tu sei qui: Home Premiopoli paola manduca
paola manduca

Visualizza articoli per tag: paola manduca

Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:58

Acquario, Agosto 2010

Come dicono a Roma, caro Acquario, te voi ammazzà. Se il bicchiere lo si può scegliere tra mezzo pieno o mezzo vuoto, il tuo è rotto. Se c’è da muoversi tra il bianco e il nero, il tuo nero non fa vedere proprio nulla. Quando si è così depressi, c’è solo una tecnica che funziona: ridere. Ridere delle proprie disgrazie e ridere anche pensando alla propria morte. O ti metti a scrivere il testamento oppure cerchi di esercitarti con:

Piccoli suicidi tra amici, Arto Paasilinna

Il colonnello Kemppainen si stupì della maniera singolare che aveva Rellonen di sprecare gli alcolici: appena la bottiglia era vuota per due terzi, vi rimetteva il tappo e, se il vento tirava dalla riva, la lanciava nel lago. La bottiglia prendeva il largo beccheggiando, per raggiungere prima o poi la riva opposta. La traversata era di qualche kilometro, e il mittente di quel messaggio alcolico non poteva sapere dove sarebbe approdato.

“Quasi tutti i proprietari di casa qui fanno la stessa cosa. E’ prassi lasciare un terzo in fondo alla bottiglia prima di rimetterla in circolo”, spiegò Rellonen.

Pubblicato in Acquario
Etichettato sotto
Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:56

Capricorno, Agosto 2010

Hai problemi in famiglia, ultimamente. Case o proprietà da sistemare, litigi da appianare, lavoretti che non puoi più rimandare. Ma qui c’è poco da fare: sono rotture di scatole e basta. Come tirarti su mentre dipani la matassa? Puoi leggere una storia dove i protagonisti stanno peggio di te. Non so se funzionerà, ma almeno avrai letto un bel libro.

Quello che ho amato, Siri Hustvedt

Mi vennero in mente le storie di giovanotti gettatisi dalla finestra in giacca gialla dopo aver letto il Giovane Werther. Una mania di suicidio collettivo. Goethe giunse a detestare quel romanzo ma, quando uscì, il libro creò scompiglio tra le personalità più vulnerabili. Teenie ispirava pensieri di morte stravaganti non solo perché pareva più malata degli altri amici di Mark, ma perché avevo cominciato a capire che, in quella cerchia, un aspetto poco sano era considerato attraente.

Pubblicato in Capricorno
Etichettato sotto
Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:55

Sagittario, Agosto 2010

Diceva la bonanima di John Lennon che la vita è quel che ti capita mentre sei impegnato in altri progetti. E’ quanto stai ‘scoprendo’ anche nella tua vita, nel bene e nel male. La determinazione delle proprie azioni non può mai prescindere dal caso (che si chiama così mica per niente!). Ed è quanto accade anche nel libro scelto per te per questo mese, perché anche qui dentro tutto cambia in base al corso imprevedibile della vita.

Eureka Street, Malia Wilson

“Ci sono ancora alcuni dei tuoi amici laggiù”, le dissi. “Forse è meglio che tu li raggiunga”.

Oh, non ci metteva molto a gelarsi quel suo sguardo. Si voltò a guardarli. “Sei sicuro?”.

“Credo che sia meglio, non dici anche tu?”.

Mi rivolse un sorriso sprezzante. “Una strusciatina e via, eh?”.

Tutta lì la magia del primo bacio.

Pubblicato in Sagittario
Etichettato sotto
Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:54

Scorpione, Agosto 2010

Agosto/leggerezza a più non posso. Sei pronto a rilassarti? Via! Molla i mattoni che generalmente ti porti in viaggio e scarica le tensioni con un libro leggero, che ti diverta, che ti faccia ridere, che la sera ti faccia addormentare in mezzo a una nuvola di pensieri vaporosi. Se non l’hai ancora letto, ti consiglio “Patty Diphusa”, di Almodovar: scoprirai che lo stile del Pedro scrittore e regista è unico, ma diverso il piacere di seguirlo.

