tu sei qui: Home Michele Genchi
Lunedì, 02 Ottobre 2006 18:48

Orhan Pamuk, Istanbul

copertinaOrhan Pamuk
Istanbul
Einaudi

Nobel per la letteratura 2006.
Una delle più affascinanti città del mondo raccontata con la passione enciclopedica delcollezionista, l’amore per il figlio, la lirica del poeta.

Un grande libro.
scelto da riccardo

copertinaMarcia Grad Powers
La principesa che credeva nelle favole
Piemme

Della serie facciamoci del male da sole.
La storia di una principessa che trova il suo principe azzurro, come accaduto a me da poco, e che non e’ azzurro tutto quello che assomiglia al cielo.
Il libro e’ spiritoso e capace di far distinguere i sogni dalla triste realtà.
Speriamo che l’elaborazione del lutto passi presto: e’ una vera rottura di scatole!
scelto da roberta

Martedì, 10 Ottobre 2006 18:36

Anthony Flacco, La danzatrice bambina

copertinaAnthony Flacco
La danzatrice bambina
Piemme

E' una storia piccola, che ha il nome e il volto di una bambina. Zubaida vive nel deserto dell'Afghanistan, in un villaggio che la "guerra al terrore" non ha ancora travolto. Ha nove anni. Non sa niente del mondo oltre il suo villaggio, poco della travagliata storia del suo paese, dei cingolati dell'Armata Rossa, della lotta dei mujaheddin, del regime dei talebani che ha proibito anche gli aquiloni, degli elicotteri con la bandiera a stelle e strisce. scelto da francesco

Mercoledì, 04 Ottobre 2006 18:27

Massimo Carlotto, La terra della mia anima

copertinaMassimo Carlotto
La terra della mia anima  
Ed.E/O

Storia di vita e di malavita, quella Beniamino Rossini. Chi ha gia letto Carlotto lo sa. Beniamino e molto, molto malato. Decide di raccontare a Massimo suo amico la sua malavita ed e’ una storia nella Storia. Storia di rapine e di dopoguerra, storie di contrabbando in una Croazia della guerra civile. Un romanzo cattivo, perché cattiva e’ la mala-vita di un criminale. Bellissimo e duro.
scelto da paolo

Martedì, 03 Ottobre 2006 18:20

Sherry Argov, Falli soffrire

copertinaSherry Argov
Falli soffrire: gli uomini preferiscono le stronze
Piemme

Lo confesso e’ successo anche a me. Io sempre bella e disponibile, pronta ad esaudire ogni desiderio del mio Lui. La partita a calcetto? Ma certo amore! Devi uscire con i tuoi amici? E come no? Invece la stronza era in agguato. Peggio era pure mia amica! Questo libro non mi ha risolto la vita ma, certo, mi ha almeno salvato l’autostima. A me sembra che gli stronzi erano due! Donne unite contro il nemico (e le amiche)!
scelto da roberta

Martedì, 07 Novembre 2006 17:14

Marco Archetti, Maggio splendeva

copertinaMarco Archetti
Maggio splendeva
Feltrinelli

Questo libro riflette molto il carattere di noi Italiani: un po’ affubulatori, un po’ famiglioni, condito con una ipocrita rispettabilità dettata dalla nostra spregiudicata antropologia. E’ la storia di Leo dotato di un superpotere capace di far sparire -nel vero senso della parola- le persone e le cose. Il periodo e’ l’Italia del 1936 e la zia di Leo farà di tutto per farlo diventare una star da avanspettacolo. Si mischiano insomma: storia, humor, paradosso e non-sense.
scelto da Paola

Mercoledì, 08 Novembre 2006 17:08

Anita Nair, Cuccette per signora

copertinaAnita Nair
Cuccette per signora
Neri Pozza

Splendida metafora del viaggio che ogni donna intraprende nella sua vita, Cuccette per signora è un romanzo intenso che con ironia, tenerezza e compassione narra della ricerca femminile della felicità. Una ricerca in cui è la 'vita ordinaria', con le sue speranze e le sue disperazioni, i suoi sogni e le sue disillusioni, a mostrare le sue epiche dimensioni.
scelto da Monica

