tu sei qui: Home Elzeviri libroscopo
libroscopo

Visualizza articoli per tag: libroscopo

Sabato, 08 Gennaio 2011 15:24

Capricorno, Gennaio 2011

Buon anno, Capricorno! Tra poco uscirà al cinema “La versione di Barney”, perciò se non l’hai ancora fatto, sbrigati a leggere il libro; se invece sei già avanti col programma, aspetta l’uscita del film nelle sale e apriti al messaggio fondamentale che il romanzo contiene. Ricordati che i punti di vista sono fondamentali, oltre che inevitabili, e perciò non essere assillato dalla tua personale prospettiva, perché non c’è gara né vittoria in questo. Coltiva le tue idee perché se riuscirai a convincere almeno un altro individuo di almeno un tuo punto di vista, beh, quel momento sarà grandioso, perché avrai portato a casa non una vittoria, bensì un appoggio. Ed è quanto le stelle prevedono ti accadrà.

Mordecai Richler, La versione di Barney

Cosa fa?” gli chiesi una volta.
“Va per negozi, si fa mettere incinta, si sposa e divorzia. Mai sentito parlare degli assassini seriali? Lei è una moglie seriale”

Pubblicato in Capricorno
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:22

Sagittario, Gennaio 2011

Buon anno, Sagittario! Come ogni anno, a novembre i media hanno anticipato l’ansia nel dare consigli su come mantenere la linea durante le feste. Poi, a feste concluse, hanno attaccato a elargire pareri degli esperti per correre ai ripari e perdere i chili di troppo inevitabilmente accumulati. E’ cosa buona e giusta tenersi in forma ma per questo principio di anno, caro Sagittario, non metterti troppa fretta. Mangia ancora, con una voluttà tipica dei bambini e degli affamati. Gusta fino in fondo ciò che ti dà piacere e preoccupati il giusto, senza ossessioni. Ci sono momenti propizi per fare una dieta e momenti in cui rimandare.
Una cosa piccola ma buona in

"Da dove sto chiamando", Raymond Carver

“Probabilmente avete bisogno di mangiare qualcosa”, disse il pasticcere. “Spero vogliate assaggiare alcune delle mie paste calde. Dovete mangiare qualcosa per andare avanti. Mangiare è una cosa piccola ma buona in un momento come questo”, disse.
Servì loro delle paste alla cannella appena sfornate, con la glassa ancora morbida. Mise del burro sul tavolo e dei coltelli per spalmarlo. Poi anche il pasticcere si sedette al tavolo con loro. Rimase in attesa. In attesa che loro prendessero una pasta dal vassoio e cominciassero a mangiare: “Fa bene mangiare qualcosa”, disse, osservandoli. “Ce ne sono altre. Mangiatene. Mangiate tutte quelle che volete. Qui ci sono tutte le paste del mondo”.

Pubblicato in Sagittario
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:21

Scorpione, Gennaio 2011

Buon anno, Scorpione!  Vai avanti per la strada intrapresa già nel 2010 perché si tratta di quella giusta. Sei stato molto attento ai segnali, hai tenuto in gran conto i tuoi sogni e soprattutto hai visto che le coincidenze ci sono, il caso esiste, ma le coincidenze sono tali anche perché si è pronti a notarle. Procedendo in negativo, hai cominciato a vedere ciò che in positivo sei e vorresti diventare. Continua così!

La strada, Cormac McCarthy

Ricordati che le cose che ti entrano in testa poi ci restano per sempre, gli disse. Forse dovresti rifletterci.
Però certe cose uno se le dimentica, no?
Sì. Ci dimentichiamo le cose che vorremmo ricordare e ricordiamo quelle che vorremmo dimenticare.

Pubblicato in Scorpione
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:20

Bilancia, Gennaio 2011

Buon anno, Bilancia! Quante novità tecnologiche ci sono state nel 2010 e tu dietro a tutte! Sei, tra i segni, quello che più ama tenersi aggiornato e hai costruito la tua giornata tipo proprio all’insegna della filosofia ‘on line’. Non ci sono dubbi che tra i fautori del wireless libero, la maggior parte appartenga proprio a questo segno zodiacale. Ma per questo nuovo anno il consiglio delle stelle è di staccare la spina, di andare con il mouse su quella X e spostare cuore, cervello e occhi dal web della vita. Insomma, prova a stare più dentro e meno fuori, e soprattutto a camminare di più: quel che si vede su un tablet spesso non è altro che uno specchio di quel che ti sta accadendo sotto il naso.

