L’almanacco delle storpiature – pag.3


pag.3

Cross selling
-“te posso dì na cosa?”
-“mi dica”
-“a dicembre ho comprato un libro quà”
-“e che e successo dopo?” rispondo mostrandomi un pò preoccupato
-“se me puoi da er talloncino pe coprì er prezzo, e un sacchetto pè regalo.
o’ devo regalà”.
-“a fratè ecccerto. Questa è la libreria tua”.
-“Aò, te ringrazio proprio”.

Meglio uccederli da piccoli
-“Di Calvino, Cristo di è fermato a Empoli”.

Alta scuola (o scuole superiori che si dica)
Venerdi pomeriggio uno di quelli in cui “visitatori” comprano tutto:la signora si avvicina e chiede:
-“scusi ha per caso un libro da cui è stato tratto un film “Che ora è” al cinema ? comincia con la A“
-“ehm vediamo … allora la Bussola d’oro non è … Io sono leggenda non è …“
Inizia un lista interminabile di film vecchi e nuovi , nulla la vendita sembra ormai persa …
All’improvviso un’illuminazione si scorge negli occhi della cliente che esclama:
-“ … ADESSO RICORDO !!! “high school musical “ (aig scul miusicol)

Fallac…e
– scusi lei,
– mi dica,
– desidero…il libro di quella autrice italiana al bambino morto.

Gomorra
-“Avete Sodoma e Gomorra di quel giornalista napoletano che vogliono uccidere?”

Chi ben comincia… finisce presto.
Ore 9.00. -” Bello”
– “cosa?” (le dico girandomi e alzandomi: ero piegato su una pila)
– “Dicevo pe’ modo de dì. E nà maniera de ditte buongiorno”
– “Ah!, buongiorno allora!, posso aiutarla?”
– “E si, eh?!, se te stò a dì “a bello”… mè serve er libbro de quella dei vampiri. Però l’urtimo… Anche se sò giovane è pè mi fija. Ciò na fija addolescènte”

Il mio nome è James, James Pokok
-“scusi, ce l’ha Pokok, il mio nome è James?”
-“fa lo stesso se le dò, Potok “Il mio nome è Asher Lev?”

Naufragi
-“Mi dà “Il consiglio delle mosche?”
-“Come?”
-“Si, mia moglie mi ha detto di comprare un libro su un naufragio… il cui titolo è Il consiglio delle mosche…”.
-“Non cerca per caso il “Signore delle mosche” di Golding? Non è una nave che fa naufragio ma un aereo che cade su un’isola…”
-“Beh, sempre di naufragio di tratta…e il titolo gli assomiglia. Lo compro!”

Lo strano caso del dottor Jekyll
Domenica pomeriggio, libreria gremita. Anticipo del gran veglione natalizio.
Tra la folla spiccano due cappellini bianchi di lana, con visiera…vogliamo azzardare… fashion?
Madre e figlio, speriamo, la differenza di età è, in ogni caso, considerevole..
I due librai di turno si fingono impegnati (conoscendoli, potrebbero scatenare risa incontrollate…)
-“…scusate ( strascicata tipica romana…) stò a cercà il dottor jekyll de… Wilde..”
“…..” (lo vedi? dice lo sguardo di uno all’altro, risa trattenute…)
-“Prego…e poi se vuole possiamo darle il ritratto di Dorian Gray di …Stevenson, gran libro…”
-“ennò grazie me bbasta così…”
(E tte credo, aggiungiamo noi!)
…con il libro aperto in mano, (ed.mondadori, testo a fronte):
-“non avete quello con testo a fronte?”
…(sguardo tra colleghi, risa ancora trattenute)…
-“…sennò mè tocca dè lèggelo… n’francese”
… questa volta le risa sono uscite da sole.