Sabato, 21 Ottobre 2006 12:02

Isabel Allende, Inès dell'anima mia

copertinaIsabel Allende
Inès dell'anima mia
Feltrinelli

Un grande ritorno dell’Allende al romanzo famigliare che tanto entusiasmo a suscitato nei lettori di tutto il mondo. Inès, dotata di un forte temperamento che male si addice alla condizione femminile sottomessa all'autorità del clero e del maschio, lnés sposa, contro la volontà della famiglia, Juan de Malaga, che presto la abbandona per cercare fortuna nel Nuovo Mondo...
scelto da fabio

Giovedì, 09 Novembre 2006 16:57

Sandrone Dazieri, E' stato un attimo

copertinaSandrone Dazieri
E'stato un attimo
Mondadori

L'ultima cosa che ricorda Santo, di professione spacciatore e ladro, e' quella di aver ricevuto una bottiglia in testa da suo socio di malaffare. Sembra che la cosa sìa successa quattordici anni prima, però. Ora Santo si e' svegliato nel bagno della Scala ed e' un altra persona: e' un pubblicitario di successo, ha una ricca fidanzata e sarà costretto ad adattarsi a un mondo che non riconosce, dove tutto passa attraverso Internet o i cellulari, Santo approfitterebbe volentieri della sua nuova condizione sociale per ricominciare alla grande con i suoi traffici. Ma non può, perché tra le sorprese che gli riserva il nuovo millennio vi è anche quella di essere ... un assassino, responsabile della brutale morte del suo capo, unico ostacolo alla sua folgorante carriera. Nel corso di una settimana dove ogni giorno riserva una qualche, di solito sgradita sorpresa, Santo dovrà capire che cosa ha davvero combinato in quei quattordici anni che ha dimenticato. Paradossale e divertente alla Dazieri per chi ha gia letto i "gorilla".
scelto da michele

Giovedì, 02 Novembre 2006 16:52

Massimo Mucchetti, il baco del corriere

copertinaMassimo Mucchetti,
Il baco del Corriere
Feltrinelli

E’ cosa dell’altro ieri. L’inchiesta giudiziaria avviata dalla procura di Milano che ha accertato l’intrusione nei computer del Corriere della Sera era partita dall’ufficio romano di una società satellite di Telecom.
Gli autori materiali di questa pericolosissima violazione sono rimasti per il momento ignoti. Nota, e non per fortuna ma grazie al prosieguo della attività investigativa, e’ l’emersione del groviglio degli interessi economici ed anche strategici che gravitano intorno alla prprietà del primo quotidiano italiano.
Non e’ stato sempre così: c’e’ stato un tempo nel quale la grande stampa italiana costiuiva un potere tra i poteri. Quella autonomia fu tolta fu dal fascismo. E da allora gli industriali proprietari delle testate ma senza alcuna “proprietà” sull’indipendenza delle direzioni e delle redazioni hanno preso pieno possesso delle testate.
Il filo rosso del libro e’ questo: attraverso la storia dei proprietari/azionisti del Corriere della Sera una riflessione su come gli interessi di fondo confliggono con quelli dell’indipendenza dell’informazione.
La domanda e’: ma conta di più la redazione o sono proprio le proprietà a contare, e anzi a fare il bello e il cattivo tempo? Ed e’ lo spunto per riflettere su come la storia dei giornali, di tutti i giornali, si intreccia da sempre con quelli dei potentati economici.
E questa non e’ una vicenda che riguarda il solo Corriere, ma di riflesso abbraccia tutta la questione dell’informazione nel nostro Paese e il peso che essa produce sulla democrazia.


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
PiĂą contenuti, piĂą indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attivitĂ  del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.