tu sei qui: Home Archivio Home
Home
Home

Home (1660)

Categorie figlie

Libroscopo

Libroscopo (169)

Questa rubrica:
Dimmi di che segno sei e ti dirò che libro leggere. Chiaro no?

(a cura di Paola Manduca)

Visualizza articoli ...
Reading room

Reading room (105)

Questa rubrica:

Reading Room è la nostra rubrica dedicata alle cronache culturali e ai libri usciti oltreconfine, in particolare dagli Stati Uniti da dove traduciamo molto.
(a cura di Michele Genchi)

Visualizza articoli ...
Storie

Storie (104)

Questa Rubrica:
Molto spesso scopriamo che il tam tam che incide sul destino di una pubblicazione nasce dalla lettura appassionata di un lettore, forte o debole che sia, ma di un solo lettore.
Ci piace pensare che il primo tocco di tamburo sia dato da Marco.

(a cura di Marco Crestani)

restiamo in ascolto a: storie@bookavenue.it scrivete!

Visualizza articoli ...
Letture

Letture (335)

In questa sezione del sito raccogliamo il meglio delle nostre e vostre letture. Il libro vecchio o nuovo che ha animato le giornate di ognuno.

Scrivete le vostre recensioni a: redazione@bookavenue.it le pubblicheremo!

Se desiderate partecipare al nostro progetto leggete qui

Visualizza articoli ...
I più letti in Europa

I più letti in Europa (1)

I libri più venduti nei Paesi europei.

i dati sono aggiornati ogni settimana (se disponibili)

Fonti: El Pais, El Mundo(Spagna), Die Süddeutsche Zeitung, Die Welt (Germania), The Indipendent, The Guardian (Regno Unito) Le Monde, Le Figaro (Francia). Nielsen Bookscan Europe

Visualizza articoli ...
I più letti negli USA

I più letti negli USA (2)

Le classifiche dei libri più venduti negli Stati Uniti.

I dati sono aggiornati ogni settimana (se disponibili)

Fonti: Bookscan, New York Times, Washington Post

Visualizza articoli ...
Il libro più brutto del mondo

Il libro più brutto del mondo (13)

I libri peggiori secondo il Manduca-pensiero. Agli autori e ai loro editori diciamo: niente di personale e senza offesa: potevate scegliere di non pubblicarlo ma lo avete fatto lo stesso.

(a cura di Paola Manduca)

Visualizza articoli ...
Premiopoli

Premiopoli (107)

I partecipanti, i finalisti, i vincitori dei più importanti premi letterari italiani.
Visualizza articoli ...
Podcast

Podcast (89)

Podcast è la rubrica Libri & Musica curata da Francesca Schirone. Un viaggio intimo tra i suoi libri e i suoi dischi. Non solo da leggere quindi, ma anche da ascoltare.

se avete qualcosa da dire, ditelo a Francesca: redazione@bookavenue.it

Visualizza articoli ...
Cross selling

Cross selling (98)

Questa rubrica

I fatti, i numeri, i commenti e le testimonianze intorno al mestiere della libreria

Visualizza articoli ...
Diari di Bordo

Diari di Bordo (11)

Questa rubrica:
Avete un viaggio da fare? Lo avete già fatto?. Questo è il luogo dove i destini immaginari e quelli reali s' incontrano.
Il Booksandtrips di Bookavenue.

(a cura di Valeria Merlini)

scrivete a diari@bookavenue.it

Visualizza articoli ...
First Circle

First Circle (39)

Questa rubrica:
First Circle è dedicata principalmente agli autori poco conosciuti o esordienti. Quelli che aspirano a diventare tali, potranno essere dissuasi scrivendo a : firstcircle@bookavenue.it
Carla saprà, con competenza e nel limite del possibile, dirvi no. In fondo, escono già 60,000 titoli nel nostro Paese anche senza il vostro. Oppure si, visto che è importante dare spazio ai libri ben scritti a prescindere dalla notorietà o meno dell'autore.