Forti lettori, deboli stili
-“cerco questo libro, dirt music di tim winton”
-“è un piacere che le piaccia questo scrittore, è uno dei miei preferiti”
-“ho già letto i cavalieri, mi e’ piaciuto”
-“che peccato, dirt music non è disponibile, ma mi permetta di consigliarle Cloudstreet” (e via così per 5 minuti)
-“… ò còmpro: mè fido de lei, o’ sà,…io leggo nà cifra”

L’almanacco delle storpiature – pag.3


pag.3

Cross selling
-“te posso dì na cosa?”
-“mi dica”
-“a dicembre ho comprato un libro quà”
-“e che e successo dopo?” rispondo mostrandomi un pò preoccupato
-“se me puoi da er talloncino pe coprì er prezzo, e un sacchetto pè regalo.
o’ devo regalà”.
-“a fratè ecccerto. Questa è la libreria tua”.
-“Aò, te ringrazio proprio”.

Meglio uccederli da piccoli
-“Di Calvino, Cristo di è fermato a Empoli”.

Alta scuola (o scuole superiori che si dica)
Venerdi pomeriggio uno di quelli in cui “visitatori” comprano tutto:la signora si avvicina e chiede:
-“scusi ha per caso un libro da cui è stato tratto un film “Che ora è” al cinema ? comincia con la A“
-“ehm vediamo … allora la Bussola d’oro non è … Io sono leggenda non è …“
Inizia un lista interminabile di film vecchi e nuovi , nulla la vendita sembra ormai persa …
All’improvviso un’illuminazione si scorge negli occhi della cliente che esclama:
-“ … ADESSO RICORDO !!! “high school musical “ (aig scul miusicol)

Fallac…e
– scusi lei,
– mi dica,
– desidero…il libro di quella autrice italiana al bambino morto.

Gomorra
-“Avete Sodoma e Gomorra di quel giornalista napoletano che vogliono uccidere?”

Chi ben comincia… finisce presto.
Ore 9.00. -” Bello”
– “cosa?” (le dico girandomi e alzandomi: ero piegato su una pila)
– “Dicevo pe’ modo de dì. E nà maniera de ditte buongiorno”
– “Ah!, buongiorno allora!, posso aiutarla?”
– “E si, eh?!, se te stò a dì “a bello”… mè serve er libbro de quella dei vampiri. Però l’urtimo… Anche se sò giovane è pè mi fija. Ciò na fija addolescènte”

Il mio nome è James, James Pokok
-“scusi, ce l’ha Pokok, il mio nome è James?”
-“fa lo stesso se le dò, Potok “Il mio nome è Asher Lev?”

Naufragi
-“Mi dà “Il consiglio delle mosche?”
-“Come?”
-“Si, mia moglie mi ha detto di comprare un libro su un naufragio… il cui titolo è Il consiglio delle mosche…”.
-“Non cerca per caso il “Signore delle mosche” di Golding? Non è una nave che fa naufragio ma un aereo che cade su un’isola…”
-“Beh, sempre di naufragio di tratta…e il titolo gli assomiglia. Lo compro!”

Lo strano caso del dottor Jekyll
Domenica pomeriggio, libreria gremita. Anticipo del gran veglione natalizio.
Tra la folla spiccano due cappellini bianchi di lana, con visiera…vogliamo azzardare… fashion?
Madre e figlio, speriamo, la differenza di età è, in ogni caso, considerevole..
I due librai di turno si fingono impegnati (conoscendoli, potrebbero scatenare risa incontrollate…)
-“…scusate ( strascicata tipica romana…) stò a cercà il dottor jekyll de… Wilde..”
“…..” (lo vedi? dice lo sguardo di uno all’altro, risa trattenute…)
-“Prego…e poi se vuole possiamo darle il ritratto di Dorian Gray di …Stevenson, gran libro…”
-“ennò grazie me bbasta così…”
(E tte credo, aggiungiamo noi!)
…con il libro aperto in mano, (ed.mondadori, testo a fronte):
-“non avete quello con testo a fronte?”
…(sguardo tra colleghi, risa ancora trattenute)…
-“…sennò mè tocca dè lèggelo… n’francese”
… questa volta le risa sono uscite da sole.

Forti lettori, deboli stili
-“cerco questo libro, dirt music di tim winton”
-“è un piacere che le piaccia questo scrittore, è uno dei miei preferiti”
-“ho già letto i cavalieri, mi e’ piaciuto”
-“che peccato, dirt music non è disponibile, ma mi permetta di consigliarle Cloudstreet” (e via così per 5 minuti)
-“… ò còmpro: mè fido de lei, o’ sà,…io leggo nà cifra”

Lascia un commento