tu sei qui: Home Podcast Podcast. Speranze di buon esordio. Vol. 1: B.B.King
Lunedì, 18 Aprile 2011 09:28

Podcast. Speranze di buon esordio. Vol. 1: B.B.King

Scritto da Francesca Schirone

Avevo promesso di occuparmi di libri e dischi. Scuserete se comincio dopo settimane di pensatoio e svariati contrattempi, soprattutto lavorativi, che mi hanno impedito di essere prima di adesso con voi. Chi non ce l'ha queste menate, direte voi. Immedesimatevi nella vita di una donna tra lavoro e famiglia e un mal di schiena che non finisce più e, poi, certe giornate che proprio non vogliono finire. Capite bene che essere esauste non aiuta. Non mi illudo che gli uomini capiscano; chiedo venia, quindi, solo alle donne.
Questa rubrica comincia con B.B.King, uno dei miei autori blues preferiti. I consigli di ascolto (di lettura no, spiego poi il perchè...) sono di seguito.

 

Questo disco è un tuffo nel blues degli anni cinquanta attraverso una serie di cover di brani che più l’hanno influenzato all’inizio del suo straordinario viaggio professionale. Registrato ai Village Recorder di Los Angeles, “One Kind Favor” vede alla regia T Bone Burnett, produttore espertissimo (Plant & Krauss, Roy Orbison, Elvis Costello, Los Lobos…) che ha ricreato in studio il particolare sound di quegli anni, un suono vintage curatissimo e arricchito dalla partecipazione di un trio di musicisti straordinari come Dr. John al piano, Nathan East al basso e Jim Keltner alla batteria. Provare per credere: fate clic di seguito, sentirete che roba!

{play}images/stories/media/08nightlife.mp3{/play}

Sul fronte cartaceo andiamo male. L'unica biografia, che poi è un'autobiografia, è stata pubblicata da Feltrinelli una decina di anni fa. Il libro è la confessione di un uomo solitario e amante della sua privacy,  prestando maggiore attenzione ai ricordi del cuore che ai nudi fatti; seguendo i propri sentimenti ovunque lo conducano. Accompagna il lettore dalle piantagioni di cotone del Mississippi attraverso la Memphis degli anni quaranta fino al successo internazionale, narrando la sua storia peculiare, parlando di razzismo e lotta per i diritti civili ma anche di donne e sesso, e soprattutto di musica. Io, amici miei, l'ho letto d'un fiato; non potrete fare altrettanto perchè il libro è attualmente esaurito. Cercatelo in biblioteca, vale la pena.

Letto 2597 volte

1 commento

Devi effettuare il login per inviare commenti


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.