tu sei qui: Home Premiopoli
Premiopoli
Premiopoli
I partecipanti, i finalisti, i vincitori dei più importanti premi letterari italiani.
Sabato, 03 Settembre 2011 23:10

Premio Campiello. Vince Andrea Molesini

Ultimo atto della premiopoli 2011: il Campiello è stato vinto da Andrea Molesini che per Sellerio ha pubblicato Non tutti i bastardi sono di Vienna. Molesini che ha vinto con 102 voti, molto emozionato, ha voluto dedicare il premio all'indimenticabile Elvira Sellerio e ai librai "che fanno un lavoro molto difficile". 
Orgoglio, patriottismo, odio, amore: passioni pure e antiche si mescolano e si scontrano tra loro, intorbidate più che raffrenate dal senso, anch'esso antico, di reticenza e onore. Villa Spada, dimora signorile di un paesino a pochi chilometri dal Piave, nei giorni compresi tra il 9 novembre 1917 e il 30 ottobre 1918: siamo nell'area geografica e nell'arco temporale della disfatta di Caporetto e della conquista austriaca.

Il premio, come si sa, chiude la stagione letteraria del nostro Paese. Si avvia, quindi, alla conclusione la XLIX edizione del Premio Campiello Letteratura, promosso e organizzato dal 1962 dagli Industriali del Veneto che, come da tradizione, celebrerà gli scrittori finalisti nel corso di due appuntamenti. Il primo è previsto per venerdì 2 settembre con la Cerimonia di premiazione dei cinque autori finalisti: Maria Pia Ammirati con “Se tu fossi qui” (Cairo Editore), Ernesto Ferrero con “Disegnare il vento” (Einaudi), Giuseppe Lupo con “L’ultima sposa di Palmira” (Marsilio), Federica Manzon con “Di fama e di sventura” (Mondadori) e Andrea Molesini con “Non tutti i bastardi sono di Vienna” (Sellerio).
Il secondo invece il giorno successivo al Gran Teatro La Fenice con la Cerimonia conclusiva e la premiazione del vincitore.
La Fondazione Il Campiello dedica un evento esclusivo per la consegna del Premio Selezione Giuria dei Letterati agli scrittori finalisti. L’appuntamento si terrà nelle storiche sale di Ca’ Vendramin Calergi, grazie all’ospitalità del Casinò di Venezia. “Una serata interamente dedicata ai nostri cinque scrittori finalisti, che sono tutti già vincitori del Premio Selezione Giuria dei Letterati” - sottolinea il Presidente di Confindustria Veneto e della Fondazione Il Campiello, Andrea Tomat.
Anche quest’anno verrà assegnato il ‘Premio Fondazione Il Campiello’ riconoscimento che viene attribuito ad una insigne personalità della cultura italiana. “Quest’anno la nostra Fondazione ha deciso di premiare Andrea Camilleri “- spiega il Presidente della Fondazione Il Campiello, Andrea Tomat. “Il nostro è un omaggio ad uno scrittore tra i più letti ed amati del nostro tempo, che ha saputo reinventare il genere giallo con raffinata ironia di linguaggio, creando personaggi vividi e indimenticabili. Fino ad oggi i suoi romanzi hanno venduto più di 10 milioni di copie e sono stati tradotti in 35 lingue. Camilleri è oggi un riferimento e un’icona della cultura italiana nel mondo”.
Il Premio verrà consegnato ad Andrea Camilleri nel corso della cerimonia conclusiva di sabato 3 settembre, al Gran Teatro La Fenice.

Si è conclusa la manifestazione “Nove giorni di libri” e con lei anche l’attesissimo Premio Bancarella. La giornata di ieri ha decretato il suo vincitore, Mauro Corona, che con uno scarto di voti notevole ha battuto tutti gli altri concorrenti in gara. La competizione vedeva protagonisti oltre al vincitore, che ha trionfato con 75 voti, il secondo classificato Franco Di Mare con Non chiedere perché (Rizzoli), con 45 preferenze, Andrea Frediani con Dictator – Il trionfo di Cesare (Newton Compton), 28 voti, Alessandro Barbero con Lepanto (Laterza), 19 voti, Claudio Fracassi con Il romanzo dei mille (Mursia), 16 voti e Alberto Cavanna con A piccoli colpi di remo (Arte Navale) con 6 voti . La serata, presentata da Letizia Leviti, si è svolta di fronte a una Piazza della Repubblica gremita di persone, accorse da tutta la Toscana e oltre,per assistere all’evento culturale più atteso dell’estate lunigianese che hanno sfidato la pioggia, restando comunque in attesa del verdetto sotto il tendone allestito in Piazza Duomo.

Giovedì, 07 Luglio 2011 22:11

A Edoardo Nesi il Premio Strega 2011

foto autoreEdoardo Nesi con Storia della mia gente, edito da Bompiani è il vincitore del premio letterario più ambito del nostro Paese. Non c'è stata gara dalla seconda giro di votazioni che lo ha visto a pari merito con Bruno Arpaia autore di L'energia del vuoto pubblicato da Guanda a 40 voti. Lo "stacco" dal terzo giro con 111 voti e la vittoria con 138.

Gli altri autori presenti in cinquina hanno concluso la serata finale con le seguenti preferenze: Bruno Arpaia con L'energia del vuoto (Guanda),Mario Desiati con Ternitti (Mondadori),Mariapia Veladiano con La vita accanto (Einaudi). E Luciana Castellina, con La scoperta del mondo edito da Nottetempo.

«InizioPrec.21222324252627Succ.Fine»
Pagina 21 di 27


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.