tu sei qui: Home Visualizza articoli per tag: marco crestani
Sabato, 09 Ottobre 2010 07:23

Una storia senza tempo

Non c'è dubbio che Graham Greene sia stato una figura importante nella letteratura del XX° secolo per le opere teatrali, le sceneggiature, i saggi e le critiche, così come per i thriller. Greene ha creato indimenticabili personaggi ed è stato probabilmente l'autore più volte "nominato" al Nobel, anche se non lo ha mai vinto.
"Il nostro agente all'Avana" del 1958 per me è stato un'autentica sorpresa. Mi ha completamente spiazzato perché è un burlesco racconto di spionaggio e intrighi (ma anche un'arguta parodia della vita) davvero ben scritto, in rapido movimento e con dei personaggi molto umani. Indubbiamente una satira sui servizi d'informazione in generale e sui servizi segreti inglesi in particolare. Una storia senza tempo che potrebbe anche avere successo se conformata al giorno d'oggi.

Pubblicato in Storie
Martedì, 05 Ottobre 2010 08:19

Le cose belle che porta il cielo

Dinaw Mengestu è uno scrittore statunitense di origine etiope.
E' nato ad Addis Abeba, in Etiopia, nel 1978.
Nel 1980 è emigrato negli Stati Uniti con la madre e la sorella, per raggiungere il padre, che era fuggito dalla rivoluzione comunista in Etiopia (quattro anni dopo la caduta di Haile Selassie e tre anni dopo il colpo di stato comunista).
Si è laureato alla Georgetown University e ha scritto per Harper's, Jane e Rolling Stone.

Pubblicato in Storie
Giovedì, 17 Luglio 2014 10:26

E poi siamo arrivati alla fine

Joshua Ferris ha vissuto a Key West in Florida ed è stato lì che, da bambino, ha iniziato a scrivere storie alla Alfred Hitchcock.
Al College ha iniziato nuovamente a scrivere racconti, imitando però autori come Nabokov o Barthelme.
Prima di iniziare il suo "Master in scrittura creativa" all'Università della California, Ferris ha vissuto per alcuni anni a Chicago, dove ha lavorato in un’agenzia di pubblicità come copywriter, un mestiere che, come scrittore, lo ha aiutato a tirar fuori diversa “zavorra”…

Pubblicato in Storie
Mercoledì, 22 Settembre 2010 08:32

Storia di Liao

Come è stato riportato ai primi di marzo di quest'anno (dal New York Times e dal Daily Telegraph, ma anche da altri giornali), lo scrittore Liao Yiwu è stato arrestato in un aeroporto nella provincia del Sichuan mentre si imbarcava per la Germania, direzione Colonia, per partecipare al festival della letteratura.
Ora il governo cinese sembra avergli finalmente concesso il permesso di intervenire ai festival letterari di Berlino e Amburgo che si terranno in questo settembre.

Pubblicato in Storie
Lunedì, 20 Settembre 2010 07:40

Storie di antieroi convalescenti

"Tutto bruciato, tutto devastato" è stato, secondo la critica, uno dei migliori prodotti letterari usciti lo scorso anno negli Stati Uniti.
Una raccolta di racconti che vive e respira, una visione eccezionalmente lucida e convincente dei complessi meccanismi della psiche.
Tower Wells
, nominato miglior giovane scrittore del 2009 dal Village Voice, lo storico settimanale culturale (gratuito) di New York lanciato da Norman Mailer, è ancora una promessa (dal talento non comune), ma scrive in modo impeccabile, empatico, profondo, divertente per come descrive l'assurdità spesso esilarante della vita contemporanea.

Pubblicato in Storie
Sabato, 18 Settembre 2010 14:28

Con dolorosa onestà

"Natasha" segna il debutto letterario di David Bezmozgis, nato a Riga, in Lettonia, ma emigrato in Canada (nell'esodo degli ebrei sovietici) con la sua famiglia quando aveva sei anni.
La sua è una scrittura invitante e calda che ricorda Babel, Roth, Saul Bellow. Eppure Bezmozgis, con dolorosa onestà, rende i personaggi di questi sue storie irresistibilmente originali.

Pubblicato in Storie
Mercoledì, 15 Settembre 2010 07:30

Requiem per i dimenticati

Yiyun Li è cresciuta a Pechino e nel 1996 si è trasferita negli Stati Uniti. Oggi insegna alla University of California e vive a Oakland, in California, con il marito e due figli.
Suoi racconti e saggi sono stati pubblicati sul New Yorker e in Best American Short Stories.
Yiyun Li ha una formazione scientifica a tutto tondo, il suo sogno era quello di diventare la Marie Curie della Cina. E' emigrata negli Stati Uniti per perseguire un dottorato di ricerca nel campo dell'immunologia.

Pubblicato in Storie
Martedì, 14 Settembre 2010 07:40

Guerra a lume di candela

Daniel Alarcón è nato a Lima, in Perù, nel 1977 ed è cresciuto nel sud degli Stati Uniti.
La sua raccolta di racconti (il suo debutto sulla scena letteraria) "Guerra a lume di candela" è davvero potente, poetica e audace, un crudo ritratto di un mondo in trasformazione e chi scrive è una di quelle voci che non si dimenticano tanto facilmente.
Nove vibranti storie costruite con tutta la potenza di un racconto di Flannery O'Connor, in cui si può leggere della condizione dei poveri di Lima (descritta, nella sua stranezza, come una città affascinante) e delle speranze degli immigrati a New York, di passione, di lotte civili o disastri naturali.

Pubblicato in Storie
Domenica, 12 Settembre 2010 17:46

Pura gioia di leggere

Zadie Smith è oramai una conferma tra i nuovi grandi talenti della narrativa contemporanea. E' nata a Londra nel 1975 da padre inglese e madre giamaicana e si è laureata in letteratura inglese a Cambridge nel 1997.
Sostiene di non aver mai partecipato a un corso di scrittura creativa in tutta la sua vita, anzi dice di averne orrore.
"Denti bianchi" (2000) è un ritratto vibrante di una Londra contemporanea multiculturale, raccontata attraverso la storia di tre famiglie di diverse etnie.

Pubblicato in Storie
Venerdì, 10 Settembre 2010 17:23

Una scrittura esilarante e satirica

copertinaGary Shteyngart (all'anagrafe Igor Shteyngart, classe 1972) è uno scrittore americano nato a Leningrado in Unione Sovietica (che egli chiama "St. Leningrado" o "St. Leninsburg").
In Russia ha trascorso i primi sette anni della sua infanzia. Proviene da una famiglia ebrea e descrive la sua famiglia come "tipicamente sovietica". Suo padre lavorava come ingegnere in una fabbrica di macchine fotografiche, sua madre era una pianista. E' emigrato negli Stati Uniti nel 1979 ed è cresciuto senza televisione parlando sempre russo. Per questo ha conservato, fino all'età di quattordici anni, il suo forte accento russo.

Pubblicato in Storie
«InizioPrec.123456789Succ.Fine»
Pagina 6 di 9


I piccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter



Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, acconsenti all'utilizzo degli stessi. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.