tu sei qui: Home Visualizza articoli per tag: podcast
Lunedì, 20 Aprile 2015 14:29

Podcast Unplugged. Miles Davis, Tutu

Quelle che state leggendo, sono le prime righe di una piccola "variante" di Podcast. Questa nuova serie o sottosezione della rubrica più famosa di musica che ci sia sul web e che chiamo Unplugged, si dedicherà alla segnalazione dei singoli dischi che maggiormente mi hanno formata e che continuano ad influenzare la mia appartenenza di ascoltatrice di "genere" sperando che, attraverso questo piccolo tam tam, possa suscitare il vostro bisogno ulteriore di ascolto (e di acquisto, magari). Questo primo unplugged è dedicato a Miles Davis, il disco è Tutu.

Pubblicato in Podcast

E' troppo vecchio per andare in giro a fare concerti e, assistere ad uno di questi, è un privilegio che non avrò mai. Ma chi ha avuto la fortuna partecipare ad un live di Sonny Rollins, oggetto del mio appuntamento con la rubrica di questo primo giro del 2018, sa che è una esperienza davvero molto fuori dal comune. Provate a inserire nel lettore dischi come Saxophone Colossus e capirete.

Pubblicato in Podcast
Giovedì, 23 Febbraio 2017 00:00

Podcast. La montagna sacra: Chick Corea.

Chick Corea è uno dei jazzisti più influenti della scena musicale internazionale da più di cinquant'anni. Dal 1973, praticamente ogni anno, tutti i suoi lavori sono entrati nella Bilboard list e con quasi la stessa frequenza ha vinto qualche premio (dal miglior album, al miglior gruppo e/o individuale Jazz e/o performance, eccetera eccetera).

Pubblicato in Podcast

La verità è che sono partita dal titolo per poi scrivere di altro. L'intenzione rimane, intendiamoci, ma trovo difficile raccontare di una famosa canzone inglese che, benchè sia stata scritta nel 1500 circa, è ancora molto, molto di moda. Qundi mi limito ad abbracciare i numerosi "follower" di questa rubrica per i miei più sentiti auguri di Buon Natale.

Pubblicato in Podcast

In una recente intervista dove ha raccontato del suo matrimonio (lo scorso anno a 72 anni!) con il compagno più giovane al quale è già unità da venticinque anni: Erwin Bach, ha rivelato che continua ad essere inseguita dai brutti ricordi lasciati in eredità da Ike Turner, i cui abusi e violenze sono stati causa del fallimento della loro unione. Una, tra l'altri, è stata la forzatura del cambiamento del nome. Anne Mae Bullock avrebbe voluto continuare a chiamarsi così, ma cedette alle forzature di Ike che le cambiò il nome oggi universalmente noto pensando di poterla possedere fin anche da lì (e come la storia ricorda, le cambiò anche i suoi connotati più e più volte). La questione del nome fu oggetto, come molti sapranno, di controversie in sede di separazione. A quel punto le era rimasto solo quello. In fondo, Ike era ancora Ike Turner per via di Tina.

Pubblicato in Podcast

Alcuni jazzisti sono stati considerati degli alieni per tutta la durata della loro carriera. Pur suonando buona musica e presentandosi al pubblico regolarmente, non hanno mai fatto parte di varie consorterie musicali nè, tanto meno, appartenendo a gruppi di "influencer" di quelli cioè, che se la tirano esprimendo giudizi e opinioni sugli altri. No, questa gente ha fatto il proprio mestiere quasi in silenzio, quasi come un qualsiasi altro operaio che si alza presto la mattina per prendere il bus per la fabbrica.

Pubblicato in Podcast

 

Pubblicato in Podcast

Rory Gallagher ha iniziato a suonare la chitarra all’età di 9 anni ispirato da grandi musicisti come Muddy Waters, Leadbelly e Woody Guthrie. Nella seconda metà degli anni ‘60 Rory si trasferisce a Londra da Ballyshannon, un posto sperduto sulla carta dell'Irlanda. Qui da vita ai Taste, con il bassista Eric Kitteringham e il batterista Norman Damery, entrambi provenienti dagli Axels, con i quali inciderà materiale che apparirà solo successivamente in Tattoo. In seguito cambia la formazione con Charlie Mc Kraken al basso e John Wilson alla batteria.

Pubblicato in Podcast
Mercoledì, 26 Febbraio 2014 18:26

La scomparsa di Paco De Lucia

Un chitarrista, semplicemente un chitarrista si definiva Paco de Lucia. Lui, invece, era un musicista di fama mondiale che ha abbagliato il pubblico con i suoi ritmi di flamenco e la sua fulminea velocità con cui faceva lavorare le dita sulla chitarra. Paco De Lucia ha forse ricevuto il dono di una buona morte anche se improvvisa, inaspettata, istantanea. Era su una spiaggia del Messico a Cancun, come raccontano le cronache, con la sua famiglia. Aveva appena finito di giocare con i figli, Aveva 66 anni. 
Un portavoce del sindaco della città ha riferito, confermando la notizia e le modalità della scomparsa del grande musicista che è morto per un infarto, quasi scusandosi del fatto che lo stato delle leggi locali non consento di dare altre informazioni che quelle più immediatamente disponibili.>>

Pubblicato in Podcast
Venerdì, 10 Aprile 2015 00:00

Podcast. Il blues delle origini: Bessie Smith

In seguito all'inattesa popolarità di Crazy blues di Mamie Smith, il primo blues registrato da un'artista nero, la Columbia si accorse dell'esistenza dei consumatori afroamericani e cercò di trovare cantanti in grado di attirarne l'attenzione.
Fu così che l'etichetta mise sotto contratto Bessie Smith, già molto famosa al sud. Fu l'imperatrice del blues a introdurre nella musica il concetto di diva. Il suo primo singolo per la Columbia, Down hearted blues, vendette 780mila copie in sei mesi. La sua grandezza è evidente in brani come Taint' nobody's bizness if I do, If you don't know, i know who will e negli altri brani di una raccolta capitata tra le mani come quasi un regalo: The complete Columbia recording, che "copre" il decennio dagli anni 1923 al 1933. Non ci sono inediti, ma è la prima volta che queste registrazioni vengono messe in commercio in una unica raccolta.

Pubblicato in Podcast
«InizioPrec.123456Succ.Fine»
Pagina 2 di 6


 

 

 

Ipiccoli lettori hanno cambiato indirizzo!
Più contenuti, più indici,
una sola bussola: la vostra!

Newsletter

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.