Arthur Bloch, La legge di Murphy del 2000

Il progresso forse andava bene una volta ma è durato troppo.

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:18

Vergine, Gennaio 2011

Buon anno, Vergine! Il 2010 (come il 2009, il 2008, il 2007 e così via) ti ha visto ragionare e comportarti come sempre all’insegna dell’io. Come saprai però l’ossessione dell’io sfocia nella maniacalità dell’ego, il quale poi, per definizione, tende a cancellare tutte le altre voci di declinazione dei verbi. Quel che potresti fare nel nuovo anno è concentrarti a migliorare l’ego. Come? Facendolo crescere con critiche costruttive, bombardandolo con l’ironia, persino scopiazzando dagli altri ego. Se lo rendi imperfetto, se lo lascerai libero di sbagliare, diventerai tu stesso improvvisamente molto più interessante.

Truman Capote, Colazione da Tiffany

Se mi sento colpevole, credo, è perché l'ho lasciato sognare quando io non sognavo nemmeno tanto così. Cercavo solo di guadagnare tempo per migliorarmi un po': sapevo benissimo che non sarei mai diventata una diva del cinema. È troppo difficile e, se si è intelligenti, troppo imbarazzante. I miei complessi d'inferiorità non sono abbastanza inferiori; si pensa che essere una diva del cinema e avere un ego bello, grande e grosso siano tutt'uno: invece è essenziale non avere affatto ego. Non voglio dire che non mi interessi diventare ricca e celebre. Sono cose che ho in programma e un giorno o l'altro cercherò di raggiungerle; ma, se dovesse accadere, il mio ego me lo voglio portare ancora appresso. Voglio essere ancora io quando mi sveglierò una bella mattina e andrò a fare la prima colazione da Tiffany.

Pubblicato in Vergine
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:17

Leone, Gennaio 2011

Buon anno, Leone! Buon anno a te e agli altri 6,5 miliardi circa di persone che condividono con te la Terra. Il 2010 ti ha visto sovente annoiato, come se non potessi far a meno di imbatterti nelle banalità che gli altri dicevano, come se la curiosità potesse alimentarsi solo per partenogenesi, come se le ovvietà fossero un ordine del giorno contro cui era vano sforzo combattere. Ma hai idea di quante cose diverse possono fare 6, 5 miliardi di persone? Riscopri il mondo, e fallo con:

Il frutto del fuoco, Elias Canetti
 
Ho sempre ascoltato volentieri la gente che parla di sé, questa inclinazione apparentemente mite e passiva è in me molto forte, talmente forte da costituire la mia idea più intima della vita. Morto, sarò, quando non ascolterò più ciò che un uomo mi racconta di se stesso.

Pubblicato in Leone
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:16

Cancro, Gennaio 2011

Buon anno, Cancro! Il 2011 sarà per te un anno di riscrittura. Ti ricordi quando da piccoli si riscriveva in bella copia? Ecco quel che dovrai fare. Elimina le cancellature e gli errori di ortografia e nel far questo, aggiungi nuovi paragrafi, riscrivi nuove regole, a cominciare da quelle fuori dal comune, e vedrai che il capolavoro che da tempo aspettavi è sulla scrivania, devi solo dargli una forma finale. Una volta completato, sarà completamente tuo.

Comma 22, Joseph Heller

C’era soltanto un comma e quello era il Comma 22, il quale precisava che la preoccupazione per la propria salvezza di fronte a pericoli che fossero reali e immediati era la reazione normale di una mente razionale. Orr era pazzo e avrebbe potuto essere esonerato dal volo. Tutto quello che doveva fare era di farne domanda; e non appena ne avesse fatto domanda, non sarebbe più stato pazzo e avrebbe dovuto continuare a volare. Orr sarebbe stato pazzo se avesse compiuto altre missioni di volo e sano di mente se non lo avesse fatto, ma se fosse stato sano di mente avrebbe dovuto compiere altre missioni di volo. Se volava era pazzo e non doveva più volare; ma se non voleva più volare era sano di mente e doveva volare. Yossarian fu molto impressionato per l’assoluta semplicità di questa clausola del Comma 22 e si lasciò sfuggire un fischio pieno di rispetto.

