tu sei qui: Home Piccoli lettori crescono Nina e i diritti delle donne
Sabato, 17 Dicembre 2011 14:13

Nina e i diritti delle donne

Scritto da isabella paglia

Ti sentirai dire che essere giovani all’inizio del terzo millennio è molto duro. Che troverai lavoro con difficoltà in un mondo in cui la sicurezza economica traballa. C’è del vero naturalmente, ma non è una legge di natura. Dipende da ciascuno di noi scegliere chi ci governa, orientare lo sviluppo e la tutela dei beni comuni, distribuire la ricchezza in modo da evitare le ingiustizie. E dipende dalle ragazze e dalle donne battersi per la propria libertà e per una civiltà che la rispetti. […] Tocca farlo con gli occhi aperti e la mente sveglia”…

 

La storia di Nina e delle donne della sua famiglia raccontata durante un viaggio in traghetto è la storia di tutte le donne italiane, delle loro battaglie, dei loro sacrifici per acquistare quei diritti civili fondamentali per una moderna società equa.

 

Un piccolo racconto che si inserisce nella grande storia di tre generazioni 1946 ad oggi.

Oggi i bambini e le bambine posso scegliere cosa fare da grandi. Ma in Italia, solo 45 anni fa, alcune professioni erano vietate alle donne: come la magistratura e altre ancora nei pubblici uffici.
Attraverso la voce di Nina e la storia della sua famiglia, il racconto di come è cresciuta l’Italia attraverso l’evoluzione dei costumi, delle donne e della società intera: per mostrare ai giovani lettori e lettrici che niente si può dare per scontato e che tanti diritti, che oggi sembrano ovvi, sono in realtà frutto di grandi battaglie avvenute pochi anni fa e che non vanno dimenticate! Soprattutto per non tornare indietro.
Un libro utile, molto illustrato e colorato, con voci e ritratti di donne che meritano di essere conosciute e ricordate da Fiorenza De Bernardi la prima pilota civile nel 1967, a Samantha Cristoforetti  unica donna tra i 14 astronauti dell’ESA , agenzia spaziale europea.
Nina e i diritti delle donne, un libro avvincente come lo è la storia della donna, da regalare a Natale e sempre per capire da dove veniamo e stiamo and andando.

Le Autrici

Cecilia D’Elia, laureata in filosofia, vive a Roma e ha due figli, Federico e Giovanna.Ha pubblicato numerosi articoli sulla politica delle donne. Impegnata da qualche anno nel governo locale, è attualmente vicepresidente e Assessore alle politiche culturali della Provincia di Roma.

Rachele Lo Piano, si è diplomata all’Accademia di Belle Arti di Roma, poi si è laureata in Lettere, fa la grafica, cuce e frequenta a tutto spiano corsi di cucina e filosofia.


Scheda tecnica:

Titolo: Nina e i diritti delle donne
Autore: Cecilia D’Elia
Illustratore: Rachele Lo Piano

Editore: Sinnos
Collana: Nomos
Anno di Pubblicazione:
2011
Codice EAN: 978-88-7609-204-6
Pagine: 80
Formato:
brossura, illustrato
Prezzo:
indicativo € 15,50.
Età di lettura:
( 11 + ).

Letto 3146 volte
Altro in questa categoria: « LA PICCOLA RENNA Il giullare errante »

2 commenti

  • Link al commento isabella paglia Domenica, 18 Dicembre 2011 13:14 inviato da isabella paglia

    Buona domenica anche a te! E' un libro che ogni donna piccola, in divenire o già grande dovrebbe avere :-) Utile soprattutto

  • Link al commento federicasole Domenica, 18 Dicembre 2011 10:50 inviato da federicasole

    interessante questo libro, sicuramente da tenere in considerazione per mia figlia, grazie del suggerimento, all'avanguardia e contro-corrente!buona domenica!

Devi effettuare il login per inviare commenti


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.