Premiopoli 2011. Lo Strega: gli editori non aspettano

Premio Strega 2011 – Ricominciano anche quest’anno le voci sul Premio letterario più chiacchierato d’Italia: il Premio Strega.

L’articolo a pagina 56 de La Repubblica di oggi annuncia che la casa editrice Baldini Castoldi Dalai candiderà il romanzo di Fabio Geda “Nel mare ci sono i coccodrilli“, già vincitore del libro dell’anno 2010 della trasmissione di Radio 3 Fahrenheit: i libri, le idee.

 

Silenzio sui candidati allo Strega 2011 – In realtà, dopo le lunghe polemiche e sospetti di macchinazioni seguiti alla vittoria consecutiva per quattro edizioni di libri del gruppo Mondadori, le case editrici sembrano caute a rivelare le loro proposte come candidati per l’edizione 2011.

Nell’articolo apparso il 9 marzo su Repubblica (“Il caso dello Strega ancora senza candidati“), Maurizio Bono sottolinea proprio il silenzio sul Premio, soprattutto dei grandi gruppi editoriali.

Si punta sugli esordienti? – Dopo il clamore suscitato dalla vittoria di Paolo Giordano nel 2009 e l’appena sfumato primo posto di Silvia Avallone nel 2010, anche nel 2011 sono molti i nomi proponibili con la loro “prima volta letteraria”. Le esordienti Viola Di Grado, con il suo “Settanta acrilico trenta lana“, e Donatella Di Pietrantonio, con “Mia madre è un fiume“, sono schierate dalle rispettive case editrici E/O e Elliot. Confermata anche Mariapia Veladiano con “La vita accanto” per Einaudi. Tra i grandi editori si vocifera (ancora senza certezza) su una possibile candidatura di Alessandro Mari con “Troppo umana speranza” per Feltrinelli, Barbara Di Gregorio con il suo “Le giostre sono per gli scemi” o la nota Anna Marchesini all’esordio letterario con “Il terrazzino dei gerani timidi” per Rizzoli.

Tanti nomi, poche certezze sui Candidati al Premio Strega 2011 – Ancora nuvole sul fronte Mondadori, che per lo Strega 2011 potrebbe puntare su Federica Manzon (“Di fama e di sventura“), Chiara Gamberale (“Le luci nelle case degli altri“) o su Mario Desiati (“Ternitti“), in libreria a fine mese.

Per Einaudi potrebbero essere papabili anche “Ogni promessa” di Andrea Bajani, già vincitore del Premio Bagutta 2011, o “I traditori” di Giancarlo De Cataldo.

Su Repubblica vengono nominati per Rizzoli anche Aurelio Picca con “La fortuna è nostra” e Giuseppe Catozzella con “Alveare“, in uscita oggi e per Bompiani “Allegra Street” di Mario Fortunato, autore secondo classificato allo Strega 2007. Non è esclusa neanche la raccolta di racconti di Gianrico Carofiglio, “Non esiste saggezza“.

Confermati i candidati di Fazi e Nottetempo, rispettivamente Giorgio Nisini, autore de “La città di Adamo” e Luciana Castellina (tra i fondatori de “Il Manifesto”), autrice de “La scoperta del mondo”.

Per Minimum Fax si parla di una candidatura probabile di Carlo D’Amicis con “La battuta perfetta“.

Sono gli amici di Facebook a spingere per la candidatura di due titoli: “Nina dei lupi” di Alessandro Bertante (Marsilio) e “Tutto deve crollare” di Carlo Cannella (Perdisa), entrambi sostenuti da oltre 500 fan.

Sarebbe davvero un colpo di scena se Sellerio candidasse il grande scrittore Andrea Camilleri con il Suo ultimo “Gran circo Taddei e altre storie di Vigàta“. Per ora in casa editrice smentiscono, ma chissà… Un altro grande nome presente al Premio Strega 2011 potrebbe essere Umberto Eco, con il Suo “Il cimitero di Praga“, se Bompiani volesse giocarsi questa carta.

Ecco altri possibili candidati:
- Michele Vaccari con “L’onnipotente“, (Laurana Editore), in uscita questo mese
- Bruno Arpaia con “L’energia del vuoto” (Guanda)
- Romana Petri con “Tutta la vita” (Longanesi), già finalista allo Strega nel ’98
- Andrea Caterini con “La guardia” (Italic)
- Fabio Guarnaccia con “Più leggero dell’aria” (Transeuropa)
- Gilberto Severini con “A cosa servono gli amori infelici” (Playground).

I 12 candidati ufficiali, da cui saranno selezionati i 5 finalisti nel mese di giugno, saranno resi noti ad aprile 2011. La premiazione avverrà invece a luglio.

da sololibri.net

Un pensiero su “Premiopoli 2011. Lo Strega: gli editori non aspettano

  • 5 Aprile 2011 in 6:23
    Permalink

    Dopo Feltrinelli, anche la Rizzoli ha deciso di non candidare nessuno dei suoi autori al premio. Cercheremo di saperne di più.

    la redazione di BookAvenue

Lascia un commento