tu sei qui: Home Michele Genchi
Martedì, 13 Ottobre 2015 15:11

Luoghi selvaggi che selvaggi non sono.

Come a molti capiterà, un giorno smetteremo di fare quello che facciamo per forza o per scelta. La prima è legata alla fine del tempo del lavoro, per cui arriva il momento, volente o nolente, di dover andare in pensione. Gli altri, quale che sia il motivo, possono scegliere o decidere di fare il mestiere del camminatore naturalista: la cosa potrebbe rivelarsi anche remunerativa oltre che ad una spettacolare scelta di vita.

Sabato, 03 Marzo 2018 06:00

Una storia di commercio e di passioni

Librerie, il libro di Jorge Carriòn, inizia con un riferimento: quello al "Mendel dei libri" dal celebre racconto di Stefan Zweig che riaffiora più e più volte nelle pagine del saggio uscito tempo fa per Garzanti. La storia del libraio che sapeva tutto e dava consulenze da un banchetto in strada, unitamente a diversi altri racconti letterari, sono la storia collettiva di un mestiere e di persone declinabile nella figura di un individuo cui molta gente ambisce diventare.

Martedì, 29 Settembre 2015 14:43

Chi vincerĂ  il Nobel

A ottobre si conoscerà il vincitore. Nel frattempo nei siti di scommesse (e sui social) è partito il #totoNobel. Ecco i favoriti di quest'anno, tra nomi ricorrenti (ancora Philip Roth, nella foto) e qualche sorpresa... L’ambitissimo premio Nobel per la letteratura è attribuito ogni anno, a ottobre, all’autore “nel campo della letteratura mondiale che si sia maggiormente distinto per le sue opere in una direzione ideale” ed è stato assegnato per la prima volta nel 1901. L’Accademia di Svezia annuncia il nome del ricevente in una conferenza pubblica ma, come ogni anno, nelle settimane precedenti i siti di scommesse fanno le loro ipotesi…

Lunedì, 14 Settembre 2015 14:31

Diario di scuola

E’ un anno pieno di incertezze e di preoccupazioni legate all’applicazione della “riforma” scolastica targata Renzi-Giannini, che ha portato e porterà con sé tanti dubbi, proteste e critiche ma che dirà anche qualcosa di nuovo nell’ambito del sistema dell’istruzione. Pur potendosi prevedere in parte quel che accadrà, molti aspetti della “buona scuola” sono ancora alquanto nebulosi, per mancanza di chiarezza nelle norme in vigore ma anche per la sostanziale differenza tra la teoria e la pratica, cioè tra il dettato della legge e la sua effettiva applicazione. Intanto, mentre inizia oggi l’anno scolastico, la televisione ripropone la solita fiction - in modo banale- della annuale polemica sui libri di testo, il cui costo dissanguerebbe le famiglie dei poveri studenti.

Lunedì, 07 Settembre 2015 14:53

I piccoli lettori crescono. Ancora

I piccoli lettori crescono. Ancora.

Virginia Stefanini è una vera appassionata ed esperta di libri per ragazzi ed una grandezza bella persona di quelle che da queste parti si ama subito.. Chi le vuole bene usa chiamarla Virgi ed è così che la chiameremo anche noi. Virginia lavora come bibliotecaria ed è specializzata in libri per ragazzi e promozione della lettura. Appassionata di fumetti e illustrazione, nel tempo libero si diverte a realizzare spettacoli per tutti -eredità dei suoi studi teatrali e della specializzazione in scrittura teatrale per l’infanzia e la gioventù al teatro Testoni di Bologna-, letture animate bilingue e laboratori. Anima le pagine di un sito molto apprezzato il cui indirizzo è di seguito: https://ilgiornaledeigiovanilettori.wordpress.com! Tra le cose nuove di questa rinnovata stagione di scrittura, vi informo che Livia Rocchi si occuperà, anche lei, di letterature per ragazzi lasciando, quindi, la redazione "adulti".

A Virginia e Livia il nostro abbraccio e saluto di buon lavoro.

La redazione

Mentre sistemo i libri nello scaffale della narrativa di viaggio, fatico a ridisegnare una proposta che accompagni il lettore in cerca di ispirazione: il disordine è ampio. E' fine agosto ed è sorprendente come in molti stiano ancora comprando le guide turistiche; pensavo fosse giunto il momento di pensare ai libri di scuola per i propri ragazzi; ci siamo quasi dopotutto. Sono assorto in pensieri tipo questo ed altre amenità della serie: "machecivuolearimetterliapostoperbene?", quando mi capita tra le mani il libro di Robert MacFarlane, Le antiche vie. Un elogio del camminare. L'occhio è caduto sulla copertina e scorgere l'uomo con lo zaino e i bastoni è bastato.

“Perché se uno ha visto cinquecento incontri di boxe ha visto cinquecento incontri di boxe”

Diciamolo: la boxe è stata un baluardo degli uomini inteso sia come sport esclusivo di genere, nel senso letterale della parola di esclusione dell'altro, che come "corporazione" in difesa della sua individualità per un sacco di tempo fino all'arrivo di Joyce Carol Oates: una creatura forse troppo esile ma troppo piena di talento che non ha esitato a scavare tra i cazzotti dei campioni che hanno fatto la storia di questo sport e dato visibilità a quest'arte.

Il grande scrittore uruguaiano, famoso giornalista e autore di oltre 35 libri, tra cui il molto tradotto "Le vene aperte dell'America Latina" Eduardo Galeano è morto lunedì scorso di cancro ai polmoni all'età di 75 anni a Montevideo, capitale dell'Uruguay.

Aprile di quest'anno si è rivelato infausto per la letteratura. Proprio lunedì 13 è scomparso il grande scrittore tedesco Günter Grass e, a inizio mese, il poeta svedese Tomas Tranströmer.

Proprio "Le vene aperte dell'America Latina", fu oggetto di un dono del presidente Chavez a Barak Obama, con l'effetto conseguente di diventare un bestseller. E' accaduto durante il quinto Vertice delle Americhe nel 2009, la conferenza pan-americana, la stessa che quest'anno ha visto protagonista ancora una volta il presidente Obama per la storica stretta di mano con il presidente cubano Castro.

Martedì, 18 Agosto 2015 10:51

Che fine farĂ  la memoria degli uomini

Immaginereste una biblioteca senza libri? Beh, io no. Non ce la faccio proprio. Fin da quando ero piccolo andavo in biblioteca e prendere in prestito dei libri. Sono stato un lettore onnivoro: dai libri illustrati all'inizio ai libri di viaggio e avventura, i migliori amici della mia vita di quegli anni, sono stati i personaggi delle avventure di Conrad! Come dimenticare il marinaio Marlow di Cuore di tenebra? Insomma: i libri sono sempre stati una parte della mia vita.

GĂĽnter Grass nasce a Danzica (oggi Gdansk, Polonia) il giorno 16 ottobre 1927. I genitori sono casciubi che lavorano come commercianti nella Libera CittĂ  di Danzica (lo stato semi-indipendente fondato da Napoleone Bonaparte). I guadagni della drogheria dei genitori permettono a GĂĽnter di frequentare la scuola superiore. All'etĂ  di 15 anni il giovane cerca di arruolarsi nella marina del Terzo Reich. Solo dopo aver ricevuto la lettera di coscrizione si rende conto che avrebbe invece indossato l'uniforme delle SS.

«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»
Pagina 5 di 29


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
PiĂą contenuti, piĂą indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attivitĂ  del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.