Patty Diphusa e altre storia, Pedro Almodovar

La moda e la vita degli anni Novanta saranno contrassegnati dai problemi di traffico di droga, del traffico di raccomandazioni e soprattutto del traffico automobilistico. Di fronte all’impossibilità di muoversi, l’essere umano sarà condannato a rimanere in casa e a fare tutto da sé, dall’abito per una festa all’arredamento della propria villa.

Pubblicato in Scorpione
Etichettato sotto
Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:53

Bilancia, Agosto 2010

Avventura! Avventura! E ancora una volta, avventura! Il bello di programmare tutto, ogni tanto deve cedere il posto al piacere di vedersi misurare con le prove che la vita ti mette davanti. Ogni sfida diventa un piacere se ti lasci qualche incognita da risolvere, non credi? E allora, cosa c’è di meglio di un libro sui pirati? Che tu ami il genere o meno, ne resterai letteralmente incantato, parola delle stelle.

La vera storia del pirata Long John Silver, Biorn Larsson

Non mi diedi la pena di spiegare a England che era indispensabile sacrificare un capro espiatorio, se volevamo rimanere un po’ più a lungo su questa terra. Quelli come lui, che, a sentir loro, sanno distinguere tra la vita e la morte, non capiscono che a volte bisogna scegliere l’una o l’altra

Pubblicato in Bilancia
Etichettato sotto
Mercoledì, 11 Agosto 2010 08:52

Vergine, Agosto 2010

Ce la puoi fare. A questo mondo tutto è possibile, né hai bisogno di leggere l’oroscopo per sapere a cosa solo non c’è rimedio. Quando il disfattismo ti assale, pensa ai grandi uomini, pensa a Nelson Mandela e a che cosa sia riuscito a fare dal profondo sud del mondo. Oppure leggi questo libro, ambientato in una terra lontanissima e assurda, e scopri che la fortuna può fare qualcosa – chi può negarlo? – ma l’umana volontà riesce ancora di più.

Educazione siberiana, Nicolai Lilin

Come prima cosa, bisognava rispettare tutti gli esseri viventi, categoria in cui non rientravano i poliziotti, la gente legata al governo, i bancari, gli usurai e tutti coloro che avevano tra le mani il potere del denaro e sfruttavano le persone semplici.

Poi bisognava credere in Dio e in Suo Figlio Gesù, e amare e rispettare gli altri modi di credere in Dio diversi dal nostro. (…). Infine, non dovevamo fare agli altri quello che non volevamo fosse fatto a noi: ma se un giorno eravamo obbligati a farlo, doveva esserci un buon motivo.

Pubblicato in Vergine
Etichettato sotto
Domenica, 08 Agosto 2010 09:53

Leone, Agosto 2010

Quando si sale su una giostra, una qualsiasi giostra, valgono solo due regole: ci sei su/decidi di scendere. E’ il bivio di fronte al quale ti trovi tu, Leone, ma continuare a vedere i vantaggi dello scendere quando si è su o fare il contrario - apprezzare lo stare su e girare vorticosamente una volta deciso di scendere - ti rende agitato e perennemente scontento (e non potrebbe che essere così). Perciò deciditi, anche se le stelle dicono che hai tutto il tempo per rifletterci con calma.

La giostra dei criceti, Antonio Manzini

-       Ma stai scherzando? – ribattè Augusto confuso e spaventato.

-       Cioè tu mi stai dicendo che io avrei parlato di Hitler con te? – disse Ferdinando alzandosi in piedi. Il ciuffo di capelli bianchi gli andò di nuovo davanti agli occhi.

-       Sì e del fatto che se c’è stato l’olocausto grazie a quello gli ebrei sono tornati alla Terra Promessa.

-       Sei impazzito? Io avrei giustificato Hitler?

-       Anche l’eutanasia.

-       Augusto, ma sei ubriaco? – urlò Ferdinando. Le voci nei corridoi dei gesuiti si azzittirono. – O sei uscito di senno? Stai prendendo delle medicine?

