tu sei qui: Home Gli inserti speciali di BookAvenue Schierarsi con la parola. La letteratura black: una lista dal Pen Club.
Venerdì, 19 Giugno 2020 18:21

Schierarsi con la parola. La letteratura black: una lista dal Pen Club.

Scritto da Silvia Belcastro


In qualità di organizzazione formata da scrittori, lettori e persone che credono nel potere trasformativo della parola, il PEN America si dedica alla ricerca di verità condivise, alla promozione del progresso sociale e alla costruzione di un mondo più equo. Ci schieriamo quindi in solidarietà con gli scrittori e gli artisti – e con la comunità letteraria in generale – impegnati nella battaglia per mettere fine al razzismo, e alla violenza ad opera della polizia.  La lista di letture che proponiamo questa settimana [ndt. in data 5 giugno] è curata dallo staff del World Voices Festival e comprende un mix di romanzi (classici e contemporanei), saggi, e sillogi poetiche. Include quindi la prosa bruciante del best seller di James Baldwin del 1963 – La prossima volta il fuoco – nel quale lo scrittore insegna al nipote come navigare fra le ingiustizie che, da uomo nero, si troverà di fronte in America. Sottolineiamo però anche il lavoro di Nic Stone – Dear Martin – pubblicato più di 50 anni dopo, che denuncia le stesse minacce di violenza razziale (che ancora oggi affliggono il paese e minacciano i giovani neri). Abbiamo scelto questa opere perché, come avviene per il saggio di Baldwin e il romanzo per ragazzi di Stone, sono collegate tra di loro e si celebrano a vicenda. Non riguardano, nel dettaglio, solo la questione nera. Piuttosto, come ogni esempio di grande letteratura, queste opere offrono sfumature, pongono sfide e sono universali. La storia ha provato che l’interesse per la letteratura nera risorge durante periodi di malcontento sociale, ma in realtà il corpus di questa produzione letteraria non appare di colpo in questi momenti: la letteratura nera È letteratura americana. La traduzione dal sito di Pen.org è a cura di Silvia Belcastro

 

 

 


La prossima volta il fuoco, James Baldwin (1963)

I potenti saggi di Baldwin rievocano gli anni della sua formazione e al tempo stesso puntano l’attenzione sul tema della violenza razziale che affligge gli Stati Uniti all’inizio del movimento per i diritti civili degli afroamericani. Il testo, che contiene due “lettere” scritte per il centenario del Proclama di Emancipazione, è subito diventato un best seller che ha galvanizzato la nazione. (tr. A. Veraldi, Ed.Fandango 2020)

 


Tra me e il mondo, Ta-Nehisi Coates (2015)

In Tra me e il mondo, vincitore del National Book Award, Ta-Nehisi Coates analizza il modo in cui la nozione americana di “razza” è stata costruita principalmente al fine di sfruttare i corpi dei neri, e come questo è avvenuto attraverso la schiavitù, la segregazione e l’incarcerazione di massa. Costruito come una lettera commovente diretta al figlio adolescente, Tra me e il mondo è un approfondito lavoro di saggistica che è al tempo stesso lirico, storicamente illuminante e radicato nel presente.   
Un matrimonio Americano, Tayari Jones (2018)Come un ritratto del Sogno americano, Un matrimonio Americano è una storia d’amore che guarda dentro i cuori e le menti di tre persone al tempo stesso unite e separate da forze al di fuori del loro controllo. Incentrato sui novelli sposi Celestial e Roy, il romanzo è uno sguardo intimo nelle anime di persone che devono fare i conti col passato mentre si muovono verso il futuro. (tr. C.Stangalino, Codice ed.2018)


Canto di Salomone , Toni Morrison (1977)

La leggendaria scrittrice Toni Morrison segue Milkman Dead dall’infanzia in una cittadina della “cintura di ruggine” americana fino al luogo d’origine della sua famiglia, nel percorso a ritroso che il personaggio compie alla ricerca delle proprie radici. Nato poco dopo il bizzarro tentativo di un uomo del quartiere di imparare a volare buttandosi giù da un tetto, Milkman vive la propria vita con lo stesso obiettivo. Questo lo porterà ad attraversare le magiche comunità nere, che Toni Morrison sa tratteggiare con superba maestria. (tr. F.Cavagnoli, Pickwick ed. 2018)


Citizen. Una lirica Americana, Claudia Rankine (2014)

