tu sei qui: Home Visualizza articoli per tag: giunti
Mercoledì, 05 Ottobre 2016 06:47

A un passo dalle stelle

La notizia che le vacanze estive quest’anno Giorgia le trascorrerà camminando, al seguito dei suoi genitori, sulla via Francigena, arriva come la goccia che fa traboccare il vaso. Trecentosettantacinque kilometri e quattrocento metri, a piedi da Lucca a Roma, e, per di più, insieme a un gruppo di sconosciuti e due guide.

Giorgia avverte come il peso di un macigno sul cuore, vorrebbe sapere sorridere, ma non le riesce di essere come Vittoria, la sua migliore amica. E camminare, zaino in spalla, per tutta quella strada, di certo non la alleggerirà.

Pubblicato in Piccoli lettori crescono
Venerdì, 05 Agosto 2016 00:00

Quando lo sport è carogna

Senza paura è una storia d'amore.
L'amore perverso per una passione, l'amore che trasmigra e rimbalza tra generazioni, l'amore per chi non c'è più, l'amore inespresso e quello letale. E la storia è una di quelle che ti prendono allo stomaco perchè non è inventata, è vera e terribilmente recente.
Ancora una volta Flavio Pagano scrive di sport. Ma non di epiche maratone di inizio '900 nè di eroici incontri di rugby. Questa volta è diverso perchè, forse, a ben vedere, l'autore non racconta lo sport, racconta il calcio.

Pubblicato in Letture
Domenica, 14 Settembre 2014 10:09

Crack! Un anno in crisi

Alle 21:30 si sentì la chiave nella toppa della porta. Esteban la sentì dal suo letto. Ora poteva addormentarsi senza timore dei robot umanoidi. Il vero salvatore del mondo era papà. Anche Charlie sentì chiudersi la porta d'ingresso. Quando era piccola, correva verso papà, lui la prendeva in braccio dicendo che "era la più bella" e Charlie credeva che mamma fosse gelosa. Adesso Charlie chiudeva la porta della sua stanza dopo cena e non si muoveva più dal letto. Si vietava perfino di pensare: "E' arrivato papà". Eppure, quando sentì i suoi passi in corridoio, smise di leggere Psycho-boy e trattenne il respiro. Suo malgrado lo incoraggiò mentalmente: "Entra, entra". ma i passi si allontanarono. Lui non osava. Lei non osava più. Da qualche mese, Charlie e papà si erano persi di vista.

 

Pubblicato in Piccoli lettori crescono
Lunedì, 07 Aprile 2014 07:21

Una sottile linea rosa

... Ci vuole corraggio per guardare in faccia la realtà senza distogliere lo sguardo. Se mi è capitato di riuscire a fissare l'interrogativo a cui devo dare una risposta ho commesso l'errore di cercare aiuto in altri, se della forza la devo trovare è dentro me stessa che devo cercare ... "

Pubblicato in Piccoli lettori crescono
Domenica, 02 Dicembre 2012 10:01

Nodi al pettine

 

«Uno stage!» esclamò il signor Feyriéres.

«Ma cos’è questa nuova trovata? I ragazzi ormai non sanno

neanche più mettere insieme due frasi e devono fare gli stage.

Uno stage di che poi?»

 

Pubblicato in Piccoli lettori crescono
Mercoledì, 21 Marzo 2012 08:38

Tre donne forti

Norah, avvocato trentottenne, torna in Senegal per aiutare il padre malgrado tutto quello che ha subìto a casa sua quando era una ragazza.
Quando lo incontra, sulla soglia della grande casa di cemento, è il crepuscolo e quasi non lo riconosce perché non ha più nulla della sua fierezza, della sua statura e della giovinezza di un tempo. La guarda un po' perso e sembra quasi che non la aspetti. Porta un vestito verde tiglio, senza maniche, punteggiato di fiorellini gialli e calza degli infradito di plastica. Che cosa strana, pensa Norah, proprio lui così orgoglioso del suo aspetto esteriore appare tanto trasandato. Lui che ci ha sempre tenuto all'apparenza, soprattutto a farsi vedere solo con delle impeccabili scarpe chiuse.

Pubblicato in Storie

I centri urbani rappresentano un “banco di prova” importante per verificare le potenzialità dei processi di valorizzazione della Cultura, in termini di miglioramento della qualità della vita dei cittadini, rafforzamento degli elementi di identità e coesione sociale in tempi in cui la crisi economica accresce le divisioni e i contrasti sociali con l’obiettivo dell’ incremento del potenziale “attrattivo” per un ritorno concreto in termini economici e di benessere anche oltre il concetto tradizionale di PIL. La Cultura, infatti, rappresenta per la Città un elemento imprescindibile di sviluppo e crescita perché, conferendole un elemento di specializzazione ed identità forte, la rende in grado di proteggersi dal pericolo della competitività e crearsi una rendita di posizione ben consolidata.

Pubblicato in Elzeviri
Lunedì, 27 Settembre 2010 14:09

Lo straordinario viaggio di Edward Tulane

copertinaLo straordinario viaggio di Edward Tulane
Con questa recensione, Isabella Paglia inizia la sua collaborazione con BookAvenue nella speciale sezione dedicata ai libri per l'infanzia: piccoli lettori crescono.

Quando ho visto per la prima volta: Lo straordinario viaggio di Edward Tulane, sul ripiano moderno di una libreria per bambini, mi sono detta:
” questo libro sembra essere uscito dal tempo …”
Osservando la finezza della rilegatura e la raffinatezza delle immagini ho subito pensato che forse sarebbe stato adatto ai bambini di una ricca famiglia vittoriana più che a quelli disincantati dei nostri giorni.
Ma spesso l’apparenza inganna.
Per qualche motivo, oscuro alla mia ragione ma non all’intuito, l’ho comprato, facendo uno degli acquisti migliori della mia vita e alla fine vi dirò perché...
Ma chi è Edward Tulane?

Pubblicato in Piccoli lettori crescono
Sabato, 12 Giugno 2010 09:05

Beth Fantaskey, Promessi Vampiri

copertinaHo letto PROMESSI VAMPIRI:
Anche se scritto bene, ho trovato la storia un pò lenta (era partito decisamente bene poi c'è stato un calo). Il finale, poi, é risultato frettoloso, invece, avrei preferito più azione e pathos.
La trama, per i miei gusti, l'ho trovata un tantino prevedibile ma ha degli aspetti che la rendono diversa, se paragonata ad altri libri dello stesso genere.
Ci sono momenti romantici e sensuali ma anche drammatici. Non manca un tocco d'ironia che in alcuni punti diventa amara e pungente.

Pubblicato in Letture
Giovedì, 26 Marzo 2009 10:58

Manuale di rimorchio per adolescenti

copertina

Alec Greven
Come parlare alle ragazze
Giunti

Pensato per un pubblico di adolescenti, il volumetto è piaciuto anche agli adulti. «Ci sono signore che mi hanno raccontato di aver regalato una copia al marito dicendogli:ecco, impara qualcosa», ha raccontato in un’intervista. Aggiungendo che da grande vuole fare lo scrittore e confessando di aver quasi terminato il suo secondo libro che HarperCollins pubblicherà prima dell’estate: questa volta Alec spiegherà ai coetanei come parlare con mamma e papà.

Pubblicato in Letture



BookAvenue usa i cookies. 
Usando il sito ne consenti implicitamente l'utilizzo. 
Se desideri saperne di più, leggi la nostra politica di privacy sez.cookies