(a cura di Carla Casazza)

Visualizza articoli ...
I più letti in Italia

I più letti in Italia (4)

Benvenuti nella sezione dedicata alla classifica secondo i dati di Demoskopea e Bookscan. La nostra classifica è frutto di una media tra le ultime rilevazioni settimanali della Gfk per 'Il Corriere della Sera', della Demoskopea per 'Tuttolibri' de 'La Stampa', di GfK Marketing Services per 'Il Giornale' e dell'Eurisko per 'La Repubblica'. Per questo motivo alcuni nostri dati potrebbero differire con quanto apparso sui giornali. I dati di Bookscan sono pubblicati solo se aggiornati alla settimana corrente.

Visualizza articoli ...
Elzeviri

Elzeviri (248)

Questa Rubrica.
I fatti, gli eventi, i nostri commenti, i nostri editoriali e le nostre opinioni

Aspettiamo anche i vostri contributi al nostro indirizzo di posta: redazione@bookavenue.it

Visualizza articoli ...
Piccoli lettori crescono

Piccoli lettori crescono (312)

In questa sezione sono raccolti tutti gli articoli della rubrica fino all'estate del 2017. La rubrica dedicata alla letterature tra le più apprezzate dei social, è diventata un nuovo sito con rubriche e sezioni del tutto indipendenti disponibili all'indirizzo:

https://bookavenuekids.blogspot.it/

dirige il nuovo sito Isabella Paglia, apprezzata e premiata autrice di libri per bambini e ragazzi pubblicati in Italia e all'estero, già capitana della rubrica e ora responsabile dei contenuti della nuova testata.

Visualizza articoli ...
ebook più venduti

ebook più venduti (3)

la nostra classifica degli ebook più venduti in italia.

La classifica si avvale di fonti diversi segnalate di volta in volta in testa all'articolo

Visualizza articoli ...
Martedì, 02 Marzo 2010 15:44

Daria Galateria, Mestieri di scrittori

foto

La poesia non dà pane, come dicevano gli antichi, e anche sulla prosa, nella maggioranza dei casi, non si può fare troppo affidamento. Lo sanno bene gli scrittori che, prima di venir riconosciuti (e sufficientemente compensati) come tali, hanno dovuto adattarsi ad ogni sorta di lavori e quelli che, per necessità o per scelta, si sono divisi per tutta la vita tra lavoro e letteratura. Il fenomeno è sempre esistito, tanto che le lamentazioni del poeta in miseria costituiscono una sorta di genere letterario; ma in epoca moderna, quando la cultura ha cominciato a non essere più appannaggio delle classi agiate e del clero, a non godere più della generale considerazione e a perdere di conseguenza il sostegno delle diverse forme, pubbliche e private, di mecenatismo, il capitolo degli esordi difficili e dispersivi e quello della letteratura come secondo lavoro figurano in quasi tutte le biografie degli scrittori.

Venerdì, 30 Aprile 2010 15:33

Livio Romano, Niente da perdere

copertinaLivio Romano ha scritto qualche tempo fa ( non ricordo più dove lo abbia scritto, figurarsi) che fare letteratura è come mettere un paio di occhiali. Conta la montatura attraverso cui guardare la realtà. I miopi, soprattutto, ma forse anche gli astigmatici, potranno capire meglio. Sta tutto lì.
Così ne ha inforcato un paio nuovo di zecca, oggi, per raccontare un trentacinquenne, tal Gregorio Parigino, alle prese con un’esistenza frenetica fatta di lavoro, parenti, donne, ricordi e medicine (tranne le ultime, ma solo da poco tempo, sembra il ritratto di un direttore di libreria che conosco). Un uomo che impara gradualmente a guardare la sua vita da lontano e a ritrovarne il senso concreto, tangibile, terreno proprio in quel bailamme, che, girandogli vorticosamente intorno e ancorandolo al suolo, gli impedisce di perdersi e gli consente di conservare la misura esatta del suo tempo.

foto

Grazie alle parole di Irène Némirovsky il lettore è portato a immedesimarsi nella malattia della storia, nella violenza delle sue guerre, nell'immoralità dei suoi molti popoli. La vita di  questa grande scrittrice riassume in sé le tragedie e gli orrori del XX secolo. Nata in Russia nel 1903 in una famiglia ebrea, al momento della rivoluzione il padre, banchiere, per sfuggire alle persecuzioni emigra in Francia. Qui Irène trova ben presto la sua vocazione, sarà una scrittrice. Le circostanze del suo esordio letterario hanno qualcosa di romanzesco.

