tu sei qui: Home Podcast Podcast. Milton Nascimento. Il Brasile è nato cantando
Giovedì, 21 Settembre 2017 08:48

Podcast. Milton Nascimento. Il Brasile è nato cantando

Scritto da Francesca Schirone

foto autoreQuando è arrivato il pacchetto da Milano (in gergo si dice “passaggio interno”), sono stata molto, molto contenta. A Roma non ero proprio riuscita a trovare questo disco: Novas Bossas, la cui recensione, letta su una rivista jazz, mi aveva talmente colpita da obbligarmi all’acquisto. Sto parlano di Milton Nascimento e mi scuserete se, alla ripresa della mia rubrica, parlerò di un artista che con il blues ha poco da scambiare mentre nella sua musica jazz si trova moltissimo dell’influenza della musica popolare brasiliana e molte tracce del pop,del rock ma anche della …samba.
Lo dico subito: il disco è be-lli-ssi-mi-ssi-mo. Dentro ci trovate pezzi come Dias Azuis o come, O vento, e altri come Checa de Saudade, che mi hanno ricordato alcune melodie di Let’s let lost del grande Chet Baker.

Ha scritto musica fin da giovanissimo. Si fece conoscere al grande pubblico quando Elis Regina Carvalho Costa, conosciuta semplicemente come Elis Regina: una straordinaria cantante brasiliana, portò al successo una sua canzone "Canção do Sol". Dopo anni di date nei club, festival e altre esperienze, capite bene che si trattava di una svolta decisiva per la sua carriera. Al suo invito, Milton si presentò con la sua chitarra e suonò tutte le canzoni che aveva scritto domandandole per tutto il tempo se la stava annoiando. Le piacquero. E parecchio, pure. Alcuni suoi brani sono passati alla storia della musica popolare brasiliana; uno per tutti: “Travessia” e, successivamente, "Milagre dos Peixes”, quest’ultima con una forte connotazione anti-regime di quel periodo. 

La sua reputazione nel mondo musicale è enorme. Ha lavorato con personaggi come Pat Metheny, Ron Carter, Herbie Hancock, Jack DeJohnette, Nana Vasconcelos, Jon Anderson, James Taylor, fino a Quincy Jones.. Ma deve moltissimo a Wayne Shorter la cui collaborazione da Native Dancer in poi,e si è rivelata fondamentale per farlo scoprire agli appassionati di tutto il mondo, me compresa.
Da noi è famoso per il brano “Maria Maria” e “Bailes da vida” di qualche anno fa, ma non c’è paragone con il disco oggetto di queste righe. In Novas Bossas, il suo timbro malinconico è ballato come un incantesimo e la sua musica fa volare: potete credermi.

Il brano che vi offro è il primo del disco: “Tudo que vocé podia ser”. Spero vi piaccia. Buon ascolto e alla prossima.

I libri

Su Milton Nascimento non c’è alcuna pubblicazione dedicata. Per Stampa Alternativa, invece, è disponibile il libro Canto Latino.

I brasiliani dicono che il loro paese è nato cantando e che Dio è brasiliano.Hanno una visione molto speciale della musica, assieme al calcio il loro miglior biglietto da visita. Nel canto popolare del Brasile, ritenuto proverbialmente un trionfo di fantasia e di allegria, è riassunta l'intera storia del paese. Quasi tutti i musicisti brasiliani hanno incrociato ed assimilato movimenti culturali, lotta politica, letteratura e cinema. A partire dagli anni Sessanta, sulla copertina di tutti gli LP prodotti, veniva stampato lo slogan "disco è cultura", tanta era l'importanza di quelle canzoni in un paese ancora afflitto dall'analfabetismo e nel quale l'informazione era rigidamente controllata dalla censura. "Canto Latino" racconta l'epopea del suono brasiliano, esponendone la ricchezza, il fascino, ma anche la complessità.
Pixinguinha, Carmen Miranda, João Gilberto, Antonio Carlos Jobim; ed ancora Elis Regina, Caetano Veloso, Milton Nascimento, Chico Buarque fino ad arrivare a Cássia Eller, Ed Motta, Lenine e i Tribalistas, in un'opera monumentale che non ha termini di confronto nell'editoria europea. Centinaia di profili, dettagli storici e stilistici amalgamati in una guida utile all'ascolto, appassionante come un romanzo d'avventura. (la scheda è dell'editore).

Letto 2513 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, acconsenti all'utilizzo degli stessi. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.