tu sei qui: Home Visualizza articoli per tag: premiopoli

«Siamo nella categoria dei miracoli: tutto quello che è accaduto a questo romanzo poteva anche non succedere. L'ultimo ballo di Charlot (Sellerio) è stato un caso incredibile ancora prima di uscire: un talent scout di Francoforte se ne è innamorato, in Germania hanno fatto un'asta per averlo, ora è in traduzione in 14 Paesi. A nessuno dei miei libri precedenti era mai accaduta una cosa del genere. Per me è il debutto in qualcosa che mai avrei immaginato: in due settimane, tanto ci ha messo Sellerio per decidere di pubblicarlo, mi è successo quello che non era successo in vent'anni».

Pubblicato in Premiopoli
Mercoledì, 21 Agosto 2013 13:38

Aldo Busi. L'uomo è poca cosa

"Non ritengo gli altri due titoli in gara e il premio stesso all'altezza non solo del mio romanzo, ma innanzitutto del disturbo che comporterebbe spostarmi da casa''. Lo scrive sul suo blog lo scrittore Aldo Busi annunciando che non sarà presente alla serata di premiazione del Premio Viareggio Repaci, che vede il libro di Busi, El especialista de Barcelona (Dalai) tra i finalisti della sezione Narrativa insieme a Maurizio de Giovanni, Vipera, Einaudi e Paolo Di Stefano, Giallo d'Avola, Sellerio. ''Causa precedenti impegni lo scrittore Aldo Busi non sarà presente''. Così la segreteria del Premio Viareggio Repaci aveva spiegato l'assenza dell'eccentrico scrittore dalla manifestazione.

Pubblicato in Premiopoli
Giovedì, 08 Agosto 2013 17:24

Premio Caccuri 2014. Vince Roberto Napolitano

Sabato 10 agosto, nel suggestivo sagrato antistante la Chiesa della Riforma, il trionfo di Roberto Napoletano col suo "Promemoria italiano" edito da Rizzoli, in una cornice di pubblico da grandi occasioni, come lo stesso Direttore del Sole24Ore ha definito "attento, silenzioso". Il direttore del Sole 24 ore è stato premiato con la "Torre di argento", opera esclusiva del notissimo Maestro orafo calabrese Michele Affidato, trofeo di straordinaria bellezza raffigurante il vero simbolo di Caccuri: la torre del Castello di Caccuri

Pubblicato in Premiopoli
Venerdì, 05 Luglio 2013 00:50

Walter Siti ha vinto il Premio Strega 2013

E' il premio letterario più ambito da editori e scrittori e il perché è facile da capire: il libro che vince lo Strega ha un'impennata nelle vendite, almeno 100mila copie in più, calcolano gli esperti del settore.
Il Toto-Strega di questi giorni ha dato sempre per favorito Walter Siti e i pronostici hanno avuto ragione confermando l'Autore, nella serata di Villa Giulia, vincitore con 165 voti (quasi il doppio del secondo arrivato).>>

Pubblicato in Premiopoli
Giovedì, 13 Giugno 2013 10:02

Premio Strega. I finalisti dell'edizione 2013

E' stata resa nota la cinquina dei finalisti all'edizione 2013 del Premio Strega, promosso dalla Fondazione Bellonci in collaborazione con il famoso liquore. Ieri sera a Casa Bellonci, affollata dai molti (oltre 400) Amici della domenica, il corpo elettorale del premio, eredi di un rito che si ripete da oltre sessant'anni e che quest'anno per la prima volta è stato anche trasmesso in diretta streaming sul sito www.premiostrega.it, ha fatto la sua scelta. Al termine dello scrutinio il presidente di seggio Alessandro Piperno, vincitore del Premio Strega 2012, affiancato dal presidente della Fondazione, Tullio De Mauro, ha annunciato ufficialmente la cinquina di libri e autori finalisti del Premio Strega 2013.>>

