Premio Strega 2012. Intervista ad Antonio Franchini

antonio franchini editor mondadori

di Antonio Prudenzano

Antonio Franchini, responsabile della narrativa Mondadori, commenta con Affaritaliani.it il trionfo al fotofinish di Piperno allo Strega. E sulle consuete polemiche legate al premio letterario più ambito spiega: “Sfido chiunque a dimostrare che da Mondadori, o dal sottoscritto, siano arrivate telefonate che ‘forzassero’ o ‘obbligassero’ i giurati. Al massimo si cerca di persuadere, di convincere del valore di un determinato libro. Lo ribadisco una volta per tutte: allo Strega sono i giurati a decidere liberamente per chi votare, i giurati non sono marionette degli editori”. A questo proposito, parla anche della “concorrenza interna” al gruppo con Einaudi. Franchini poi dice la sua sulle vendite, finora limitate, del dittico di Piperno: “Di Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi sono state tirate circa 60mila copie, mentre Persecuzione ha venduto sulle 30mila copie. Ci auguriamo che questo successo faccia crescere le vendite di entrambi i romanzi… Fare un’edizione doppia? Vedremo, magari in vista del Natale…”. L’editor, che non è pentito della scelta di pubblicare un dittico e non un unico grande romanzo di Piperno (“Abbiamo rispettato come sempre la volontà dell’autore”), spiega perché sarà Fandango, e non Mondadori, a pubblicare il saggio di Piperno “Contro la memoria”.

Leggi tutto