I libri di Carrere pongono sempre più di qualche difficoltà. Sia nel definirli, sia nel recensirli. E forse questa è la dimostrazione che ci si trova dinanzi a uno scrittore quantomeno complesso. C'è sempre, tra le sue righe, come una fastidiosa musica di sottofondo. E non si riesce mai a capire se sia la storia o un personaggio o l'atmosfera tutta del libro. Vi ricordate la “Settimana bianca” o “L'avversario”? Fin dalle prime pagine, senza bisogno di sapere come proseguisse la storia, si veniva sommersi da un senso di disagio, quasi di freddo.

Venerdì, 30 Aprile 2010 14:52

Claudio Rigon, I fogli del capitano Michel

Tutto parte da una scoperta nell'archivio del Museo del Risorgimento di Vicenza. Claudio Rigon è un appassionato di fotografia e, vagabondando per l’Altipiano di Asiago con una macchina fotografica e un cavalletto, si sente attratto dall’atmosfera di Monte Ortigara, “da quel territorio particolare che comincia con il suo crinale e si estende poi a sud-ovest per un’ora di cammino, fino ai piedi di Cima Dodici.”

Incontra rovine, resti di baraccamenti, trincee, in un paesaggio che in certi momenti sembra ancora il dopo di una battaglia.

Venerdì, 30 Aprile 2010 14:45

Giulio Mozzi, Sono l'ultimo a scendere

Non è facile scrivere un blog. Soprattutto non è facile scriverci tutti i giorni in maniera interessante e originale stabilendo un dialogo con i propri lettori, non forzando la mano e rispettando le opinioni altrui. Sono l’ultimo a scendere (e altre storie credibili) di Giulio Mozzi è una sorta di "diario pubblico" (secondo la definizione dell'autore) tratto dal blog dello scrittore padovano, uno dei primi autori italiani ad aver utilizzato il web per comunicare dimostrando di saperci fare. E bene.

Una donna, un tradimento e una città, Genova, sempre protagonista Storia di un uomo forte, sicuro di sé ma, come ciascuno di noi, non al riparo dalla vita cone le sorprese che spazzano le certezze. Genova. Una fredda domenica di novembre. Girolamo Murgia sta aspettando l'arrivo di suo figlio da Milano. Devono mangiare presto perché quella domenica c'è il derby e Girolamo deve seguire il Genoa, l'unica delle sue tre passioni sopravvissuta al tempo. Le altre erano la moglie e il ballo. Ma la moglie è morta da un anno e il ballo non gli interessa più.

Giovedì, 29 Aprile 2010 18:44

Vasilij Grossman, Storia e destino

Un romanzo che sembrava irrimediabilmente perso, ma che è stato ritrovato. Una storia talmente affascinante e avventurosa che lo scrittore voleva fosse come “Guerra e pace”, un romanzo corale in cui i veri protagonisti sono gli umili, che in queste pagine cercheranno di cambiare il loro destino. “Vita e destino” di Vasilij Grossman doveva avere come titolo “Stalingrado”, ma cambierà in “Per una giusta causa” dopo la prima redazione. Sarà pubblicato in fascicoli nel 1952 sempre con questo nuovo titolo che intendeva assecondare le autorità e quindi ovviare alla censura. Nel 1953 muore Stalin, "senza che ciò fosse pianificato", commenta in modo beffardo Grossman, che finirà un secondo volume sulla battaglia di Stalingrado.

 

 

Sostieni l'impegno di BookAvenue

BookAvenue ha aggiornato le privacy policy coerentemente ai dispositivi GDPR. Questo sito NON fa uso di cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici e di terze parti per garantire una miglior esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies.

 

BookAvenue ha avviato una azione di crowdfunding a sostegno delle attività del sito. Desideriamo allargare la base di offerta media di BookAvenue con la nascita di YouBook, il canale video e con BARB la nostra rivista di culture letterarie interamente online. Il progetto lo raccontiamo in una pagina dedicata.