Pubblicato in Premiopoli

Scelta la cinquina del Premio Campiello: la Giuria dei letterati, presieduta da Paolo Crepet, ha deciso alla prima tornata di votazioni. "L'ultimo ballo di Charlot" di Fabio Stassi, edito da Sellerio, è con otto voti il primo libro della cinquina del Premio Campiello 2013. I libri sono stati scelti dalla giuria dei letterati, oggi a Padova. Gli altri quattro sono: "La caduta" (Nutrimenti) di Giovanni Cocco, "Geologia di un padre" (Einaudi) di Valerio Magrelli, "Tentativi di botanica degli affetti" (Bompiani) di Beatrice Masini e "L'amore graffia il mondo" (Mondadori) di Ugo Riccarelli. Se Stassi ha ricevuto otto voti, agli altri quattro finalisti ne sono stati attribuiti sette ciascuno. Il primo a non essere eletto, con sei voti, è stato "Tre anni luce" (Feltrinelli) di Andrea Canobbio.>>

Pubblicato in Premiopoli

I più rilevanti premi letterari di quest'anno

Pubblicato in Premiopoli
Domenica, 02 Settembre 2012 01:32

Carmine Abate ha vinto il Premio Campiello

Dunque, Carmine Abate con il suo romanzo "La collina del vento, ha vinto l'edizione del cinquantenario del Campiello, il premio letterario più prestigioso della nostra letteratura ma, forse, più debole in termini di vendite dei libri del suo "concorrente romano": lo Strega.

La serata della Fenice, che ha premiato, tra l'altri, Dacia Maraini con un premio speciale alla carriera, è filata liscia fin dalla metà dello spoglio, quando si è capito che l'Autore avrebbe tirato la lunga fino alla fine della conta dove, su 273 voti pervenuti, un terzo di questi gli ha dato la propria preferenza facendolo vincere con 98 voti. Seconda classificata Francesca Melandri che, per Rizzoli, ha concorso con "Più in alto del mare" a 5o lunghezze di distanza. Successivi, poi, i piazzamenti di Marcello Fois con il "Tempo di mezzo" edito da Einaudi con 49 voti, Marco Missiroli con "Il senso dell'elefante" edito da Guanda con 36 preferenze e, all'ultimo posto, Giovanni Montanaro che, con "Tutti i colori del mondo" pubblicato da Feltrinelli, ha chiuso la cinquina con 32 voti.

Pubblicato in Premiopoli

E’ Marcello Simoni il vincitore del Premio Bancarella 2012 grazie al romanzo ‘Il mercante di libri maledetti’ (Newton Compton). Siamo arrivati ormai alla 60esima edizione di questo importante premio letterario che segue a breve distanza il Premio Strega, vinto quest’anno da Alessandro Piperno con ‘Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi’ (Mondadori). Si è dunque conclusa ieri sera questa importante manifestazione interamente dedicata alla carta stampata, con la vittoria a sorpresa di questo scrittore, ex archeologo a dire il vero. Ma da chi è formato il podio e la sestina dei finalisti? Andiamo a scoprirlo.

Pubblicato in Premiopoli
antonio franchini editor mondadori

di Antonio Prudenzano

Antonio Franchini, responsabile della narrativa Mondadori, commenta con Affaritaliani.it il trionfo al fotofinish di Piperno allo Strega. E sulle consuete polemiche legate al premio letterario più ambito spiega: "Sfido chiunque a dimostrare che da Mondadori, o dal sottoscritto, siano arrivate telefonate che 'forzassero' o 'obbligassero' i giurati. Al massimo si cerca di persuadere, di convincere del valore di un determinato libro. Lo ribadisco una volta per tutte: allo Strega sono i giurati a decidere liberamente per chi votare, i giurati non sono marionette degli editori". A questo proposito, parla anche della "concorrenza interna" al gruppo con Einaudi. Franchini poi dice la sua sulle vendite, finora limitate, del dittico di Piperno: "Di Inseparabili. Il fuoco amico dei ricordi sono state tirate circa 60mila copie, mentre Persecuzione ha venduto sulle 30mila copie. Ci auguriamo che questo successo faccia crescere le vendite di entrambi i romanzi... Fare un'edizione doppia? Vedremo, magari in vista del Natale...". L'editor, che non è pentito della scelta di pubblicare un dittico e non un unico grande romanzo di Piperno ("Abbiamo rispettato come sempre la volontà dell'autore"), spiega perché sarà Fandango, e non Mondadori, a pubblicare il saggio di Piperno "Contro la memoria".

Pubblicato in Premiopoli
«InizioPrec.1234567Succ.Fine»
Pagina 4 di 7


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.