tu sei qui: Home Letture Ma già prima di giugno
Venerdì, 12 Giugno 2015 10:00

Ma già prima di giugno

Scritto da Livia Rocchi

“Il libri più veri (…) sono libri che ripetono, che riassestano, che rendono più chiare le lezioni della vita; che ci liberano da noi stessi, ci costringono a far conoscenza con gli altri, e ci mostrano il tessuto dell’esperienza (…) con un totale mutamento di prospettiva, proprio perché una volta tanto se ne sta zitto, e cancellato, quel noioso e mostruoso ego normalmente in carica.”

Il nuovo libro di Patrizia Rinaldi mi ha riportato alla mente queste parole di Robert Louis Stevenson perché leggendolo la sensazione è stata proprio questa: uscire da una quotidianità fin troppo nota e riviverla attraverso la straordinaria costellazione di figure femminili che brillano in questo romanzo.

E questo nonostante la scelta spiazzante di raccontare la storia di una madre, Maria Antonia, mentre è ancora una giovane donna che sbrana la vita, mentre in parallelo ma più avanti nel tempo scorre l’agonia di Ena, sua figlia, in attesa di una morte certa e tanto presente da diventare quasi un ulteriore personaggio.

E poi l’Abbadessa, cinico soprannome che Ena dà alla badante straniera, piccola ribellione al suo bisogno di lei, a questa presenza indispensabile, competente e attenta ma insopportabile e molesta per ciò che rappresenta.

E poi Giuseppina, l’amicizia che non ha bisogno di parole che anche tra donne esiste, checché ne dicano quelle che non la sanno dare.

E la Monaca Santa con fama di profetessa che in realtà ha il potere di vedere le persone e costringerle ad accettare le consapevolezze su cui vorrebbero e non vorrebbero chiudere gli occhi (anche qui… quanti di noi possono trovare un’istantanea di loro stessi?).

E Mammà, di cui non conosciamo il nome perché è Mammà, l’amore materno, i conflitti, la pellicola antica da cui esce la foto con lo stesso soggetto ma i chiaroscuri al contrario, che molte figlie non vorrebbero (o non sanno di) essere.

E la nobile Gigliola che “invece della pelle ha un impermeabile di lusso e disgusto. Lei non era mai stata nemmeno toccata dalla vita e così vinceva sempre, anche mentre stava perdendo”.

E donna Zoccolì che bacia a labbra serrate, programma, liscia, manipola, usa il tu e non il noi, usa e basta, e si fa odiare tanto che sembrerebbe un personaggio-macchietta se di queste macchiette non ne esistessero tante in sangue gelido e ossa.

E Lucia che deve crescere quando ancora succhia il latte della mamma, diventa subito perspicace e saggia, ma è quella a cui rimane attaccata la dolcezza bambina…

Naturalmente non mancano notevoli personaggi maschili, ché anche loro subiscono la Storia oltre a volerla fare. Arturo che si fa divorare mentre mangia la sua pizza, Renato che sale scaloni di palazzi romani e sa resistere per ben trentuno anni a un assedio… c’è persino una traccia di Victor Hugo.

Il romanziere francese scriveva in I Miserabili: «Dal momento che traete vantaggio da tutto, monsignore, guardate quell'aiuola inutile. Sarebbe meglio cavarne insalata, piuttosto che mazzi di fiori.» «Signora Magloire,» aveva risposto il vescovo, «vi sbagliate. Il bello è altrettanto utile dell'utile stesso.» E aggiunse, dopo una pausa: «Forse di più.»

Chissà se pensa a Monsignor Myriel, vescovo di Digne, la nostra Maria Antonia quando inizia a coltivare un orto da cui “… Non avrebbe ricavato che il poco che l’avrebbe stancata. E poi l’avevano vista, quella scema: intorno al capanno in epoca di carestia aveva lasciato un quadrato per il glicine. Aveva fatto pure il giardino, ma che scombinata.

Maria Antonia invece sapeva zappare e quando la disperazione si infilava in mezzo al sudore, succhiava glicine e ricominciava.”

La stessa cosa che si può fare con i bei libri.

INFO EDITORIALI

Titolo: Ma già prima di giugno

Autore: Patrizia Rinaldi

Editore: e/o

Collana: Dal Mondo

ISBN: 9788866326304

Pagine: 205

Prezzo indicativo: € 16,50

Data di pubblicazione: 24 aprile 2015

Letto 3454 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

Classifiche

Vita di libreria

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.