L’Aulin, - rispose Augusto, con volce calma e piatta.

Pubblicato in Leone
Etichettato sotto
Domenica, 08 Agosto 2010 09:52

Cancro, Agosto 2010

Come mai tutto questo livore? Ti incazzi ma sembra quasi a vuoto, senza mira, giusto per sfogare i tuoi malumori random. Ma ciò che ti occorre non è imparare in due giorni a vivere secondo i precetti new age, ma di arrabbiarti con cognizione di causa. Di imparare cos’è la strategia e poi di saperla mettere in atto. Leggi perciò “Todo modo” di Leonardo Sciascia e se riesci a trovarlo, guardati il film di Elio Petri con Gian Maria Volontè: diventerai il re dell’incazzo motivato..

Todo modo, Leonardo Sciascia

“Il dongiovannismo non è che il prolungamento di questa legge oltre la pubertà: nella giovinezza, nella vecchiaia. E sono passati dalla giovinezza alla vecchiaia, saltando lo stadio della maturità, appunto perché la maturità, negli uomini afflitti da un simile male, non esiste. Il dongiovannismo è un prolungamento di immaturità: fino al rimbambimento, che è poi la giusta preconclusione, e alla morte… Ci faccia caso: tutti i dongiovanni finiscono col rimbambire”.

Pubblicato in Cancro
Etichettato sotto
Domenica, 08 Agosto 2010 09:51

Gemelli, Agosto 2010

Gemelli caro/a, fatti venire un’idea. Una qualsiasi, che ti porti o più vicino a dove vorresti, o più lontano - ma solo se è il caso. Quel che viene fuori è che questo mese girerai un po’ sperso, alla ricerca di qualcuno che decida per te. Prima che accada, mettiti lì e per 5 minuti – non di più – fatti venire un’idea:. Poi eseguila. Il tuo umore decollerà.

Vent’anni che non dormo, Marco Archetti

I primi minuti stiamo lì un po’ in equilibrio sul filo della formalità, molto sul “come stai… hai visto che tempo… mi sei venuta in mente ieri sera, cioè stanotte, cioè a dire il vero era quasi l’alba, ma non mi ricordo per cosa… bè, non mi stupisce, la solita testa tu…”. Poi, lentamente, proviamo ad accennare a noi, il ristorante, Madonna che barba il prossimo esame, ti posso capire Laura, ma cosa vuoi capire tu che l’hai piantata a metà, è proprio perché l’ho piantata a metà che ti posso capire, dai Marco raccontami qualcosa di buffo, non so, ti racconto della Carambola?

Pubblicato in Gemelli
Etichettato sotto
Domenica, 08 Agosto 2010 09:50

Toro, Agosto 2010

Continua il tuo momento bello, già annunciato per luglio. Ma tu del Toro ami la bellezza senza troppi fronzoli, detesti gli inutili svolazzi che si poggiano sull’essenza della poesia già insita nelle cose e nelle persone che ti circondano (e in quelle nuove che incontrerai). Perciò, se il tuo motto di ora è serenità e pragmatismo, il consiglio va esattamente nella stessa direzione.

Il meglio che possa capitare a una brioche, Pablo Tusset

In generale diffido sempre dei testi ben redatti. Ho notato che i professionisti più qualificati, in materie pratiche, sono i più imbranati a scrivere, o meglio, sono quelli che si impegnano a seguire con ardore le regole della retorica ma senza riuscirci del tutto. Ho conosciuto un cardiologo di fama internazionale, amico della mia Meravigliosa Famiglia, i cui biglietti d’auguri per le feste recitavano immancabilmente: “Cari Valentìn e Mercedes, vi auguro di trascorrere un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo ed estendo i miei auguri rispettivamente anche ai vostri figli”, maledizione gitana che non ci ha mai fornito il minimo indizio riguardo a quale augurio i miei Signori Genitori avrebbero dovuto estendere a me e quale a Sebastìan, in modo che potessimo trascorrere anche noi Natale decente.

Pubblicato in Toro
Etichettato sotto
Pagina 13 di 16


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.