

Il grande sonno, Raymond .Chandler

Ero ordinato, pulito, ben rasato e sobrio, e non me ne importava che la gente se ne accorgesse

Pubblicato in Cancro
Domenica, 08 Agosto 2010 09:52

Cancro, Agosto 2010

Come mai tutto questo livore? Ti incazzi ma sembra quasi a vuoto, senza mira, giusto per sfogare i tuoi malumori random. Ma ciò che ti occorre non è imparare in due giorni a vivere secondo i precetti new age, ma di arrabbiarti con cognizione di causa. Di imparare cos’è la strategia e poi di saperla mettere in atto. Leggi perciò “Todo modo” di Leonardo Sciascia e se riesci a trovarlo, guardati il film di Elio Petri con Gian Maria Volontè: diventerai il re dell’incazzo motivato..

Todo modo, Leonardo Sciascia

“Il dongiovannismo non è che il prolungamento di questa legge oltre la pubertà: nella giovinezza, nella vecchiaia. E sono passati dalla giovinezza alla vecchiaia, saltando lo stadio della maturità, appunto perché la maturità, negli uomini afflitti da un simile male, non esiste. Il dongiovannismo è un prolungamento di immaturità: fino al rimbambimento, che è poi la giusta preconclusione, e alla morte… Ci faccia caso: tutti i dongiovanni finiscono col rimbambire”.

Pubblicato in Cancro
Domenica, 18 Luglio 2010 15:50

Cancro, luglio 2010

Troppo audace. Non sempre la comunicazione diretta dei tuoi desideri e antipatie, di quello che vuoi o non ti piace è premiante. L’identità è un lusso che non va sprecato, neanche per compiacere se stessi. Quel che ti si chiede non è mentire ma captare le esigenze non solo tue ma anche di chi ti circonda e provare a non cadere vittima della fascinazione dell’estemporaneità. Il consiglio per te di questo mese è perciò lo studio, e quindi:

Il Minotauro, Benjamin Tammuz

Non che colui che ascolta sia un’artista, ma è in grado di capire, e perciò ha il permesso di entrare. Il suo ingresso non guasterà nulla né disturberà. Ma penso che questo centro non è solo un posto segreto, ma anche un posto pericoloso. E’ un mondo così bello, così puro, che se vi entri, ti si pongono due problemi. Uno, come potrai sopportare tanta bellezza e rimanere in vita? Due, come potrai uscirne e continuare a vivere nel mondo normale?

Pubblicato in Cancro
Giovedì, 01 Aprile 2010 06:53

Cancro

Il tuo rapporto coi libri è di odio o amore. Di uno scrittore o sai tutto, o non è degno di nota. Come sei messo con Stefano Benni? Ti piace? Hai letto “L’ultima lacrima”? Se sì, regalalo e nel frattempo prendi spunto dal libro consigliato per il segno zodiacale che ti sta più simpatico. Se la risposta è no, tuffati in questa raccolta di racconti e leggili come ti pare, iniziando secondo rigorosi criteri random. Benni qui è più Benni che mai, perché uno sportello bancomat comunista che eroga i soldi a chi ha il conto in rosso se lo poteva immaginare solo lui.

L’ultima lacrima, Stefano Benni

Il Re Moro entrò nella scuderia. Sul volto d'ebano brillavano gli occhi feroci che tanto terrore incutevano ai nemici durante le battaglie. Osservò i due cavalli, uno bianco e uno nero, purosangue di incredibile bellezza. Li valutò attentamente poi, con fare deciso, mosse verso il cavallo bianco. Fu questione di pochi attimi: il cavallo, con un doppio balzo, si avventò sul Re Moro e lo mangiò.

Pubblicato in Cancro


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Classifiche

Vita di libreria

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.