tu sei qui: Home Un libro per ogni segno Vergine
Vergine
Vergine

per i nati dal 24 Agosto al 22 Settembre

Giovedì, 21 Luglio 2011 13:21

Vergine, Luglio-Agosto 2011

Tremate, tremate, le streghe son tornate! Caro mio, quello che sta per abbattersi sul tuo segno è un vero e proprio uragano. Nuovi piaceri ti si affacceranno prepotentemente alla finestra e chiuderla non avrà alcun effetto. Come tutte le finestre, anche la tua avrà i suoi spifferi e le tentazioni entreranno lo stesso. Ti senti pronto a riformulare la tua griglia? Se vuoi esercitarti a inglobare le hot new entries nella tua vita, il consiglio è uno solo:

Demoni, istruzioni per l’uso, Christopher Moore

Brezza poteva fumare tutta la notte, scolarsi una bottiglia di tequila, restare abbastanza lucido da farsi i sessanta chilometri del ritorno a Pine Cove senza insospettire neanche uno sbirro e presentarsi in spiaggia alle nove del mattino dopo come se l’espressione “postumi” fosse un concetto davvero troppo astratto. Nella classifica
personale degli eroi di Billy Winston, Brezza era secondo soltanto a David Bowie.

Domenica, 12 Giugno 2011 20:55

Vergine, Giugno 2011

Oh! Oh! Ci è semblato di vedele l’amole! E’ così, Vergine, ci stiamo innamorando? E allora inébriati di sospiri, in questa fase meravigliosa in cui tutto appare bello e ci si affeziona ai difetti trovandoli irresistibili, molla gli ormeggi, viaggia lontano assecondando le spinte del vento, dormi quando hai sonno e mangia solo cibi cucinati con attenzione. E se ci riesci, trattieni in memoria o trascrivi su un diario quanti più ricordi di questo magic moment, per alimentare i tempi di placido equilibrio che verranno.

Libertà, Jonathan Franzen

Una volta a Walter piaceva vederla bere un paio di bicchieri quando i bambini andavano a letto. Diceva che l’odore dell’alcool gli dava la nausea fin da quando era piccolo, ma che adesso aveva imparato a perdonarlo e ad amarlo nell’alito di Patty, perché lui amava il suo alito, perché il suo alito veniva da dentro di lei e lui amava quel che c’era dentro di lei. Queste erano le cose che le diceva; le dichiarazioni che lei non poteva ricambiare e che tuttavia la inebriavano.

Mercoledì, 04 Maggio 2011 17:56

Vergine, Maggio 2011

In questo mese che si apre con la Beatificazione di Karol Wojtyla e che si dedica tutto alla Madonna, l’oroscopo consiglia di bilanciare la religiosità dilagante con questo libro se vuoi laico, se preferisci filosofico, sull’origine della gioia e sul perché sia scomparsa. Un libro che però  sarebbe opportuno leggere per poi dimenticarlo. La gioia, si sa, si vive, non si studia.

In principio era la gioia, Matthew Fox

Una ragione di questo pessimismo che porta al cinismo e alla mancanza di interesse è il paradigma religioso di caduta e redenzione che fa iniziare la propria teologia con il peccato originale. Con questa dottrina come punto di partenza, si invecchia prima ancora di venire al mondo…. La tradizione che mette al centro il creato non è ottimista, perché è troppo a contatto con il dolore e la tragedia dell’esistenza per esserlo, ma è colma di speranza ed è cosmicamente appassionata della benedizione in cui la vita consiste.

Lunedì, 04 Aprile 2011 17:19

Vergine, Aprile 2011

Essere o non essere? Non è questo il problema. Il tuo dilemma è semmai: ricordare, anche se fa male, o dimenticare, affogando i ricordi in un fluido che ammortizza l’amarezza ma anestetizza tutti i sensi? Ricordare è anche un perdonare, se ci pensi, un perdonarsi, se serve. Ricordare è provare a capirsi. E ricordare, in fondo, è un atto di affetto verso se stessi. Se ti ci ritrovi, il libro che le stelle ti consigliano sarà stato opportuno:

Nel tuo deserto, Miguel Sousa Tavares

Questa storia che sto per raccontare è successa vent’anni fa. Mi è successa vent’anni fa e l’ho pensata spesso, ma senza mai raccontarla a nessuno, tenendola per me, per noi, che l’abbiamo vissuta. Forse avevo paura di rovinare il ricordo di quei giorni lontani, anzi, per dirla tutta, paura di smuovere quel sottile strato di polvere dove riposa, appena addormentata, la memoria dei giorni felici. (…). Sì, a volte mi succede questa cosa curiosa quando guardo agli anni passati: mi ricordo di tutti i dettagli – persino di quelli che all’epoca ritenevo senza alcuna importanza né significato – e tuttavia sono incapace di identificare il momento esatto in cui ho vissuto le cose. Come se continuassi a viverle per sempre, o come se non le avessi vissute mai.

 

«InizioPrec.1234Succ.Fine»
Pagina 1 di 4


BookAvenue usa i cookies. 
Usando il sito ne consenti implicitamente l'utilizzo. 
Se desideri saperne di più, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies