Ritratto di bambina con pesci di Caterina Ferraresi

Quando eravate bambini, e poi adolescenti più o meno ribelli, e infine adulti, vi siete sentiti amati poco, abbastanza oppure molto? I pochi fortunati che si sono sentiti molto amati non hanno bisogno di un libro di conforto. Chi si è sentito poco amato potrebbe rispolverare titoli come “Incompreso” o “Senza famiglia” per il noto meccanismo del consoliamoci che c’è chi sta peggio. Ma qui vorrei occuparmi di chi si è sentito amato abbastanza, categoria in cui secondo me rientriamo quasi tutti. In questo caso “Ritratto di bambina con pesci” di Caterina Ferraresi è perfetto.

Perché racconta di Betty, cinque anni, un po’ goffa e ritenuta impegnativa dalla tata, non adeguata dalla bella mamma, fonte di stress come tutte le sue compagne dalla suora della scuola materna. Betty vive in una casa dove si muovono solo donne – il padre lavora lontano – tranne il giardiniere factotum: la giovane madre ‘per caso’ triste e sgomenta del ruolo che è chiamata a impersonare, con quella figlia inadeguata e una neonata in ospedale  in equilibrio tra la vita e la morte; poi la tata, la nonna, la governante. Tutte amate abbastanza, tutte con una piccola voragine di affetto. Ma questo non è un romanzo triste, bensì una storia ironica, un po’ caustica, buffa e sgualcita come la piccola protagonista. Ma quindi cosa succede, quale è la trama? Questo lo scoprirai leggendo e quando arriverai alla  parola ‘fine’ la piccola voragine di affetto ti sembrerà un po’ più leggera.

 

Per BookAvenue, Carla Casazza

 

close
BookAvenue Newsletter

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

La nostra newsletter arriva ogni mese. Iscriviti!, promettiamo di non abusarne

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Carla Casazza

Scrivo articoli, valuto, edito, correggo manoscritti, mi prendo cura di scrittori affermati o esordienti. Vivo tra i libri e per i libri e non mi bastano mai... Giornalista pubblicista, autrice, editor, agente letterario, Carla Casazza si occupa di scrittura e comunicazione editoriale con una particolare attenzione agli autori esordienti. Ha pubblicato "Montecuccoli 1937-38. Viaggio in Estremo Oriente" (Bacchilega Editore, 2006) e "Scritto sull'acqua" (Narcissus Self Publishing, 2012).

Lascia un commento