Acquario, Gennaio 2011

Buon anno, Acquario! L’anno appena trascorso è stato per te un anno di feticismo mentale. Hai spesso esaltato le persone per poi distruggerle, in un continuo gioco dove a partecipare eri sostanzialmente solo. Questa altalena ti ha provocato nel 2010 scompensi umorali e quasi un senso di cattiveria crescente. E’ arrivato il momento di buttare nel cestino le vecchie abitudini, di dare fuoco alle negatività, di purificarti con un lavaggio morale da tutte le sporcizie nelle quali ti è piaciuto sguazzare fino a pochi giorni fa. E un aiuto può senz’altro venirti nel vedere riflesso in un libro ciò che finora hai fatto tu.

Malina, Ingeborg Bachmann
 
Per lui è facile pensare poco alle donne, perché il suo sistema malato è infallibile, lui ripete, si è ripetuto, si ripeterà. Se gli piace baciare i piedi, bacerà i piedi ad altre cinquanta donne, perché dunque deve passare il tempo a pensare, avere degli scrupoli per una creatura che, per il momento, si lascia volentieri baciare i piedi da lui, così, almeno lui crede. Ma una donna deve riuscire a capire che adesso è proprio la volta dei suoi piedi, deve inventarsi sentimenti incredibili e per tutto il giorno deve cercare di trovare un posto per i suoi veri sentimenti in mezzo a quelli inventati, prima per tollerare la faccenda dei piedi, poi soprattutto per tollerare il resto che manca ed è il più importante, perché uno che si occupa tanto dei piedi trascura ben altro.

Lascia un commento