tu sei qui: Home Michele Genchi
Sabato, 09 Maggio 2009 10:06

Andrea Vitali, Almeno il cappello

copertinaLa fanfara di Bellano √® nei guai. Evelindo Gavazzi - cui √® affidato il delicato compito di suonare il bombardino nella fanfara che sul molo accoglie i viaggiatori che sbarcano a Bellano - non fa pi√Ļ parte dell'organico: √® bloccato in casa a suon di sberle dalla novella sposa Noemi, che non sopporta che faccia tardi e torni a casa ubriaco. Almeno il cappello racconta le avventure della banda orfana di bombardino e della sua gloriosa rinascita.

copertina"Correte. Mio padre sta uccidendo mia madre". La telefonata arriva alla stazione di polizia alle due del mattino. A farla è un bambino biondo con due grandi occhi blu che fissano il vuoto. Ma la mamma gli toglie la cornetta dalle mani: non è vero, non è accaduto niente, suo figlio urla nel sonno, si aggira per la città nel cuore della notte, suo figlio è sonnambulo. E un bambino che, notte dopo notte, sogna la fine del mondo.

Sabato, 09 Maggio 2009 09:54

Cesarina Vighy, L'ultima estate

copertinaDa dove arriva la voce di Zeta? Apparentemente dal luogo pi√Ļ inabitabile e muto: la malattia, in quel punto estremo che toglie possibilit√†, respiro, futuro. Ma √® solo apparenza: questa voce proviene dal nucleo pi√Ļ irriducibile e infuocato della vita. Che non tace, non cessa di guardare e amare. E anzi, comincia qualcosa: a scrivere. E fragile l'equilibrio che genera queste pagine. Per Zeta qualsiasi gesto ora √® enorme, la fatica non solo fisica √® in ogni momento fatale.

Sabato, 09 Maggio 2009 09:45

Massimo Lugli, L'istinto del lupo

copertinaIl confine che separa le ville dei ricchi dai bivacchi dei senza tetto è sottile come la lama di un coltello. Da una parte, donne avvolte nel profumo francese, domestici in livrea e ragazze au pair che parlano tutte le lingue del mondo. Dall'atra, le mense di carità, i giacigli improvvisati nel freddo della notte, l'amore rubato alla disperazione quotidiana. A cavallo tra questi due mondi, la favola feroce del ragazzo che divenne Lupo è un treno che corre lungo scene di ordinaria violenza e struggente stupore; aggressioni, lotte, tradimenti, omicidi e vendette che, senza tregua, impongono al protagonista di fare la sua scelta e di affrontare la dura scuola della vita. Sullo sfondo di avventure nere e romantiche, le inquietudini della generazione degli anni Settanta, il furore politico e le battaglie a colpi di chiave inglese che anticipano i bagliori del terrorismo.

finalista premio strega 2009

Domenica, 10 Maggio 2009 09:13

Tiziano Scarpa, Stabat Mater

copertinaDi giorno Cecilia suona il violino nell'orchestra dell'orfanotrofio, anonima creatura invisibile dietro le grate metalliche della chiesa. Di notte scrive lettere alla madre che non ha mai conosciuto.Ma un vento primaverile potrebbe scompaginare la sua vita, e i polverosi spartiti delle giovani musiciste: è arrivato un nuovo insegnante di violino e maestro compositore. Ha i capelli colore del rame, il suo nome è Antonio Vivaldi.