Pubblicato in Cancro
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:14

Gemelli, Gennaio 2011

Buon anno, Gemelli! Le stelle hanno paura a darti consigli, perché se c’è un errore frequente che hai commesso nell’anno appena trascorso è di prendere come oro colato tutto quello che dicevano gli altri. Pensare con la propria testa non è solo una difesa ma talvolta l’unica cosa sensata che si possa fare. Nel 2011 perciò ascolta tutti e fai di testa tua; raccogli consigli e suggestioni e tira tu le somme; osserva le vite degli altri e vivi pienamente la tua; ama gli altri ma prenditi cura di te; fidati di chi ti ispira ma diffida da chi ti promette mare e monti perché come diceva

Carlo Collodi in Pinocchio

Non ti fidare, ragazzo mio, di quelli che promettono di farti ricco dalla mattina alla sera. Per il solito, o sono matti o imbroglioni!

Pubblicato in Gemelli
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:13

Toro, Gennaio 2011

Buon anno, Toro! Sarà che il 2011 porta intanto un anno in più, ma i prossimi mesi segneranno la svolta della maturità. Scompariranno - e non è neanche detto che te ne accorgerai - certi tuoi pigli anticonformisti che talvolta si sono dimostrati autolesionisti. Così come man mano si dissolveranno certi pensieri contorti che se ti regalano una maggiore sensibilità, spesso tuttavia ti relegano in un mondo tutto tuo. Insomma, nel 2011 finalmente crescerai e questo verbo non ti farà più paura.

Il soccombente, Thomas Bernhard

Glenn non ha mai suonato una nota senza accompagnarsi con il canto, pensai, non è mai esistito un altro pianista con questa abitudine. Della sua malattia polmonare parlava come se fosse la sua seconda arte. Nello stesso periodo abbiamo avuto la stessa malattia che poi ci è rimasta, pensai, e ultimamente anche Wertheimer si è ammalato della nostra malattia. Ma Glenn non si è rovinato a causa di questa malattia polmonare, pensai. Ciò che lo ha ucciso è l’assenza di vie d’uscita in cui lui stesso si è cacciato suonando per quasi quarant’anni, pensai. Lui naturalmente non ha smesso di suonare il pianoforte, pensai, mentre io e Wertheimer abbiamo smesso di suonare il pianoforte in quanto non lo abbiamo trasformato in una mostruosità come Glenn, che da questa mostruosità non si è più tirato fuori non avendo mai avuto la voglia, in effetti, di tirarsi fuori da questa mostruosità.
,

Pubblicato in Toro
Etichettato sotto
Sabato, 08 Gennaio 2011 15:09

Ariete, Gennaio 2011

Buon anno, Ariete! Nel 2010 hai dato, dato, dato. Non solo: hai dato nell’ombra, quasi non volessi dar fastidio a nessuno, come se avessi paura di esporti. Ebbene, in questo 2011 comincerai a raccogliere. Con altrettanta discrezione, vedrai concretizzarsi poco alla volta i progetti su cui avevi investito. Ma questo non succederà per mano divina: dovrai essere tu a guardare dall’alto del nuovo anno su quello passato e vedere quali campi sono pronti per prenderne i frutti. Il consiglio delle stelle è di non perdere tempo con quelli ancora immaturi.

Vicolo del Mortaio, Naguib Mahfouz

Il buon Kamil si accigliò, impallidì e gli occhi si riempirono di pianto ma lo Shaykh alzò le spalle indifferente e continuando a fissare il soffitto proseguì:
Chi muore d'amore, di pena se ne muore
senza di questo non c'è alcun bene nell'amore.
Infine si stropicciò le mani soffiandovi sopra e concluse:
"Signore e giudice di ogni cosa, concedici la misericordia dei santi. Signore, che io possa essere paziente, non ha forse ogni cosa la sua fine? Sì, ogni cosa ha la sua fine, che in inglese si dice end e si scrive e.n.d.".

Pubblicato in Ariete
Etichettato sotto
Pagina 7 di 15


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Vita di libreria

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.