Finalista del National Book Award per la poesia, Citizen è un’opera che mescola saggistica, poesia e immagini per raccontare gli stress cumulativi che la comunità afroamericana vive quotidianamente – al supermercato, nello sport, a casa. Rankine ritiene che la capacità di un individuo di parlare, agire e sopravvivere sia intrinsecamente legata alle aspettative del senso civico: una misura dell’appartenenza che è fortemente imperniata sui concetti di razza e colore, anche se oggi alcuni americani cominciano a vedere l’America come una società “post-razziale”. (tr. S.Bre, I.Ferretti, 66th and 2th ed. 2017)



Al calore di soli lontani, Isabel Wilkerson (2010)

In questo saggio brillantemente costruito, l’autrice Isabel Wilkerson – vincitrice del Premio Pulitzer – ritrae i quasi sei milioni di cittadini neri che dal 1915 al 1970 scapparono dal Sud degli Stati Uniti per raggiungere le città del nord e dell’ovest, in cerca di opportunità. Spaziando da interviste a registri ufficiali, l’autrice fotografa il cuore di una migrazione estenuante e tuttavia pulsante di speranza, e le storie umane che produce.

 

Per ragazze di colore che hanno considerate il suicidio - quando l’arcobaleno non basta, Ntozake Shange (1975)

Pubblicato per la prima volta nel 1975, la pièce di Ntozake Shange è un impavido messaggio al mondo attraverso una prosa poetica che rivela che cosa significa essere donna e nera nel ventesimo secolo. (tr. L.Fusari, Il Saggiatore ed. 2012)

 

 

[ndt: Seguono alcuni titoli non ancora tradotti in italiano, attualmente in auge come letture di riflessione sulla questione razziale]

 

Stamped from the Beginning: The Definitive History of Racist Ideas in America, Ibram X Kendi (2016)

Vincitore del National Book Award for Nonfiction 2016, Stamped from the Beginning è una narrazione approfondita e coinvolgente che ripercorre la storia delle idee del razzismo contro i neri, e rivela quanto queste idee abbiano fatto presa sulla popolazione nel corso della storia americana. È un libro che affronta la realtà in cui viviamo e fornisce una chiave per comprendere come le idee razziste si sono sviluppate, come sono state disseminate e poi tenute in vita nella società americana.


When They Call You a Terrorist, Patrisse Khan-Cullors and Asha Bandele (2018)

Cofondatori del movimento Black Lives Matter , che chiede un’ammissione di responsabilità per la violenza razzista del sistema giudiziario, Patrisse Khan-Cullors e Asha Bandele sono stati dichiarati una minaccia per l’America. Questo libro è una riflessione sull’umanità e si rivolge direttamente al Paese per affermare che “le Vite Nere Contano”: Black Lives Matter.

 

Don’t Call Us Dead, Danez Smith (2017)

Le poesie di Smith prendono in esame una miriade di perdite umane, da quelle causate dalla brutalità della polizia e quelle dovute all’AIDS, ma quasi mai si allontanano da una sorta di gioia radicale e profonda. Questa premiata raccolta si apre con una sequenza commovente, che immagina un aldilà per i neri uccisi dalla polizia – un luogo dove la violenza è sostituita dal supporto, dalla sicurezza e dall’amore.

 

Dear Martin, Nic Stone (2017)

La vicenda coinvolgente oggetto di questo romanzo per ragazzi è quella di Justyce McAllister: un bravo ragazzo e un bravo studente, sempre pronto ad aiutare il prossimo. Mentre Justyce è in auto col suo migliore amico Manny – la musica a tutto volume – scatena la rabbia di un poliziotto bianco fuori servizio. Vengono sparati dei colpi, e Justyce e Manny vengono presi di mira dalla stampa. Nella copertura mediatica, sarà proprio Justyce a trovarsi sotto assedio.



Men We Reaped, Jesmyn Ward (2013)
Due volte vincitrice del National Book Award (con Salvare le ossa e Canta, spirito, canta), in Men we reaped Jesmyn Ward si confronta con la morte di cinque amici neri. Ward si immerge nel suo passato nel Mississippi rurale, e riflette sulla brutale storia razzista del luogo e gli effetti incalcolabili delle uccisioni di tanti giovani uomini per via del colore della loro pelle.

 

 

 

 

 

ndr. la traduzione di questa bibliografia è tratta dall'articolo: Black Literature, Passato Presente e Futuro: una lista,  dal sito del Pen Club.org a cura di Sivia Belcastro.

 

 


Letto 1289 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Vita di libreria

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.