con questo libro, Tiziano Scarpa ha vinto l'edizione 2009 del Premio Strega

Domenica, 23 Maggio 2010 07:02

Sagittario

Questo √® un momento cos√¨ operativo che se dipendesse per te, saresti impegnato in lavori manuali dalla mattina alla sera. Quando poserai gli arnesi, goditi questo ‚ÄúTra il dire e il fare‚ÄĚ di Robert I. Sutton (autore de ‚ÄúIl metodo antistronzi‚ÄĚ) e Jeffrey Pfeffer, il cui sottotitolo non poteva che cominciare con come (‚Äúcome superare gli ostacoli che impediscono di trasformare le nostre conoscenze in azioni concrete‚ÄĚ). Il libro espone casi concreti, bizzarri come solo in America li possono avere, come ad esempio quella catena di outlet di abbigliamento maschile, la Men‚Äôs Wearhouse, che licenzia i propri dipendenti quando diventano troppo bravi, con la motivazione che denotano scarso spirito di squadra. Salta tranquillamente le parti che non ti piacciono o ti annoiano, ma divertiti a pensare che anche per i professoroni di Stanford √® pur sempre la teoria a nascere dalla pratica.

Tra il dire e il fare, Robert I. Sutton e Jeffrey Pfeffer

Si potrebbe pensare che le aziende riconoscano la saggezza espressa da Otis Redding in ‚ÄúSitting on the dock of the bay‚ÄĚ a proposito della necessit√† di misurare poco ma in modo mirato: ‚ÄúNon posso fare quel che mi ordinano dieci persone, perci√≤ penso che rester√≤ quel che sono‚ÄĚ.

Lunedì, 20 Luglio 2009 08:00

Italia senza Patria

copertinaMa davvero è successo tutto questo? In un libro di novecento pagine, una cavalcata in quel vero romanzo che è stata l'Italia degli ultimi trent'anni. E come guardare un film sulla nostra vita, in cui gli avvenimenti sono raccontati mentre succedono. Si comincia con Aldo Moro nella prigione del popolo, nell'anno che ha cambiato tutto. E poi, l'ascesa della mafia, il rapporto stretto tra crimine e potere, la guerra e i segreti di Cosa Nostra, i morti e i soldi che li hanno accompagnati. I grandi condottieri dell'industria tra sogni e corruzione, la fine ingloriosa della Prima repubblica, l'ascesa della televisione e del suo magnate, il Nord conquistato dalla Lega, il nuovo potere del Vaticano, la rivalutazione del fascismo, la crisi e la deriva. La nostra storia in cinquecento storie: anno per anno, i protagonisti, i fatti, le parole, le vittime e i vincitori, le resistenze, la musica e le idee che hanno costruito il nostro paese. Un libro per ricordare quanto è successo e per scoprire che - molto spesso - le cose non erano andate proprio così.

Lunedì, 20 Luglio 2009 07:53

Sinistra senza sinistra

copertinaDal 2006 al 2009, la storia in presa diretta di quello che siamo stati, e siamo, attraverso gli interventi di Marco Travaglio, le vignette di Vauro e le testimonianze dei giovani intervistati da Beatrice Borromeo nel programma 'Anno Zero' di Michele Santoro. Dalla stagione del governo Prodi al nuovo governo Berlusconi, con crisi economica (e non solo). Una finestra aperta e libera, che questo libro propone a futura memoria. "Stasera parliamo di mafia, o meglio: di lotta alla lotta alla mafia."

Lunedì, 20 Luglio 2009 07:49

Comunisti senza comunismo

copertinaDicevano, in quell'indimenticabile 1989, che cambiare tutto, a partire dal nome, era l'unico modo per salvare la sinistra. Alla Bolognina and√≤ in scena "la Svolta": lo psicodramma della morte del PCI, con la sua trama gialla, i suoi primattori, e comparse e il deus ex ma-china. Sembrava il delitto perfetto, si sarebbe rivelato un suicidio strategico. Vent'anni dopo la stessa compagnia di attori mette in scena un nuovo spettacolo: √® la nascita del PD, l'alba di una nuova sconfitta per l'eterna trib√Ļ degli ex e dei post comunisti.

Domenica, 20 Maggio 2007 11:40

L'anno in cui perdemmo l'innocenza: 1977

 

 

 

L'approfondimento, i fatti, la bibliografia, le schede dei libri pi√Ļ significativi.

 

 


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Pi√Ļ contenuti, pi√Ļ indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.