tu sei qui: Home Storie A est dell’Occidente
Giovedì, 26 Marzo 2015 00:00

A est dell’Occidente

Scritto da

La storia bulgara fornisce un terreno fertile per questa raccolta di racconti d’esordio di un giovane quasi trentenne emigrato dalla Bulgaria negli Stati Uniti nel 2001 per frequentare il college. 
La Bulgaria non è né Occidente e né Oriente, ma qualcosa di forte che esiste in ogni bulgaro. Forse per questo lo stile di scrittura di Miroslav Penkov è chiaro e sorprendente, pieno di calore e di saggezza. Uno stile che spiazza e confonde come pochi.

Penkov attinge ampiamente dalla sua esperienza di immigrato e scrive di persone comuni che vivono vite ordinarie costellate di conflitti che richiamano alla mente i mondi straordinari di scrittori come Zamjatin, Bulgakov e Babel.

 

Gli otto racconti che insieme compongono il libro di Penkov sono come dei piccoli specchi, che riflettono e illuminano gli angoli nascosti della storia di questo paese martoriato, vivo nel profondo.

A volte divertenti e spesso assurdi, A est dell’Occidente è una raccolta di racconti malinconica e disillusa di notevole talento. Un debutto che impressiona e ci lascia la speranza che la prossima volta Penkov ci affascinerà con un romanzo.


Miroslav Penkov, A est dell’Occidente, traduzione di Ada Arduini, collana I narratori delle Tavole, Neri Pozza 2012.

Letto 4097 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.