Ma guarda il Po

Se scrivessi che questo libro è la versione padana di Cuore di tenebra, l’autrice, imbarazzata, si sentirebbe in dovere di corrispondermi qualcosa in denaro. Ma Un’Argonauta Contromano di Marina Senesi (Ed. Il Sole 24 Ore) è un diario di bordo che ci traghetta dentro quella stessa aria rarefatta evocata dai ritmi fluviali. Il fumo dell’alba, il sole implacabile di mezzogiorno, i colori del tramonto sono suggestioni che si risvegliano leggendo questo libro. E il fiume lo fa sempre, persino il Po. Anche se il mezzo per navigarlo non è il battello Rois de Belges bensì un pedalò giallo di Naviglio Ticinese. Anche se non è un gioco di immaginazione ma un viaggio davvero compiuto.

Leggi tutto