tu sei qui: Home Visualizza articoli per tag: premiopoli

foto autorePochi minuti prima delle 22, dopo uno spoglio durato più di un'ora, si è definita ieri la cinquina dei libri che concorreranno per la vittoria della sessantacinquesima edizione del Premio Strega, che si assegnerà il 7 luglio, primo giovedì del mese come da tradizione, nel Ninfeo di Villa Giulia a Roma. Primo posto per Edoardo Nesi, autore di «Storia della mia gente», edito da Bompiani

A guidare la classifica, con 60 voti, Edoardo Nesi con il suo Storia della mia gente, edito da Bompiani. Al secondo posto un inedito terzetto di autori a pari merito, tutti con 49 preferenze: Bruno Arpaia con L'energia del vuoto (Guanda), Mario Desiati con Ternitti (Mondadori), Mariapia Veladiano con La vita accanto (Einaudi). Entra in cinquina anche La scoperta del mondo (45 preferenze) di Luciana Castellina, le cui quotazioni erano date in ascesa per un posto al sole già nel tamtam del pomeriggio in casa Bellonci, l'appartamento dei fondatori Guido e Maria dove da oltre mezzo secolo si svolge il rituale più blasonato (e discusso) delle patrie lettere.

Pubblicato in Premiopoli

Decretati i cinque finalisti del premio Campiello dalla Giuria dei Letterati: Ernesto Ferrero con ‘Disegnare il vento’ (Einaudi) che ha incassato nove voti posizionandosi così sul primo gradino del podio. Giuseppe Lupo con ‘L’ultima sposa di Palmira’ (Marsilio) al secondo posto con otto voti, seguito da ‘Se tu fossi qui’ di Maria Pia Ammirati (Cairo Editore). Quarta Federica Manzon con ‘Di fama e di sventura’ (Mondadori) e quinto Andrea Molesini con ‘Non tutti i bastardi sono di Vienna’ (Sellerio), entrambi passati con sei voti.

Pubblicato in Premiopoli

È Philip Roth, (78 anni!), autore del celebre "Lamento di Portnoy" ma anche della "Pastorale", il vincitore del Man Booker International Prize 2011, giunto alla quarta edizione e considerato il più prestigioso riconoscimento letterario di lingua inglese.
«Questo è per me un grande onore e sono felice di ricevere questo premio», ha commentato Roth, subito dopo aver ricevuto l’annuncio della sua vittoria su altri dodici finalisti tra cui c'era anche Dacia Maraini.

Pubblicato in Premiopoli

I premi Letterari di quest'anno

Pubblicato in Premiopoli

Ecco i 12 libri candidati ufficiali per il Premio Strega 2011, alla data del 25 aprile 2011.

Pubblicato in Premiopoli

Dopo quello di Feltrinelli, arriva anche il forfait di Rizzoli al Premio Strega 2011. A pochi giorni dal termine, il 9 aprile, per la presentazione delle candidature, l’incertezza sembra comunque aver preso il posto delle polemiche, che in ogni caso non mancano, in questa prima fase del più importante riconoscimento letterario italiano.

Pubblicato in Premiopoli

Premio Strega 2011 - Ricominciano anche quest’anno le voci sul Premio letterario più chiacchierato d’Italia: il Premio Strega.

L’articolo a pagina 56 de La Repubblica di oggi annuncia che la casa editrice Baldini Castoldi Dalai candiderà il romanzo di Fabio Geda "Nel mare ci sono i coccodrilli", già vincitore del libro dell’anno 2010 della trasmissione di Radio 3 Fahrenheit: i libri, le idee.

Pubblicato in Premiopoli

Il Premio Bancarella ha aperto la stagione dei premi letterari presentando, come ormai tradizione, nei locali di Banca Cesare Ponti a Milano, i sei i libri vincitori del Premio Selezione Bancarella 2011.

A piccoli colpi di remo di Alberto Cavanna (Arte Navale),
Lepanto di Alessandro Barbero (Laterza),
La fine del mondo storto di Mauro Corona (Mondadori),
Il romanzo dei mille di Claudio Fracassi (Mursia),
Dictator – Il trionfo di Cesare di Andrea Frediani (Newton Compton) e
Non chiedere perché di Franco Di Mare (Rizzoli),

sono stati selezionati tra i volumi pubblicati in Italia negli ultimi dodici mesi, per aver conseguito secondo il giudizio dei librai, interpreti attenti e sensibili del gusto del pubblico dei lettori, un chiaro successo di merito e di vendita.

Pubblicato in Premiopoli
Mercoledì, 24 Novembre 2010 08:27

La carta e la realtà

Perché "la carta e il territorio"? Perché la carta è più interessante (e più ricca di vita) del territorio è la lampante rivelazione di Martin Jed, l'artista protagonista del nuovo romanzo di Michel Houellebecq, Premio Goncourt 2010.
Perché la rappresentazione della realtà è più eccitante della realtà stessa...
Jed Martin è un artista di successo, ma poco socievole, imparziale, indifferente a ricchezza e celebrità. Un uomo che fissa i fatti su tela, dice, registrando ciò che c'è.

Pubblicato in Storie
Lunedì, 08 Novembre 2010 15:00

Il Goncourt premia Houellebecq.

copertina

La giuria dell'Accademia del Goncourt ha assegnato il prestigioso premio di quest'anno a Michel Houellebecq al primo turno, con sette voti favorevoli e due contro . Virginia Despentes per "Apocalypse Baby" (Grasset), che ha ottenuto il Renaudot.

In "La carta e territorio", suo quinto romanzo, acclamato dalla critica quasi all'unanimità, Houellebecq parla di arte, islam, amore, soldi, celebrità, e fa grande ironia sulla campagna francese. Parla pure di una certa efferatezza del suo assassinio. A questo proposito Houellebecq fa allegramente della caricatura:"Puzza un po' meno di un cadavere" e si presenta come "una vecchia tartaruga malata", dice del suo doppio letterario. Ma il tono del libro è meno disperato e tetro dei suoi romanzi precedenti ed già considerato come il suo classico.

Pubblicato in Premiopoli
«InizioPrec.1234567Succ.Fine»
Pagina 6 di 7


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.