tu sei qui: Home Elzeviri
Elzeviri
Venerdì, 06 Febbraio 2015 11:39

Una nuova voce a BookAvenue

La cifra con cui ci misuriamo costantemente è l'impegno con cui raccontiamo quello che i libri hanno da dire. C'è molto da raccontare e condividere in effetti e per noi è una passione inesausta che sosteniamo con immutato impegno da molto tempo. Sapete come funziona: in un epoca di social reading e writing, ci sono molte letture da condividere, e ci devono essere lingue all'altezza del compito. I nostri lettori hanno imparato nel tempo a riconoscere e a riconoscersi nelle cose che andiamo raccontando nelle diverse rubriche che animano le pagine di BookAvenue. Antonio Marco Conte ci ha appena raggiunti e va' ad ingrossare le fila della nostra squadra. Si occuperà di saggistica ma non si sottrarrà di segnalarci i romanzi che animeranno le sue giornate. Dalla redazione il nostro benvenuto.

Venerdì, 09 Gennaio 2015 15:18

Je m'appelle Hamed

La sequenza tocca lo stomaco. I due terroristi escono dall'auto che hanno rubato poco prima e kalashnikov al braccio, sparano ad altezza uomo contro un poliziotto di strada che cade a terra colpito. Urla dal dolore mentre i due incappucciati e vestiti di nero si avvicinano. Uno dei due gli passa accanto e con naturale freddezza lo finisce sparandogli alla testa.
Questo è accaduto a Parigi solo qualche ora fa. Il resto è la cronaca.

Il mio libro dell’anno di un paio di anni fa è stato Straniero alla mia storia di Aatish Tasser, un giornalista inglese di origini pachistane del Punjab, la regione insanguinata del nord Pakistan. Molti, forse, ricorderanno il nome di suo padre, Il governatore della regione Tasser assassinato dalla sua guardia del corpo all’indomani della sua presa di posizione a favore di una donna violentata da un fondamentalista che rischiava pure la pena di morte per aver denunciato il suo aguzzino.>>

Mercoledì, 31 Dicembre 2014 13:18

Buon anno nuovo a tutti

Tra bilanci e nuovi slanci

I primi fanno fatica a quadrare. Lo dicono tutti. Lo diciamo anche noi. Sugli slanci molti hanno appeso le scarpe ai chiodi e mollato la spugna. Noi no. Siamo in pieno tsunami… cambierà il modo in cui leggeremo e gli editori pubblicheranno. Non il senso e la ragione per cui si è editori, autori o lettori. La vita nuova si affronta. L’aurora va forzata.

Il libro, sia esso cartaceo o in formato digitale, non è uno strumento neutro per la democrazia di un Paese.

Questo noi lo abbiamo capito 10 anni fa quando abbiamo scelto di metter su una comunità di lettori dal nulla, di farlo come una scommessa senza scopo di lucro. Come una porta aperta alla gente come lo sono, del resto, le nostre librerie.. Una porta aperta alle frontiere della letteratura, della storia e delle geografie, come dice il nostro manifesto.>>

Mercoledì, 17 Dicembre 2014 18:17

Una pagina memorabile di televisione

Terminata la serata si fanno i conti con l'audience e con tutto il resto. Cento minuti volati via per magia… per miracolo. Non mancheranno i critici, per ragione o per preconcetto. C'è chi è critico per forza, chi per servizio, chi per arruolamento, chi per sport, chi per partito (vedi Fico) preso. Chi, pure, non ha gradito i quattro “aiutanti” da citati da Benigni. Per i librai in ascolto, eccoli: il poeta Franco Marcoaldi, la Bibbia del Mulino, la giornalista e saggista Silvia Giacomoni con la Bibbia edita da Salani e la storia di Mosè; il pastore valdese Paolo Ricca; la Bibbia cur. CEI. Ma i Comandamenti sono di tutti, non di qualcuno.>>

«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»
Pagina 8 di 59


Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione.
Proseguendo nella navigazione del sito, acconsenti all'utilizzo degli stessi. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.