tu sei qui: Home Cross selling Salone di Torino 2010. Cresce il mercato nel 2009, accelera nel 2010
Giovedì, 20 Maggio 2010 08:58

Salone di Torino 2010. Cresce il mercato nel 2009, accelera nel 2010

Scritto da

(fonte Aie) Cresce il mercato del libro nel 2009 e accelera nel 2010, pronto per confrontarsi con i numeri dell’ebook. E’ quanto emerge dall’indagine NielsenBookScan presentata  a Torino nell’ambito del convegno “Che fine farà l’e-book: tra libri di carta e applicazioni digitali”, organizzato da Associazione Italiana Editori (AIE) e Salone internazionale del libro di Torino. Se infatti il 2009 ha registrato complessivamente una crescita a valore del 3,1% (si è passati per i canali trade dai 1.324milioni di euro del 2008 ai 1.365 del 2009), nei primi 3 mesi e mezzo del 2010 la crescita è passata al 3,7% rispetto allo stesso periodo del 2009.

I canali - Sono le librerie a costituire ancora una volta il canale privilegiato per la vendita dei libri di carta ma con una peculiarità: il 2009 vede infatti le librerie di catena crescere ancora rispetto alle librerie indipendenti (+4,6% sul 2008) e il canale online registrare un’accelerazione forte pur se con numeri che restano ancora piccoli (+ 14% sul 2008 su una quota di mercato del 3,5% nel 2009). Le librerie indipendenti registrano invece una crescita più contenuta: lo 0,6% in più nel 2009 rispetto all’anno precedente. Nei primi tre mesi e mezzo del 2010 si registra un’accentuazione ancora maggiore: l’online cresce del 24,8% sullo stesso periodo del 2009 (e arriva a coprire il 4,7% del mercato a valore a prezzo di copertina), le librerie di catena affiancano le librerie indipendenti, superando entrambi il 39% del mercato.
I generi – Nel 2009 crescono molto la fiction (+ 6,4% sull’anno precedente) e la manualistica (+3,5%), un poco meno la saggistica (+1,6%),mentre resta sostanzialmente stabile il settore dell’editoria per ragazzi (-0,7%). Decresce invece il mercato dell’editoria professionale. Complessivamente i titoli movimentati nel 2009 sono stati 325mila (qualcosa come il 37,9% dei titoli complessivi).
E l’ebook? In questo quadro l’ebook comincia a ricoprire un ruolo interessante se si pensa che per dicembre 2010 per le stime dell’ufficio studi AIE l’ebook arriverà a coprirà l’1,5% del catalogo vivo dei titoli e l’8-9% delle novità. Secondo l’indagine elaborata dall’ufficio studi AIE, in collaborazione con l’Università di Tor Vergata di Roma e la fiera nazionale Più libri più liberi, su 1743 questionari, l’attenzione all’ebook va ben al di là della semplice curiosità.
La lettura (e l’abitudine a leggere) su schermi digitali è in crescita: più o meno triplica in tre anni. Riguarda oggi quasi 2 milioni di italiani (superiori ai 14 anni). I forti lettori si confermano lettori più disponibili rispetto alla media della popolazione ad accedere a e-book attraverso ereader per studio e lavoro piuttosto che per svago. Questo avviene in proporzione più che doppia rispetto alla media della popolazione.
I forti lettori? I più attenti agli ebook: I forti acquirenti di libri (oltre 12 all’anno) sono quelli che si sono già mossi: o per comprare quello che è disponibile nei canali dell’informatica di consumo o nelle catene di libreria o per informarsi su quale modello di lettore comprare.
La spesa media per gli ebook: Rispetto a una media di 177,69 euro di spesa di un lettore per e-book, i forti acquirenti si dichiarano inoltre disponibili a spendere solo poco di più: 180 euro.
E cosa vorrebbero leggere? Al top nelle scelte sono i romanzi italiani o stranieri (per il 54,6%) o i libri difficili da trovare in libreria (per il 60,7%), in primis. Ma anche classici della letteratura e saggi.


Letto 1641 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.