Scegli me

scegli me… «  Riusciresti a dormire, tu, se un giorno si avverasse il tuo sogno più bello?
Adesso sono le dieci e mezzo, ho sentito rintoccare l’orologio nove volte, poi una, poi dieci e
poco fa di nuovo una e tutti dormono, li sento respirare, qualcuno russa.
Sento che si agitano e si girano nei letti.
E in lontananza sento una sirena della polizia, un motorino e un cane, ma più forte di tutto sento battere il mio cuore, come se avessi appena fatto le scale di corsa un paio di volte.
Ma come faccio a dormire?
Tutto sta per cambiare un’altra volta.
Penso a questa mattina, alla settimana scorsa,
a Babs, all’Asciugheria e alla nonna …»
( pag. 5 )
[segue ]

 

Cosa succede ad una ragazzina orfana che vive con una nonna un po’ bisbetica  e ultima parente della famiglia se, improvvisamente, anche quest’ultima viene a mancare?
Finisce al RID (Ragazze In Difficoltà) un orfanotrofio dalla direttive inflessibili dove la piccola Jo ad ogni parvenza di possibile adozione si ripete mentalmente: “ Ti prego … Scegli me” e sembra rimanere in vita, dopo le costanti delusioni, solo, grazie al suo talento per il disegno che le da consolazione e trasforma i suoi dubbi e la sua tristezza in magnifiche immagini che riempiono i suoi vuoti di bellezza.
Finché un giorno Jo incontra Babs e il vento sembra cambiare direzione.
Babs, è più grande di Jo, stravagante, bizzarra non ama le regole se non le sue e dirige “l’Asciugatoio” uno spazio eccentrico come lei, dove i passanti inzuppati di pioggia possono asciugarsi in un baleno.
Quando è insieme a Babs,  Jo, dimentica la tristezza e si sente finalmente felice.
Quando poi Babs le annuncia di volerla prendere in affido,  Jo è al settimo cielo.
Ma gli ostacoli burocratici, la contrarietà della direttrice del RID e qualche dubbio imprevisto, all’ultimo momento, di Babs,  renderanno la strada di Jo  verso la libertà più lunga e tortuosa di quanto potesse immaginare:“… ho visto il traguardo e pensavo di essere arrivata, ma poco prima di tagliarlo mi hanno detto che devo ancora fare un giro …“
Ma a chi non si arrende, i sogni, danno una ricompensa  e il risarcimento per tanta testardaggine a voler sopravvivere ad ogni costo, sarà un lieto fine che vedrà in primo piano,  proprio, il famoso “Asciugatoio”.
“Scegli me” è un commovente diario illustrato, appassionante e “vero”, caratterizzato da una fluidità narrativa indimenticabile, scritto come se fosse, appena, uscito dalle mani di un’adolescente, con annotazioni delicate e profonde che invitano a riflettere e disegni tenuti insieme dal nastro adesivo come i pezzi della giovane vita protagonista.
I disegni di Jo, un tempo definiti dalla nonna,  “solo  sciocchezze”,  saranno la chiave di svolta per uscire dalla prigione, l’unico modo di  rimanere a galla e la bacchetta magica che darà vita e materialità ai suoi sogni fino ad asciugare anche i giorni di pioggia …

Autori

Dirk Weber

Jan Jutte

SCHEDA TECNICA:

 

Titolo: Scegli me
Autore: Dirk Weber
Illustratore: Jan Jutte
Editore: Editrice il Castoro
Collana: Il castoro ragazzi
Codice EAN: 9788880334484
Formato: brossura, illustrato
Pagine: 182
Prezzo indicativo: € 12,50
Età di Lettura: (10+)

isabella paglia

Sono un'autrice di libri per bambini e ragazzi. Ho vinto vari premi di Letteratura alcuni molto importanti come:"IL PREMIO NAZIONALE LETTERATURA  PER L'INFANZIA GIACOMO GIULITTO - Critici in erba" - 2014; Il 25 marzo 2014, nell'ambito della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, ho ricevuto il prestigioso PREMIO PIPPI- narrativa per ragazzi  sezione inediti con il romanzo: "La Grande Sfida". Sono vincitrice del 14^ Concorso Internazionale Syria Poletti - Città di La Réole per libro rivolto ai bambini da 0 a 12 anni e Finalista del Soligatto - Premio Nazionale di Letteratura per l'Infanzia, anche caporedattore per il web magazine Book Avenue, redattrice, collaboratrice per  molti altri giornali e riviste destinate ai più giovanicome Super G! ma soprattutto instancabile cantastorie e sostenitrice dei diritti dei bambini.

Lascia un commento